Malattie che i gatti possono trasmettere alle persone

26 Ottobre 2019
Le malattie che cani o gatti possono trasmettere agli umani possono essere evitate con una buona prevenzione. Alcune possono essere persino letali, quindi prevenire diventa importantissimo.

Una zoonosi è una malattia che gli animali possono trasmettere all’uomo. Quando si ha un animale domestico è molto importante occuparsi della prevenzione attraverso i vaccini e la sverminazione. In questo articolo vedremo alcune delle malattie che i gatti possono trasmettere alle persone.

In che modo i gatti possono trasmetterci delle malattie?

Le malattie infettive e parassitarie sono caratterizzate da un periodo di incubazione che passa dallo stato patogeno nel corpo fino a quando l’animale mostra i primi sintomi.

Durante questo periodo, il microrganismo inizia a moltiplicarsi e manifestarsi attraverso secrezioni, urina e feci. Per questo motivo, è proprio questo il momento principale in cui si diffonde la malattia, specialmente quando i periodi di incubazione sono lunghi.

Le vie di contagio possono essere diverse a seconda della malattia in questione e, a seconda del caso, può essere più o meno facile ottenerlo.

  • Contatto diretto con l’animale infetto.
  • Fluidi corporei: saliva, feci, urina…
  • Contatto indiretto: attraverso dei vettori, cioè organismi che trasmettono la malattia ma non la causano, come zanzare, zecche, pulci o altri animali.

Quelli che vengono trasmessi più rapidamente e colpiscono un gran numero di animali sono quelli che si diffondono per contatto diretto o indiretto.

Gatti di strada
Malattie che i gatti possono trasmettere alle persone

Toxoplasmosi

La toxoplasmosi è una malattia molto diffusa, ma spesso è asintomatica, quindi nella maggior parte dei casi passa inosservata. Se produce sintomi, sono molto lievi, simili all’influenza. La causa è un protozoo che si chiama Toxoplasma gondii.

Nei bambini, negli anziani e nelle persone con un sistema immunitario debole può causare gravi malattie, come il linfoma. Nelle donne in gravidanza può causare aborto o malformazioni nel feto.

I gatti vengono contagiati quando mangiano topi, uccelli o carni crudi infette, mentre gli esseri umani possono essere contagiati attraverso le feci di un gatto infetto, ma anche mangiando verdure lavate male, carne cruda o latte crudo.

Nell’intestino del gatto, il protozoo si moltiplica formando cisti che vengono eliminate dalle feci e viaggiano attraverso il sangue fino ai muscoli in cui si depositano.

Malattia da graffio di gatto o bartonellosi

Questa malattia è causata da batteri del genere Bartonella. I gatti vengono contagiati dalle punture di pulci o durante i combattimenti tra loro a causa del contatto con le ferite e della successiva trasmissione di sangue. Neanche la bartonellosi presenta dei sintomi nei gatti, ma può causare episodi di febbre per due o tre giorni.

Quando l’infezione è grave, che non è frequente, i gatti possono anche mostrare vomito, letargia, occhi rossi, linfonodi ingrossati e anoressia.

Antiparassitario gatto

Gli umani contraggono la bartonellosi, di solito dal graffio di gatto. I sintomi sono: febbre, linfonodi ingrossati, pustole nel sito del graffio. Raramente, la malattia può diffondersi e colpire gli occhi o causare encefalite.

Per prevenire questa malattia nei gatti è necessario:

  • Prevenire le infestazioni da pulci negli animali e nell’ambiente, per cui bisogna usare un antiparassitario una volta al mese.
  • Impedire ai gatti di uscire per evitare combattimenti con i gatti randagi. Questo viene facilitato dalla castrazione.
  • Tagliare spesso le unghie del gatto.
  • Inoltre, per evitare il contagio – da un gatto malato – bisogna evitare di essere graffiati e, se ciò accade, lavarsi molto bene. Se la ferita peggiora, vi consigliamo di consultare un medico.

Tigna e scabbia

Sono malattie molto contagiose, anche tra le persone. La tigna è causata da alcuni funghi, mentre la scabbia dagli acari. Un gatto con tigna o scabbia di solito presenta delle lesioni sulla pelle, aree prive di pelo e prurito.

Rabbia

Come i cani, anche i gatti possono trasmettere la rabbia. Tuttavia, in Occidente si tratta di una malattia tenuta sotto controllo a causa della prevenzione attraverso vaccini annuali obbligatori.

Altre malattie che i gatti possono trasmettere alle persone sono quelle causate da pulci e punture di zecche, che possono essere prevenute usando collari o pipette antiparassitarie.

Anche le allergie al pelo del gatto o alla saliva sono abbastanza comuni tra le malattie che i gatti possono trasmetterci. Queste possono essere rilevate attraverso dei test per le allergie.

  • Jeannette Dabanch P.Rev Chil Infect 2003; 20 (Supl 1): S47 – S51. Zoonosis.
  • ATEUVES. ¿Cuáles son las zoonosis más habituales transmitidas por mascotas?.
  • María de la Cruz. Técnico Superior de Salud Pública Sección de Zoonosis y Riesgos Biológicos.
    Consejería de sanidad de la CM. Zoonosis Medidas de prevención y control.