Mio figlio vuole un animale per il compleanno: cosa faccio?

04 febbraio, 2018
Como è naturale, i bambini sono incuriositi dagli animali; tuttavia, dobbiamo porre la basi per non incorrere nel 'maltrattamento' animale o nell'abbandono, più frequente di quello che pensiamo perché spesso non teniamo conto dei nostri bisogni o stili di vita  

I bambini dimostrano curiosità nei confronti della natura e, soprattutto, degli animali. Ed è perfettamente possibile che nostro figlio voglia un animale come regalo per il compleanno. Cosa fare in questo caso?  

L’importanza della consapevolezza 

È logico che tutti vogliano accontentare i propri figli e vederli felici con i propri regali e le proprie attenzioni. Tuttavia, non possiamo permettere che un capriccio o un desiderio passeggero metta a rischio il benessere di un essere vivente.

Va da sé che molti animali vengono abbandonati. È la triste conseguenza della perdita di interesse nei loro confronti da parte dei padroni o del fatto che non possono mantenerli.   

Gli animali, come noi, sono esseri viventi dotati di intelligenza, linguaggio e sentimenti. Necessitano di cure specifiche (che variano in base alla specie) e si meritano una vita sana e felice. Offrire al nostro animale domestico le condizioni ottimali per il suo sviluppo non è una alternativa, ma una responsabilità.

Chiarimento ai piccoli: un cane non è un giocattolo

Prima di regalare a nostro figlio un animale per il compleanno, è importate conversare in tutta onestà con lui. Dobbiamo esporre tutte le cure di cui ha bisogno l’animale, il tempo che richiede, la sua aspettativa di vita, etc. In questo modo, faremo capire ai bambini che un animale domestico non è un giocattolo da scartare, e che tenerlo non è un hobby.

Bambino con cane

È altrettanto fondamentale analizzare il nostro stile di vita prima di cedere alla richiesta. Quando scegliamo di prendere un animale in casa, è nostra responsabilità, in quanto adulti, offrirgli tutte le cure necessarie.

Per quanto i bambini promettano che si prenderanno cura dell’animale, non potranno farlo da soli. Per questo motivo, dovremo dedicare parte del nostro tempo e della nostra disponibilità economica al nuovo membro della famiglia.

Un animale per il compleanno di vostro figlio: come sceglierlo?

È importante sapere che ogni animale si adatta meglio ad un determinato spazio, stile di vita, clima, etc. Per orientare la scelta dell’animale ideale per la propria famiglia, è spesso utile tracciare un breve profilo che contenga:

  • La personalità del bambino e degli altri membri della famiglia.
  • Il tempo libero che ogni membro potrà dedicare all’animale.
  • Lo spazio disponibile in casa.
  • Le aspettative sul nuovo animale; stabilire se vogliamo un animale più affettuoso o più indipendente, più attivo o più calmo, etc.
  • Valutare se il bambino o un altro familiare ha qualche allergia, problema respiratorio o dermatologico al fine di optare per razze ipoallergeniche, ad esempio.
  • Il clima della propria città e la capacità adattativa dell’animale.
bambino e cane sul prato
Fonte: Chris_Parfitt

In linea generale, i cani di solito dipendono di più dai propri padroni. Richiedono più tempo e dedizione perché bisogna portarli a spasso, giocare con loro, addestrarli e farli socializzare in modo adeguato.  

Alcune differenze tra cani e gatti

I gatti sono più indipendenti per natura e sono soliti adattarsi molto bene agli ambienti ridotti; tuttavia, richiedono la debita attenzione in quanto a stimolazione fisica e cognitiva per mantenersi in salute. Possono anche essere esigenti in termini di alimentazione, igiene e socializzazione.

L’animale ideale per il proprio bambino non è necessariamente un gatto o un cane. Se abbiamo poco tempo e spazio o una routine molto movimentata, possiamo optare per un animale più piccolo che richieda poche cure giornaliere: un criceto o una tartaruga, ad esempio.

Perché comprare quando si può adottare?

Quando la vita animale viene tratta come una mercanzia, le conseguenze sono gravi per la sua salute e il suo sviluppo. Molti animali soffrono da sempre mutilazioni fisiche ed emotive per poter rispondere a standard estetici o funzioni da combattimento e lavoro forzato.  

Questi “adattamenti” ai capricci umani si verificano nel caso di razze come il cocker spaniel, rottweiler, dogo argentino, doberman, pitbull e molte altre ancora.

Adottando, aiutiamo a combattere le innumerevoli pratiche abusive tutt’ora vigenti nel mercato di compravendita di animali. Inoltre, diamo una seconda opportunità a milioni di animali abbandonati e maltrattati.

Adottare, dunque, è un atto che permette a molti animali di conoscere per la prima volta l’amore e l’affetto di una famiglia; l’adozione fomenta la consapevolezza e il rispetto per la vita animale. Si tratta di una relazione di cooperazione mutua e disinteressata, come dovrebbero essere tutte le relazioni affettive.

Invece di comprare, quindi, perché non adottare un animale per il compleanno di vostro figlio? Gli animali adottati o i meticci sono capaci di imparare e dare affetto come qualsiasi cane di razza. Per di più, vi saranno eternamente grati e potranno insegnare moltissimo al bambino sulla vita.