Motivi per i quali non bisogna rimproverare il cane se abbaia

Adoriamo che il nostro cane abbai mentre giochiamo insieme o per difendere la casa. Tuttavia, se lo fa in momenti che non reputiamo corretti, può risultare fastidioso per noi e per i vicini. Ad ogni modo, non dovremo mai rimproverarlo. Vi spieghiamo perché.

Anche se ci risulta fastidioso in più di un’occasione, non dobbiamo punire il nostro cane perché abbaia; si tratta, infatti, di un comportamento normale. Poiché la sua forma di comunicazione differisce molto dalla nostra, la consideriamo strana, ma non è così.  

A seguire vi elenchiamo i motivi per i quali non dovete rimproverare il vostro cane se abbaia.

6 motivi per i quali non rimproverare il proprio cane se abbaia

Sono numerosi i fattori che inducono il cane ad abbaiare e ha sempre motivo di farlo. Tuttavia, se dopo averli analizzati, notate che continua ad abbaiare in modo eccessivo senza motivo apparente, forse sarebbe meglio portarlo dal veterinario, affinché lo controlli. In ogni caso, non dovremo rimproverare il nostro cane se abbaia, perché lo fa:  

  1. Per comunicare. A differenza di noi, i cani non possono parlare e comunicano abbaiando. Il vostro cane forse abbaia perché sta “parlando” con voi, per chiedervi acqua o cibo o per attirare la vostra attenzione. Può farlo anche per comunicare con altri animali, congeneri o meno.
  2. Paura. Se il vostro cane si sente minacciato da qualcosa o crede che vi troviate in pericolo e si vede incapace di proteggervi, abbaierà. Ritenete di doverlo rimproverare per questo? No di certo.
  3. Giocare. È una delle cause più comuni per cui un cane abbaia. Adora abbaiare mentre giochiamo con lui e lo farà anche con altri cani, altri animali e altre persone. Così come noi ridiamo mentre giochiamo per esprimere la nostra allegria, il cane lo fa abbaiando.
  4. Cacciare. Anche se il vostro non è un cane da caccia, tutte le volte che esce per strada è sempre in agguato per scovare qualcosa da mangiare. È possibile che l’allegria per averlo trovato lo porti ad abbaiare, ancora di più se si trova in compagnia di altri animali, perché li avvisa.
  5. Ansia da separazione. Se un cane passa molto tempo lontano dal suo padrone, abbaiare sarà il suo modo di esprimere la sua solitudine e la sua tristezza. Se il padrone lo lascia legato o da solo su un balcone, ci sono maggiori probabilità che lo faccia. Se vedete un caso del genere, denunciatelo!
  6. Sveglia. Un suono o un odore strano vicino alla casa metterà in allerta il cane che abbaierà per avvisarvi. Un motivo in più per non doverlo rimproverare.

5 ulteriori motivi che inducono il cane ad abbaiare

  1. Per colpa nostra. È possibile che il nostro cane abbaiava da piccolo e che con il nostro atteggiamento lo incitavamo a farlo. Adesso ci dà fastidio, ma siamo sinceri: di chi è la colpa?
  2. Dolore. Se l’animale avverte dolore, abbaiare è il suo modo per mitigarlo. Ricordate che è la sua unica forma di comunicazione.
  3. Stress. Le condotte ripetitive sono sintomi di stress o di ansia nei cani. Così come alcuni si rotolano di continuo, è possibile che il vostro abbai senza sosta. Invece di pensare a rimproverarlo, pensate che ha un problema che dovete cercare di risolvere.
  4. Attirare l’attenzione. Se lavorate per la maggior parte della giornata, di certo il vostro cane darà di matto quando rientrate a casa. Forse siete stanchi e volete solo farvi una doccia e riposare; il vostro cane non lo capisce e cerca di attirare la vostra attenzione abbaiando. Fategli qualche coccola.
  5. Frustrazione. Anche gli animali si sentono frustrati quando non comprendono qualcosa, ad esempio se sentono piangere un bambino, dunque abbaiano.

I cani non sono tutto nella vita, ma riempiono la nostra esistenza

-Roger Caras-

Queste sono alcune cause normali che portano i cani ad abbaiare e per le quali non dovete rimproverarli né punirli. Siate pazienti e dolci, dedicate tempo al vostro animale domestico e aiutatelo qualsiasi problema presenti.

Categorie: Consigli Tags:
Guarda anche