Vietata la chirurgia estetica sugli animali

Vietata la chirurgia estetica sugli animali

Ultimo aggiornamento: 05 luglio, 2017

Molte persone affermano che sottoporrebbero i loro animali alla chirurgia estetica solo per una questione di salute, mai per bellezza. Questo tipo di interventi è rischioso. Sulla questione si è dibattuto per molto tempo, e finalmente la chirurgia estetica sugli animali è stata vietata.

Nuove leggi sulla chirurgia estetica per animali

vietata chirurgia estetica animali

Il nostro paese ha aderito al trattato europeo per la protezione degli animali. Sono stati vietati tutti gli interventi di chirurgia estetica sugli animali con lo scopo di cambiarne l’aspetto. Invece non sono stati proibiti quelli che, sotto prescrizione medica, verranno fatti per preservare la salute e il benessere dell’animale.

Durante il convegno si è parlato anche dell’utilizzo degli animali nel mondo delle spettacolo e della pubblicità. Sono state di nuovo ribadite le responsabilità delle aziende, dei privati e delle amministrazioni nei confronti degli animali da compagnia.

Per quanto riguarda l’allevamento e la custodia degli animali, questa sarà l’unica responsabilità dei proprietari. Dovranno occuparsi della loro salute e possedere un attestato che riconosca che abbiano le competenze necessarie per questo tipo di attività.

Questo trattato, che è stato firmato da 17 paesi e inviato alla Corte di Giustizia, è stato approvato quest’anno. 

Grazie a questo convegno è stata anche stabilita una nuova strategia che aiuti e riabiliti gli animali senza una casa, e che promuova le campagne di adozione, informazione ed educazione.

Cosa include questa normativa

Molti padroni tagliano le orecchie e la coda ai loro cani da caccia. Il motivo è quello di renderli “più carini”.

Tuttavia, il trattato riconosce tale atto come ciò che realmente è: un’amputazione di una parte del corpo che non dev’essere permessa.

Inoltre, si proibiscono tutte le operazioni nei cani e in altri animali che abbiano una malformazione, per esempio alla mandibola o a qualche altra parte del corpo, a meno che non metta in pericolo la vita o la salute dell’animale. Chi invece vuole sottoporre il proprio animale ad una operazione del genere solo per avere un “cane perfetto”, dovrà rassegnarsi.

L’importanza delle orecchie e della coda nei cani

Siamo felici di sapere che non si potranno più tagliare le orecchie e la coda ai cani. Sono essenziali per loro, per potere comunicare e socializzare.

La coda dei cani

Visto che i cani non hanno la capacità di parlare, utilizzano altri mezzi per farlo. Uno di questi è la coda, attraverso la quale esprimono sentimenti ed emozioni.

Sono in grado di muoverla in molti modi diversi, ed ogni movimento esprime qualcosa. Si dice che la coda sia come le espressioni facciali nelle persone.

Per tutti questi motivi è importante che la abbiano. Faciliterà la socializzazione ed eviterà dei problemi comportamentali. Inoltre, la coda favorisce il rilascio dei feromoni, che vengono utilizzati dai cani per comunicare tra di loro.

dalmata

Le orecchie del cane

Dopo la coda, le orecchie sono il mezzo più usato dai cani per comunicare. Ogni cane ha orecchie diverse, sia per quanto riguarda la forma che le dimensioni. Il loro movimento esprime un linguaggio universale comprensibile a tutti.

Attraverso il movimento delle orecchie, potrete determinare cosa sta sentendo il vostro cane in ogni momento ed agire di conseguenza. Esprimono diversi atteggiamenti in base ai diversi fattori esterni.

Pertanto, mutilare per bellezza gli animali è vietato in almeno 17 paesi. Speriamo che questo trattato sia solo l’inizio di un percorso che porterà all’attuazione di una legge internazionale che tuteli i diritti degli animali.