Una nuova opportunità per il cane Picasso

07 giugno, 2017

Picasso e suo fratello Pablo facevano parte di una cucciolata di 5 cani in un allevamento. A causa della sua particolare condizione fisica, Picasso è stato portato in un canile in California insieme a Pablo, e da lì sono stati salvati. Scoprite la loro storia continuando a leggere!

Il cane Picasso era destinato a far parte di quella lunga lista di animali che vengono sacrificati ogni giorno per le loro diversità. 

Tuttavia,  La storia di Picasso ha un lieto fine. Questo simpatico cane, un incrocio tra un Pitbull e un Terrier, è diventato famoso sui social network per la sua malformazione alla parte superiore del muso.

Un nuovo inizio per Picasso

Quando avevano 10 mesi, i fratelli Pablo e Picasso sono stati portati nel centro per animali Porterville Animal Shelter, per essere soppressi.

E’ stato il proprietario della cucciolata ad accorgersi dell’anomalia di Picasso. La sua mandibola va verso destra, e il suo muso verso sinistra. Nonostante il fratello avesse un aspetto normale, neanche lui è stato adottato.

Poco prima di essere sacrificati, il telefono ha squillato. Si trattava di Liesl Wilhardt, direttrice del centro Luvable Dog Rescue. Chiamava per sapere se c’erano dei cani in condizioni particolari da adottare perché sapeva, grazie alla sua esperienza, che hanno poche possibilità di sopravvivere. Il centro Luvable non ha voluto separare i due fratelli, così sono stati portati via entrambi.

 Picasso e la sua nuova vita

Picasso è diventato uno dei cani più popolari su Instagram. Grazie al suo particolare sorriso e alla tenerezza che ispira, questo cagnolino colpisce ogni giorno le persone che guardano le sue foto e i suoi video.

Inoltre, gode di ottima salute, la sua malformazione è solo estetica. Può mangiare da entrambi i lati della bocca, anche se a volte gli risulta difficile e si sporca. La stessa cosa gli capita quando beve.

E’ previsto un intervento per correggere uno dei suoi denti che risulta troppo sporgente. In questo modo si eviterà che con il tempo danneggi  il labbro superiore. La malformazione riguarda solo la parte superiore della bocca, la mandibola non è deformata, può aprirla e chiuderla tranquillamente.

Deformità nei cani

In molti casi, le zampe anteriori dei cani continuano a crescere anche dopo che le restanti hanno smesso di farlo, risultando così di diversa grandezza.

La conseguenza di questa malformazione è uno sbagliato allineamento delle ossa, delle articolazioni, etc.

I cani che hanno gli arti più lunghi sono più propensi a soffrire di deformità alle ossa più lunghe. D’altro canto, quelli con gli arti corti tendono ad avere più problemi alle articolazioni.

A mano a mano che gli animali vanno avanti con l’età, le malformazioni diventano più evidenti. Per determinarle, il veterinario farà delle radiografie alle zampe, per confrontare la lunghezza delle ossa e per controllare che i muscoli delle articolazioni siano ben allineati.

Quando le deformità sono dovute ad una predisposizione genetica, si raccomanda di non far riprodurre l’animale. Se sono state causate da una lesione, il veterinario consiglierà un intervento chirurgico per riparare al danno. L’operazione di solito consiste nella eliminazione di qualsiasi anomalia della cartilagine o delle ossa, per riportare l’arto alla normalità.