Il pessimismo è un pericolo anche per i cani

02 maggio, 2017

Un contadino volle fare una gara tra il suo cane ed il suo coniglio. Nascose un osso e una carota. Mentre il coniglio cominciava a scavare e scavare, il cane rimase al suo posto lamentandosi di quanto fosse difficile trovare l’osso. Il coniglio, al contrario, non si lamentava di lavorare tanto, ed era anzi convinto che ad ogni buca scavata ne mancasse una in meno al ritrovamento della carota. Come vedete, il pessimismo è un cattivo consigliere, anche per i cani.

Mentre il cane continuava a lamentarsi, il coniglio, quando non aveva più spazio dove scavare, fece un tunnel seguendo il suo olfatto, fino a che trovò non solo la carota, ma anche l’osso. Sapete dove era nascosto? Proprio sotto al cane! Se il pessimismo non si fosse impadronito di lui, l’animale avrebbe potuto trovare il suo premio con l’utilizzo di una minima parte del suo istinto.

Questa è solo un breve racconto chiamato “Il cane pessimista”, che mostra come anche gli animali possano avere diversi stati d’animo, e perfino arrivare ad essere pessimisti. Quest’attitudine è molto pericolosa per i cani, e oggi vi spieghiamo perché.

Cani ottimisti e cani pessimisti

Uno studio realizzato a Sidney ha voluto provare l’esistenza dei cani pessimisti, e vi è riuscito. L’esperimento ha coinvolto all’incirca 40 cani appartenenti a razze diverse e si è avvalso dell’utilizzo di due tracce musicali diverse, una da associare ad una ciotola piena di latte, l’altra a della semplice acqua.

Quando i cani hanno imparato a differenziare tra i due tipi di toni, è cominciato l’esperimento.

Alcuni dei cani hanno riconosciuto rapidamente il tono che avrebbe fatto guadagnare loro il premio. Lo hanno fatto diverse volte, nonostante già dalla prima volta non gli venisse riconosciuto il premio.

Questi sono stati considerati cani ottimisti, poiché erano fiduciosi di come i loro sforzi sarebbero stati ripagati. Al contrario, ci sono stati cani che, vedendo che agli altri non era arrivato il latte ai primi tentativi, si sono dati per vinti. Questi sono stati considerati cani pessimisti.

Secondo uno dei ricercatori, “i cani pessimisti apparivano maggiormente stressati dai loro fallimenti rispetto a quelli ottimisti. Si zittivano senza seguire il ritmo, non provando nemmeno a raggiungere il tono desiderato. Al contrario, i cani ottimisti erano perseveranti ed insistevano.”

I ricercatori di questo studio, nonostante i risultati, non sono giunti alla conclusione che i cani pessimisti siano infelici, ma piuttosto di come siano abituati ad una routine comoda dalla quale non vogliono separarsi. Gli stessi ricercatori evidenziano quindi la necessità di motivare questi cani, spingendoli a fare cose nuove.

Pessimismo o realismo?

Quando qualcuno ci richiama all’attenzione per alcune parole pessimiste che abbiamo detto, la nostra risposta spesso è: “non sono pessimista, sono realista”. Anche nei cani succede la stessa cosa?

Un altro studio realizzato da Marck Bekoff e basato su quello di cui vi abbiamo appena parlato, è arrivato alla conclusione che, forse, i cani che hanno smesso di cercare il latte non fossero pessimisti, bensì realisti, e che per questo si rendevano conto che non avrebbero mai ottenuto il loro premio.

Un cane a cui sia stata diagnosticata una patologia pessimista non mostra interesse verso alcuna attività, neanche quando questa presuppone una ricompensa. Di conseguenza, Bekoff non nega l’esistenza di cani pessimisti, anzi, ne conferma l’esistenza, soprattutto se sono stati vittime di maltrattamenti fin da quando erano piccoli. Sempre secondo lo studioso, tuttavia, è sempre possibile far cambiare loro atteggiamento.

Come si comporta un cane pessimista?

cane pessimista

Un cane pessimista può sembrare depresso, e presenta le seguenti caratteristiche:

  • Dorme in eccesso
  • Rimane sdraiato a lungo
  • Guarda spesso nel vuoto
  • Non vuole giocare
  • Non risponde agli stimoli

Questi sono alcuni dei segnali che indicano un cane pessimista. Nonostante esistano diversi studi che provano che questi cani non siano poi così infelici, è altresì vero che potrebbero essere molto più felici di quanto non siano. Un cane pessimista infatti non gode appieno della vita né dell’amore che gli altri gli riservano, ed è quindi fondamentale motivarlo a fare cose nuove, vivere esperienze diverse. Se non sapete come, può essere un buon suggerimento quello di portarlo da un addestratore o da uno psicologo canino.