Lupi in pericolo di estinzione: i casi del lupo rosso e del lupo etiope

17 marzo, 2021
I lupi sono minacciati dagli esseri umani in tutto il mondo. Tuttavia, solo 2 delle specie incluse in questa famiglia di splendidi animali sono prossime all'estinzione.

Senza dubbio, il lupo grigio (Canis lupus) è un animale fortemente cacciato dall’uomo. Nonostante ciò è considerata una specie vulnerabile, ma non in pericolo di estinzione, dato che vive in molte regioni del pianeta e il numero di individui è di circa 250.000 esemplari selvatici. Sfortunatamente, non tutti i parenti di questo bellissimo animale subiscono la stessa sorte. Oggi vi parleremo di 2 specie di lupi in via di estinzione: il lupo rosso e  quello etiope.

La delicata situazione del lupo grigio

Sebbene il numero dei suoi esemplari non sia ancora considerato critico, il lupo grigio è pesantemente perseguitato a causa della minaccia che questa specie rappresenta per il bestiame e, di conseguenza, per l’economia ad esso collegata.

Per contrastare la cattiva reputazione di questo animale in alcune zone rurali, ci sono programmi di riconnessione tra allevatori e lupi. Il lupo è un animale necessario per l’equilibrio degli ecosistemi in cui vive, quindi perderlo non è un’opzione.

Questo carnivoro è responsabile di tenere a bada le popolazioni di grandi erbivori, oltre a prevenire l’aumento del numero di individui di altre specie di piccoli predatori opportunisti. Senza il lupo, l’ecosistema perde il suo equilibrio e collassa.

Le specie di lupi in pericolo di estinzione

Molte specie di lupi sono in pericolo di estinzione oltre a quello grigio, come nel caso del lupo rosso (Canis rufus) o del lupo etiope (Canis simensis), di cui parleremo subito sotto.

Lupi in pericolo di estinzione: il caso del lupo rosso

Il lupo rosso si è già estinto in natura a causa della caccia sistematica della loro specie per ordine di alcuni stati meridionali degli Stati Uniti. Nel 1987 fu reintrodotto dallo United States Fish and Wildlife Service (USFWS) e, nel 2000, la popolazione contava già circa 150 animali.

A causa della loro scomparsa e della successiva reintroduzione artificiale, si sa molto poco sull’habitat naturale del lupo rosso. Dai dati raccolti, si è dedotto che viveva nelle paludi costiere del sud-ovest della Louisiana e del sud-est del Texas.

Ci sono anche prove che questo canide abitasse aree boscose e paludose delle regioni fluviali negli Stati Uniti sudorientali. Con tutto ciò, si conclude che è un animale non specialista per l’habitat, purché abbia disponibilità di prede.

Fino al 2012, la principale minaccia del lupo rosso era rappresentata dall’ibridazione della specie con il coyote (Canis latrans). Oggi, è il bracconaggio che sta riportando questo animale sull’orlo dell’estinzione.

Due esemplari di lupo rosso.

Il lupo etiope, la minaccia dell’isolamento

Un altro dei lupi in via di estinzione è il lupo etiope (Canis simensis). Questo animale è endemico di alcune vette montuose in Etiopia, quindi le sue popolazioni sono molto isolate l’una dall’altra, rendendo il loro recupero molto più difficile.

In totale, sono rimasti solo tra i 360 ei 440 lupi adulti. Si ritiene che la popolazione più numerosa si trovi nelle montagne di Bale, dove c’è una buona presenza di acqua e la macchia è di buona altezza.

Una delle grandi minacce che sta uccidendo il lupo etiope è una serie di malattie epizootiche che impoveriscono continuamente le popolazioni. Le patologie virali più ricorrenti di questi canidi sono la rabbia e il cimurro.

Questi lupi hanno bisogno di ecosistemi di macchia afro-alpina per sopravvivere. In loro trovano la loro preda preferita, i roditori. A causa dell’espansione dell’agricoltura in quota, i lupi etiopi stanno perdendo il loro habitat e, con esso, le poche possibilità di sopravvivenza come specie.

Un lupo rosso etiope.

Azione rapida e necessaria

I lupi sono uno dei grandi predatori del pianeta Terra. La loro importanza nei diversi ecosistemi è indiscutibile, tuttavia, giorno dopo giorno vengono minacciati, perseguitati e cacciati da persone che rifiutano di condividere con loro un territorio.

Nonostante il fatto che oggi la maggior parte delle specie di lupo non sia seriamente minacciata in tutto il mondo, è solo questione di tempo prima che alcune di esse scompaiano gradualmente. A meno che non decidiamo di cambiare la nostra mentalità e finalmente capire che il lupo e l’uomo possono vivere insieme, questi canidi non potranno essere salvati.

  • Boitani, L., Phillips, M. & Jhala, Y. 2018. Canis lupus . The IUCN Red List of Threatened Species 2018: e.T3746A119623865.
  • Hinton, J. W., Chamberlain, M. J., & Rabon, D. R. (2013). Red wolf (Canis rufus) recovery: a review with suggestions for future research. Animals, 3(3), 722-744.
  • Hoffmann, M. y Atickem, A. 2019. Canis lupaster . La Lista Roja de Especies Amenazadas de la UICN 2019: e.T118264888A118265889.
  • Marino, J. y Sillero-Zubiri, C. 2011. Canis simensis . La Lista Roja de Especies Amenazadas de la UICN 2011: e.T3748A10051312.
  • Phillips, M. 2018. Canis rufus . The IUCN Red List of Threatened Species 2018: e.T3747A119741683.
  • Sharp, S. H., & Smith, R. C. (2019). Fostering a Semiotic Framework Towards the Conservation of Mexican Gray Wolves.