Mastino Napoletano, il colosso pacifico

· 7 novembre 2017

Si tratta di uno dei cani più grandi al mondo e discende dall’esemplare canino più antico, il Mastino Tibetano. Nell’articolo di oggi vi racconteremo tutto quel che c’è da sapere sul Mastino Napoletano: un colosso leale, bellissimo e dal temperamento pacifico.

Origini del Mastino Napoletano

Questa razza proviene dall’Europa e discende direttamente dal Mastino Tibetano, l’esemplare più antico della specie canina. Si stima che i primi mastini asiatici furono portati dall’India alla Grecia da Alessandro Magno, nel 300 a.C.

I greci passarono la razza ai romani, che iniziarono ad usarli per i combattimenti da circo nei colossei. La parola mastino deriva dal latino “Massivus”, che significa massiccio, proprio una delle principali caratteristiche di questi cani.

Un’altra teoria legata alle origini del Mastino Napoletano afferma che i fenici ne portarono vari esemplari in Britannia nell’anno 500 a.C., e che da lì si sviluppò poi la razza. A causa delle caratteristiche fisiche di questo cane, veniva addestrato per lottare contro tigri, orsi, leoni e, naturalmente, contro i gladiatori.

Ad ogni modo, si tratta di un antico colosso della zona sud della Penisola Salentina. Nella regione Campania, inoltre, si continuò ad allevare il Mastino nonostante i conflitti bellici. Dalla razza sono stati originati vari incroci, tra i quali risaltano: Ponzano, Gheno, Vittoriale, Fossombrone, Castellaccio, Ponzo e Sole.

Caratteristiche e comportamento del Mastino Napoletano

A prima vista, ci si accorge subito che si tratta di un cane muscoloso e forte. È pesante, massiccio e con un’altezza che sfiora i 60 cm al garrese. Il peso varia tra i 50 e i 70 kg negli esemplari maschi adulti. Rientra nella classe dei cani giganti, è robusto ed ha una testa enorme.

cucciolo di mastino napoletano seduto

Il manto può essere di vari colori tra i quali grigio, piombo, marrone, fulvo e tigrato. Lo sguardo del Mastino Napoletano è espressivo e penetrante. Le orecchie piccole e triangolari pendono ai lati del muso (arrivano fino alle guance). La coda è grossa nella prima parte e si assottiglia verso la punta.

La sua andatura è lenta e tranquilla, per questo è facile confonderlo e paragonarlo talvolta ad un orso.

Per quanto riguarda il suo carattere, il Mastino Napoletano è leale, deciso, protettore, vigile, intelligente, maestoso e nobile. Non attacca né morde senza una ragione precisa. Nonostante le sue grandi dimensioni, è inoffensivo e ideale per le famiglie con bambini.

Il mastino è un eccellente cane da guardia e, se addestrato fin da piccolo, è ancora più dolce, affettuoso ed equilibrato verso il suo padrone e la sua famiglia (inclusi parenti e conoscenti). Quest’animale è inoltre coraggioso e resiste bene al dolore fisico. La sua massiccia corporatura lo rende inoltre un gigante un po’ goffo.

Cure particolari per il Mastino Napoletano

L’allevamento di questa razza tende ad essere piuttosto difficile e laborioso. Il temperamento del cane adulto dipenderà dall’addestramento a cui è stato sottoposto da cucciolo. È fondamentale socializzarlo fin dalla tenera età, onde evitare che diventi aggressivo.

È anche molto importante assicurarsi che il Mastino Napoletano svolga attività fisica almeno tre volte a settimane, già che è tendente al sovrappeso – può arrivare facilmente ai 100 kg. È fondamentale curare con attenzione la sua alimentazione affinché non perda vivacità. I veterinari consigliano di nutrirlo con carne e riso tutti i giorni, accompagnando i pasti con del mangime specifico adatto alla sua razza e alle sue necessità.

Non dimenticate di pulire per bene il muso del cane dopo i pasti e in generale di rispettare la sua igiene, già che nelle pieghe della sua pelle si può accumulare sporcizia ed umidità, generando infezioni e cattivo odore.

A causa del loro peso, la malattia più comune nei mastini è la displasia dell’anca – un altro motivo per prevenire ad ogni costo il problema dell’obesità. Altri problemi comuni sono l’artrite, la displasia del gomito e la torsione gastrica (prestate particolare attenzione a quest’ultima, perché può essere mortale).

Prima di adottare un Mastino Napoletano, assicuratevi di avere spazio a sufficienza in casa. Trattandosi di un cane gigante, infatti, non è adatto a vivere in un appartamento o in una casa piccola. Sappiate che a tre anni di età avrà triplicato il peso e l’altezza rispetto a quando era appena nato.