Muta del pelo nei cani: quanto dura?

03 febbraio, 2021
I cani cambiano il pelo nel passaggio dalla stagione fredda a quella calda e viceversa. Ecco come affrontare l'invasione di peli al meglio.

Godere della presenza di un cane nella nostra vita ci offre un grande numero di vantaggi. Nel periodo della perdita del pelo, però, potremmo andare incontro a qualche inconveniente, come trascorrere l’intera giornata con una scopa in mano. La muta del pelo nei cani può risultare molto destabilizzante, soprattutto per le persone particolarmente preoccupare per la pulizia della casa.

Oggi vi parleremo di questo processo, così frequente e normale tra tutti i cani: la muta. Vi spiegheremo quanto tempo dura e vi offriremo alcuni consigli per accelerarla, nella misura del possibile.

La muta del pelo nei cani

In primo luogo, è necessario chiarire che la muta nei cani è un processo completamente naturale e necessario. Il pelo rappresenta, in un certo senso, il vestito dei cani.

Proprio come noi non portiamo per tutto l’anno gli stessi capi, nemmeno i cani si comportano in questo modo. In questo senso, potremmo dire che la muta del pelo è il loro modo di eseguire il cambio armadio.

I cambiamenti di stagione (in particolar modo con l’arrivo del freddo nel periodo autunnale e la comparsa del caldo nei mesi primaverili) sono i periodi durante i quali i cani portano a termine il loro cambio di pelo.

In questo modo riescono ad adattarsi alle temperature che stanno per arrivare, proprio come noi prendiamo la sciarpa o il costume da bagno, in base al periodo dell’anno nel quale ci troviamo.

Toelettatura di un cane.

Aspetti fondamentali e periodi di muta del pelo nei cani

Come abbiamo anticipato, i più importanti cambi di pelo avvengono soprattutto durante i mesi della primavera e dell’autunno. Ciononostante, tenendo conto del fatto che la maggior parte dei cani vivono in appartamento e non sono esposti alle inclemenze del clima, questo processo può subire alcune variazioni.

È necessario comprendere che il cambio di pelliccia risponde a stimoli diversi, tra i quali la temperatura e la luce del giorno sono i più importanti.

I cani che conducono la propria vita dentro casa si trovano in generale esposti alle temperature esterne solamente per una piccola parte della giornata. Questa situazione fa sì che il loro orologio biologico sia sottoposto ad alcune alterazioni.

Per capirci meglio, con l’arrivo dell’autunno il termometro biologico del cane identifica un abbassamento delle temperature, iniziando quindi a sostituire il pelo sottile sottile dell’estate con quello più fitto dell’inverno.

Ciononostante, l’abbassamento delle temperature viene rilevato dal cane a tratti durante le passeggiate, dal momento che, mentre l’animale si trova in casa, non è possibile identificare una riduzione notevole, a livello climatico. Questo fatto fa sì che la muta venga portata a termine in modo meno efficiente.

Durata della muta

Con la premessa esposta nelle righe precedenti non intendiamo suggerirvi di lasciar dormire i vostri cani per la strada durante la primavera e l’autunno, allo scopo di accelerare il processo della muta. Anche se la vita domestica tende a far allungare un po’ i tempi del cambio di pelo, stiamo parlando, in linea generale, di una durata compresa tra le due e le cinque settimane.

Inoltre, questo intervallo di tempo è sempre variabile e dipende da una molteplicità di fattori. Tra i più frequenti, troviamo quelli che seguono:

  • Tipo di razza: esistono razze maggiormente predisposte alla perdita del pelo, mentre altre sviluppano mute quasi impercettibili.
  • Clima: il processo della muta non presenta la stessa durata in un clima temperato in luoghi vicini al mare, rispetto ad ambienti nell’entroterra caratterizzati da temperature molto più estreme.
  • Alimentazione: una nutrizione adeguata favorisce sempre un corretto cambio di pelliccia.

Consigli per accelerare o migliorare il processo della muta

Abbiamo già detto che si tratta di un processo naturale, che non è possibile arrestare e che viene portato a termine inevitabilmente. Ciononostante, i seguenti consigli possono essere utili per accelerarlo:

  • Spazzolare con frequenza l’animale contribuisce ad accelerare questo processo ed evitare che perda il pelo in tutta la casa.
  • Fare dei bagni con maggior frequenza, dal momento che l’acqua è perfetta per rimuovere i peli morti.
  • Gli integratori di acidi grassi Omega-3 e Omega-6 sono molto utili e aiutano a mantenere la pelle e il pelo sano e brillante, oltre ad accelerare il processo della muta.
Lavaggio di un cane.

Come avete potuto leggere, il cambio di pelo e il processo della muta rappresentano un fenomeno che nel cane è naturale quanto lo è mangiare; di conseguenza, non deve essere trattato come un problema. L’unica soluzione possibile da parte del tutore consiste nell’armarsi di pazienza, scopa e spazzola.

  • Fisiología veterinaria. Albino García Sacristán