Perché ai gatti piace leccarsi tanto?

11 Maggio 2017

Nessuno può negare che i felini sono animali molto puliti. Vi piacerebbe sapere perché ai gatti piace leccarsi così tanto? A seguire vi sveliamo questo mistero.

Perché al mio gatto piace leccarsi tanto?

Se avete un gatto in casa, non avete bisogno di osservarlo troppo per accorgervi che si lecca in più di un’occasione e nell’arco della stessa giornata. Forse è ossessionato dalla pulizia? Il minuzioso lavoro di igiene stanca al sol vederlo, ma è più che necessario per la sua vita. Proprio così, dato che questo bell’animale ha vari motivi per leccarsi:

1. Per lavarsi

È il motivo principale per cui ai gatti piace leccarsi tutto il tempo. Per loro, prendersi cura del proprio pelo e del proprio aspetto è molto importante. Con ogni leccata, tolgono la sporcizia ed il pelo resta più morbido, in modo che possa portare a termine il suo compito di isolamento termico. Quando il gatto si pulisce il manto, inoltre, stimola le ghiandole della pelle e questo ne garantisce l’impermeabilizzazione.

2. Per regolare la temperatura corporea

I gatti hanno ghiandole sudoripare nei cuscinetti delle zampe (attraverso i quali respirano) e non possono ansimare o eliminare liquidi attraverso altri meccanismi, come la respirazione. Per questo motivo, un modo per evitare il calore è spargere la propria saliva sulla pelle.

3. Per tranquillizzarsi

Quando l’animale è sottoposto ad un elevato livello di stress, è probabile che si lecchi più del solito. Lisciandosi il pelo, riduce la tensione nei momenti critici. Se vediamo che si lecca il dorso ed i fianchi, vuol dire che è infastidito, avverte una minaccia o si sente intimidito.

Possiamo notare il suo nervosismo e la sua rigidità anche se si lecca il muso o i baffi in modo agitato. Vuol dire che si trova dinanzi ad un conflitto interno e sta cercando una via d’uscita per questa paralisi momentanea.

4. Per evitare problemi

Relazionato proprio con il motivo anteriore, i gatti usano la loro lingua per evitare gli scontri con altri gatti o animali. Quando due felini sono l’uno di fronte all’altro e uno dei due non vuole litigare, comincerà a leccarsi. Sarebbe il segnale di “non sto cercando problemi” o di “va tutto a meraviglia tra di noi”.

5. Per dimostrare che sta bene

Se un gatto non si lecca tutti i giorni, può voler dire che non è a proprio agio o che sta male. I gatti molto sporchi o trascurati probabilmente hanno qualche disturbo o si trovano in una situazione di pericolo. Ad esempio, capita con gli animali randagi, i quali devono stare attenti di continuo e non sempre hanno il tempo di leccarsi. Se, invece, vediamo un gatto pulito e morbido, vuol dire che non ha alcuna preoccupazione.

Perché i gatti si lavano tra di loro?

Un altro dei motivi per cui ai gatti piace leccarsi è il vincolo sociale. Indica che vi è una buona relazione con un altro animale, una specie di rituale amoroso e di dimostrazione di affetto tra i componenti della sua cerchia più intima (che può essere composta anche da persone). Le femmine sono più propense a queste dimostrazioni di affetto per una questione di istinto materno.

Quando i gatti si leccano a vicenda, può voler dire che:

1. Vanno d’accordo

Se esiste un vincolo di fiducia ed amicizia, è probabile che un gatto ne lecchi un altro. Questa sensazione li rilassa e li aiuta a sentirsi a loro agio.

Tuttavia, fate molta attenzione, perché forse quello che inizia come un atto d’amore può trasformarsi in uno scontro. In questo caso, dopo le leccate, arrivano i morsi e le zampate.

2. Si prendono l’uno cura dell’altro

È più probabile che il gatto più anziano lecchi quello più giovane (o che il nuovo arrivato riceva le cure di quello che viveva già in casa). Proprio come fa mamma gatta con i suoi piccoli.

3. Si curano

Se vedete che un gatto ne lecca un altro con insistenza e su uno stesso punto specifico, dovete rivolgervi al veterinario, dato che è possibile che abbia qualche malattia o un dolore fisico. Non sempre si tratta di una condizione seria, magari è solo la conseguenza di un urto, di un’eruzione cutanea o di parassiti. I felini sono in grado di “vedere” sintomi lì dove noi non ne siamo capaci.