Perché il mio cane non smette di piangere?

Se il tuo cane non smette di piangere, le cause potrebbero essere diverse. Ecco alcuni consigli per affrontare il problema.
Perché il mio cane non smette di piangere?

Ultimo aggiornamento: 02 giugno, 2021

Vivere con un cane è un’esperienza piena di momenti intensi ed emozionanti. Tuttavia, a volte alcuni di questi sono difficili da affrontare, ad esempio quando il cane non smette di piangere e non sai perché.

Questa situazione di dolore e preoccupazione per entrambe le parti può causare una grande tristezza nel padrone, che non sa come aiutare il proprio animale. Cosa fare quando un cane non smette di piangere? E perché accade? Ti risponderemo qui sotto.

Come piangono i cani?

Il cane è una specie che accompagna l’uomo da così tanti millenni che è facile per noi sapere quando l’animale sta piangendo, anche se non lo fa con lacrime e singhiozzi. Nei cani, il pianto è caratterizzato da gemiti e latrati ripetitivi e persino ululati.

La funzione del pianto è la stessa che negli umani: esprimere uno stato mentale negativo, come la tristezza, e risvegliare l’empatia negli altri. È una delle modalità più comuni di richiesta di aiuto negli animali sociali, anche se si manifesta in ciascuna specie in modo diverso.

È essenziale fare una denuncia per maltrattamenti sugli animali.

Perché il mio cane non smette di piangere?

Le situazioni in cui un cane non smette di piangere possono essere molte, quindi è necessario identificare la causa di questo comportamento prima di praticare qualsiasi soluzione. Ecco diversi scenari in cui i cani possono piangere senza sosta.

Il mio cane piange quando esco di casa

Se il tuo cane non smette di piangere quando esci per andare al lavoro o è a casa da solo, la causa potrebbe essere il disturbo d’ansia da separazione. Anche se non rientra nella categoria del problema tipico, non è difficile immaginare che il tuo cane possa provare angoscia se te ne vai e non sa quando tornerai.

Nel caso di questo disturbo, le radici sono di solito in un’iperapatia o in una cattiva educazione emotiva. Inoltre, il pianto è spesso accompagnato da feci anomale o distruzione di mobili.

I cuccioli separati prematuramente dalla madre hanno maggiori probabilità di sviluppare ansia da separazione.

Il mio cane non smette di piangere quando vuole qualcosa

Questo comportamento, in primo luogo, non è qualcosa di preoccupante: il cane semplicemente richiama la tua attenzione per chiedere qualcosa. Il problema nasce quando il pianto non si ferma o quando è accompagnato da altri comportamenti indesiderati.

Se il problema persiste, esistono tecniche di modifica del comportamento che possono aiutare a correggerlo.

Il mio cucciolo piange incessantemente

I cuccioli in fase di sviluppo sono spugne, sia in senso positivo che negativo: se infatti è un bene che imparino molto in fretta, è anche vero che prendono molto rapidamente delle cattive abitudini. Se è importante identificare i bisogni emotivi del proprio cane adulto, durante la sua infanzia lo è ancora di più. Questi sono alcuni dei motivi per cui un cucciolo può piangere senza sosta:

  • Ha paura o è nervoso: sia nei cuccioli che negli adulti, la paura può diventare cronica o portare a una fobia. Nell’infanzia è particolarmente importante far sentire il cane al sicuro e amato.
  • Vuole attirare l’attenzione: questo di solito è un comportamento appreso. È naturale che i cani attirino la tua attenzione abbaiando o piangendo, ma se hai paura che diventi un’abitudine, è meglio non reagire.
  • Affronta qualcosa di nuovo: i cuccioli timidi possono sentirsi insicuri in situazioni che non hanno mai vissuto, come l’arrivo di un altro cane o la prima visita dal veterinario.

Cosa fare quando il cane non smette di piangere?

Il primo passo, come accennato in precedenza, è identificare le cause di questo comportamento. Una volta che la situazione è stata definita correttamente, puoi seguire questi suggerimenti di base.

Avvia un addestramento di base

Più che di addestramento, si tratta di imparare a comunicare con il tuo cane in modo efficace. Se il cane non capisce cosa vuoi da lui, si sentirà insicuro e confuso, il che aggraverà i comportamenti di ansia e tristezza.

Se il cane non smette di piangere, devi verificare che riceva ciò che gli serve

Verificare che tutte le tue esigenze di base siano coperte è essenziale prima di iniziare qualsiasi trattamento. Tieni presente che potrebbe non essere così facile come sembra, perché ogni cane ha bisogno di una quantità diversa di attenzione, affetto e attività. Non si tratta solo di cibo e acqua.

Aiutalo a superare la paura

Se il tuo cane non smette di piangere perché qualcosa lo spaventa o ha sviluppato una fobia, il tuo sostegno e il tuo amore saranno essenziali per superare il problema. La procedura usuale è quella di esporre progressivamente il cane a ciò che lo terrorizza, in modo che si abitui poco a poco.

Il cane potrebbe aver bisogno di un periodo di riposo in cui non è esposto allo stimolo che lo spaventa per un po’.

Perché il mio cane non smette di piangere?

Un ultimo consiglio se il tuo cane non smette di piangere

I problemi comportamentali possono essere corretti a casa con pazienza e perseveranza, ma i cani più sensibili – o che provengono da una situazione di abuso, per esempio – possono sviluppare gravi disturbi comportamentali a causa della paura o dell’ansia.

Pertanto, se la situazione si aggrava e ti rendi conto di non essere in grado di gestirla, non aver paura di andare da uno specialista. Allevierai la tua preoccupazione e il tuo cane potrà vivere più serenamente, perché saprà che con te potrà superare qualsiasi difficoltà.