Malattie digestive nei cani brachicefali

I cani brachicefali sono adorabili dal punto di vista estetico, ma possono soffrire di diverse condizioni a livello gastrico e intestinale. Ve ne parliamo in questo articolo.
Malattie digestive nei cani brachicefali

Ultimo aggiornamento: 28 ottobre, 2021

I cani brachicefali sono quelli che presentano un cranio dalle caratteristiche diverse rispetto a quelle tipiche della specie Canis lupus familiaris. Alcune delle razze più famose che soffrono di questa condizione sono il bulldog inglese, il carlino o pug, il pechinese e il boston terrier. Tutti questi cani sono famosi per i loro problemi respiratori, ma sapevate che i cani brachicefali soffrono anche di malattie dell’apparato digerente?

Nonostante questi cani riportino alcune complicazioni specifiche per la loro condizione, va notato che non vivono meno della media rispetto ad altre razze canine. Nelle righe seguenti vi mostriamo alcune delle patologie gastrointestinali di cui questi cani possono soffrire nel corso della loro vita.

Cosa sono i cani brachicefali?

Come abbiamo detto, la brachicefalia è una condizione che si manifesta in alcune razze di cani. Questi animali mostrano un accorciamento longitudinale (dalla parte anteriore a quella posteriore) del diametro del cranio, che conferisce loro un aspetto a “faccia piatta”. Per selezione genetica, i cani brachicefali hanno musi e canali d’aria piuttosto ridotti.

Le caratteristiche più comuni di queste razze sono le seguenti:

  1. Palato molle: il palato molle è troppo lungo, quindi la sua punta sporge nelle vie aeree e interferisce con il movimento dell’aria verso i polmoni.
  2. Narici stenotiche: le narici dei cani brachicefali sono mal formate. Poiché sono molto strette, gli animali hanno alcuni problemi durante l’inspirazione.
  3. Eversione dei ventricoli laringei: il tessuto all’interno delle vie aeree, appena davanti alle corde vocali, viene spinto nella trachea e ostruisce parzialmente il flusso d’aria.

Come potete vedere, la cavità orale, le narici e l’area tracheale mal formate sono un problema a lungo termine per i cani brachicefali. A causa della loro anatomia anormale, sono soggetti a gravi problemi respiratori.

Un bulldog americano.

Malattie digestive nei cani brachicefali

Ora che sapete quali sono le caratteristiche di queste razze, siamo pronti a vedere nel dettaglio ciascuno dei problemi digestivi di cui possono soffrire. Non smettete di leggere.

1. Disfagia

Il termine disfagia è usato per descrivere la difficoltà degli esseri viventi (compresi gli esseri umani) durante la deglutizione. Questo di solito è il risultato di un’anomalia in una qualsiasi delle fasi della deglutizione: orale, faringea o faringoesofagea. Secondo gli studi, le razze più colpite da questa condizione sono il Labrador Retriever, il Golden Retriever e il pastore tedesco.

Sebbene i cani brachicefali non siano i più colpiti, è una condizione che deve essere presa in considerazione quando si adotta un carlino o un bulldog. Poiché la loro faringe e il loro palato non si sviluppano secondo quanto richiesto dalla specie, è comune che questi cani abbiano problemi a deglutire il cibo, condizione accompagnata da conati di vomito e nausea.

2. Infezioni

Le malattie digestive dei cani brachicefali includono infezioni intestinali, ma queste non sono esclusive delle razze con questa condizione. Ogni cane è suscettibile a un quadro infettivo virale o batterico, anche se quelli che hanno già condizioni precedenti (come alcuni brachicefali) sono un po’ più inclini ad averle.

Le infezioni intestinali nei cani di solito si manifestano con diarrea, perdita di appetito, vomito, febbre o febbricola e apatia generale. I sintomi causati dai batteri enterici richiedono la somministrazione di antibiotici, ma quelli virali di solito guariscono da soli (sebbene a volte sia necessario il supporto veterinario).

3. Macroglossia

Il termine macroglossia si riferisce ad un aumento delle dimensioni della lingua in relazione alla lunghezza del cranio. Se questo organo è molto allungato, i cani avranno problemi ad abbaiare, deglutire, mangiare e dormire. Sfortunatamente, i cani brachicefali hanno macroglossie che non possono essere corrette.

La macroglossia nei cani brachicefali non è una malattia digestiva in quanto tale, ma rende molto difficile l’atto meccanico della deglutizione e porta alla sopracitata disfagia. Non può essere corretta con i farmaci, poiché è una mutazione congenita presente alla nascita.

4. Ernia iatale esofagea

L’ernia iatale esofagea è un’anomalia del diaframma in cui l’esofago e lo stomaco prolassano, causando il loro ingresso patologico nella regione toracica. È un’anomalia molto rara che fa parte delle malattie digestive dei cani brachicefali, come indicato da fonti veterinarie.

L’ernia iatale esofagea può essere congenita (ereditata) o acquisita dopo l’insorgenza di disturbi respiratori e traumi. Alcuni casi sono trattati con farmaci (Sucralfato e Omeprazolo), mentre altri richiedono un intervento chirurgico immediato.

5. Altre condizioni

Vi abbiamo presentato alcune delle tipiche malattie dell’apparato digerente nei cani brachicefali, ma ce ne sono molte altre di cui possono soffrire (così come altri cani) in ambito orale, faringeo e intestinale. Alcune di esse sono le seguenti:

  • Gengivite: la gengivite è un’infezione batterica orale che colpisce i cani con problemi di salute dentale. Le colonie batteriche crescono eccessivamente a causa della deposizione di tartaro e, quindi, le gengive finiscono per infettarsi e infiammarsi. Può causare la perdita irreversibile dei denti se non trattata.
  • Sindrome dell’intestino irritabile: questa malattia si verifica in circa il 10-15% dei cani. È una disfunzione del colon in assenza di lesioni e spiegarne l’eziologia è piuttosto complicato.
  • Aerofagia: i cani brachicefali sono inclini a incamerare aria quando mangiano, poiché il loro apparato orale non è ben sviluppato. Pertanto, possono avere problemi derivati dall’accumulo di gas nell’ambiente intestinale.

Oltre a tutte le condizioni sopra menzionate, è necessario sottolineare che i cani brachicefali sono inclini all’obesità, poiché non possono eseguire esercizi fisici impegnativi. Per questo motivo è necessario elaborare una dieta specifica con il veterinario se si vuole adottare un cane di questa razza.

Sai come prenderti cura del carlino?

Come potete vedere, ci sono molte malattie digestive di cui possono soffrire i cani brachicefali. Le razze che presentano la suddetta condizione hanno un aspetto adorabile e pieno di personalità, ma richiedono sicuramente cure particolari. Se volete prendere uno di questi cani, pensateci bene e studiateli il più possibile.

Potrebbe interessarti ...
Razze di cani brachicefali
I Miei Animali
Leggi in I Miei Animali
Razze di cani brachicefali

Sono noti per il loro muso schiacciato e per il forte rumore che fanno quando respirano. I cani brachicefali hanno un cranio diverso rispetto agli ...