Metà topo, metà lepre: conosciamo il pica

21 marzo, 2021
I pica somigliano molto ai topi, ma sono imparentati con le lepri e i conigli. Questi piccoli roditori convivono con gli esseri umani in numerose comunità nelle zone montuose e in pianura.

Gli avvistamenti di creature pelose con la faccia da orsacchiotto sulle alte montagne rocciose e nelle verdi praterie di Tianshan, nel nord-ovest della Cina sono quasi una leggenda. Ma i pica esistono davvero. Questi affascinanti animali si nascondono tra le rocce e fanno un verso molto particolare, un sibilo che forse usano per attirare l’attenzione dei loro compagni. Per questo motivo, sono conosciute come lepri fischianti.

In questo articolo parliamo dei pica, dei piccoli mammiferi imparentati con le lepri e i conigli e sono noti come lepri fischianti in alcune culture. Ma come mai fanno questo fischio? Nelle righe seguenti rispondiamo a questa domanda e a molte altre.

Conosciamo insieme i pica

Le lepri fischianti sono dei piccoli mammiferi che vivono in montagna. Fanno parte del genere Ochotona, un gruppo di mammiferi lagomorfi della famiglia Ochotonidae. Questi bellissimi animali hanno l’aspetto di un topolino e di un coniglio e sono molto veloci.

Fanno un verso molto particolare che dà all’animale il soprannome di lepre fischiante. Vivono in alcune zone dell’Asia e nel Nord America, mentre in Europa esiste una sola specie, il pica nano o pica della steppa (Ochotona pusilla).

Ochotona in primo piano.


Caratteristiche

I pica non sono né topi né conigli, ma degli animali tra i due mondi. Queste sono alcune delle loro caratteristiche:

  • Le loro dimensioni vanno da 12 a 30 centimetri, con un peso compreso tra i 100 e i 300 grammi.
  • Hanno una pelliccia morbida e abbondante, di diversi colori a seconda della specie.
  • Le orecchie sono tonde, così come gli occhi occhi. Questi animali hanno un piccolo muso corto e stretto e la bocca simile a quella di un topo.
  • Questo lagomorfo ha delle piccole zampe e una coda molto corta.
  • La funzione del fischio è multipla: usano toni diversi a seconda che vogliono avvertire della presenza di predatori, per comunicare e durante il corteggiamento.
  • Questi animali sono difficili da scorgere in natura e, inoltre, molte delle specie incluse in questa tassonomia sono in pericolo di estinzione.

Habitat del pica

Le lepri fischianti possono essere trovate nelle zone montuose e rocciose, dove il clima è freddo e umido. Tuttavia, ci sono specie che vivono nelle aree boschive. Che sia sulle rocce o nei boschi, si nascondono in tane poco profonde, per depositare il cibo e conservarlo.

Sono creature che vivono in comunità, poiché collaborano con tutti gli altri pica nella raccolta del cibo e nell’impedire gli assalti dei predatori, come uccelli rapaci e mammiferi carnivori. Questi animali mangiano foglie, verdure essiccate e semi.

Un dettaglio curioso sulla territorialità delle lepri fischianti è che possono essere aggressive l’una verso l’altra, a volte con l’obiettivo di rubare il cibo. Hanno l’abitudine di conservare il cibo nella loro tana per nutrirsi durante il periodo invernale, quando le risorse scarseggiano.

I pica nelle zone montuose

Quando i pica costruiscono le loro tane, migliorano la qualità del sottosuolo attraverso gli escrementi che forniscono materiale organico. Di conseguenza, favoriscono lo sviluppo e la crescita degli ortaggi nel territorio.

Quando il pica si sente minacciato si nasconde nella sua tana e aspetta lì finché non si sente al sicuro. Durante l’inverno, la lepre fischiante sfrutta la sua abilità di muoversi rapidamente tra le montagne per rifugiarsi sotto le rocce, proteggendosi così dalle basse temperature.

Piccola lepre in una grotta.

Le lepri fischianti sono in pericolo

Questi simpatici animali sono molto sfuggenti. In effetti, sono stati visti pochissimi esemplari di alcune specie e, quindi, non si sa molto sul loro comportamento. Purtroppo, secondo l’Unione internazionale per la conservazione della natura (IUCN), alcune specie di pica sono in via di estinzione.

Le lepri fischianti rischiano di scomparire, poiché il loro habitat naturale si è ridotto del 71%. Ciò è dovuto al cambiamento climatico e anche all’insediamento umano in crescita nelle zone di montagna dove vive questo animale.

https://es.wikipedia.org/wiki/Ochotona

https://www.ngenespanol.com/naturaleza/el-mamifero-que-eludioalaciencia/

https://www.bbc.com/mundo/ultimas_noticias/2015/03/150328_ciencia_conejo_viral_chino_piki_amv

https://mamiferos.paradais-sphynx.com/lagomorfos/liebres-silbadoras-pika.htm

https://www.agenciasinc.es/Noticias/La-pica-americana-adapta-su-estilo-de-vida-al-cambio-climatico