Maltrattamento di animali: il caso delle scimmie umanizzate

· 22 aprile 2018

Sembra incredibile, però anche nel 2018 condividere delle immagini nelle quali si vedono delle scimmie con dei vestiti non è qualcosa di grazioso, ma è un chiaro esempio di maltrattamento di animali.

Le scimmie con i vestiti e altri casi di maltrattamento di primati

Su internet e nei film si possono trovare parecchie scimmie vestite o che hanno dei comportamenti umani che non sono naturali, come fumare o andare in bicicletta. Sebbene possano anche risultare divertenti, in realtà dietro c’è ben altro.

La sofferenza di una scimmia come animale domestico è enorme, poiché questi primati dipendono molto dalla loro madre, e per renderle mansuete, devono essere allontanate da lei. 

Una scimmia domestica o che recita in un film non si deve comportare come un animale selvaggio, quindi deve essere addestrata affinché non sia pericolosa. E’ per questo che quando vediamo questo primate con indosso dei vestiti, dobbiamo pensare al calvario che ha passato per essere umanizzata.

scimmia con vestiti e cappello

Il falso sorriso delle scimmie

Molte scimmie comunicano attraverso delle espressioni facciali.

Mentre per gli umani il sorriso indica qualcosa di positivo, quando una scimmia mostra i denti significa che ha paura; dimostra la sua principale arma quando è spaventata, e molti primati che indossano dei vestiti o che recitano nei film hanno questa espressione. Questa gli viene insegnata attraverso il timore e i maltrattamenti.

Conseguenze dei primati umanizzati

Separare una scimmia dalla sua famiglia ha molteplici conseguenze: la relazione tra madre e cuccioli è forte in tutti i primati, dall’uomo fino alla scimmia cappuccino.

famiglia di scimmie

Trattare questi animali come domestici causa loro gravi problemi psicologici simili a quelli che possono sviluppare gli orfani che vengono maltrattati. Le scimmie sono selvatiche e complesse, e devono vivere in grandi gruppi con gli altri membri della loro specie.

Tuttavia, esistono altre conseguenze meno note: è stato dimostrato che condividere foto di scimmie vestite e umanizzate aumenta il traffico illegale di specie selvagge, sottoponendole al rischio d’estinzione.

Uno dei casi più noti è il Loris lento della Sonda, un mammifero velenoso la cui caccia illegale ha aumentato esponenzialmente il numero di video in cui appare come animale domestico. 

Questo è un valido esempio di come sia stato umanizzato un animale selvatico: si vedono degli esemplari di Loris lento che alzano le braccia perché gli viene fatto il solletico. Tuttavia, si tratta di una condotta difensiva: nell’incavo dei gomiti hanno delle ghiandole velenose.

Molte persone hanno denunciato i casi di primati usati nel cinema e nello spettacolo. Una delle più famose è Jane Goodall, che ha salvato numerosi scimpanzé e molte altre specie.