Primo soccorso per cani

21 Maggio 2016

Ore che finalmente avete trovato l’amico ideale, colui che sarà il vostro compagno nella vita, con il quale condividerete  con piacere la vostra casa, l’unica cosa che desiderate è che sia il cane più sano e felice del mondo.

Vi siete però mai chiesti cosa fare se il vostro amico a quattro zampe si fa male in un momento in cui non vi è possibile portarlo d’urgenza al veterinario? A questo scopo, noi de I Miei Animali vi vogliamo mostrare tutto ciò che dovete sapere sul primo soccorso per cani.

Proprio come le persone, anche gli animali domestici hanno bisogno di una cassetta di pronto soccorso apposta per loro, che permetta di far fronte a qualsiasi emergenza. Per questo è importante sapere ciò che non può mancare in una cassetta di pronto soccorso per cani.

Che l’emergenza non vi colga impreparati

cane-malato

Anche se in casi di incidenti gravi è sempre meglio portare il cane dal veterinario, vi sono una serie di cose che potete fare direttamente a casa, per evitare che il problema che presenta il vostro amico peloso sfoci in qualcosa di più grave. È importante contare su una cassetta di pronto soccorso solo ed esclusivamente dell’animale, per evitare di dover usare gli stessi strumenti o materiali anche per altri scopi che non siano la cura del cane stesso. Ogni cosa deve essere sterilizzata e, nel caso di strumenti riutilizzabili, anche questi devono essere sterilizzati e disinfettati dopo ogni uso.

Di seguito, riportiamo ciò che non può mancare nella cassetta di pronto soccorso del vostro cane:

  • Guanti in lattice
  • Forbici
  • Laccio emostatico
  • Crema antisettica
  • Crema antistaminica
  • Ferule
  • Cerotti
  • Termometro
  • Alcol, acqua ossigenata e garze
  • Pinzette
  • Crema per scottature

Vediamo ora quali possono essere le eventuali situazioni di emergenza in cui potreste dover prestare i primi soccorsi al vostro amico a quattro zampe.

Quando prestare gli interventi di primo soccorso al vostro cane

Come misurare il battito cardiaco del vostro cane, nel caso in cui perda i sensi o non sappiate se respira o no? Potete farlo nella parte interna delle zampe posteriori. Ma questa è solo una delle molte cose che dovete sapere sul primo soccorso per cani: ecco a voi una serie di situazioni comuni che potrebbero verificarsi e ciò che potete fare in tali casi per soccorrere il vostro fedele amico:

  • Emorragie. Nel caso in cui il vostro cane presenti un’emorragia ad una delle estremità, la cosa migliore da fare è frenarla attraverso l’uso di un laccio emostatico. Potete chiedere al vostro veterinario di insegnarvi come si fa, affinché l’emergenza non vi colga impreparati. Potete usare il laccio emostatico di gomma oppure una corda: dovrete fare un nodo ben stretto vicino alla ferita, in modo da esercitare su di essa una forte pressione, in grado di fermare il flusso sanguigno e, in questo modo, frenare l’emorragia. Tuttavia, se non siete pratici o non l’avete mai fatto, non improvvisate.
  • Scottature. Applicate del ghiaccio sulla parte interessata, per alleviare il dolore ed evitare , inoltre, che restino poi cicatrici molto marcate. In seguito, asciugate la zona, applicate una crema per bruciature e coprite con una garza sterile, fermandola con un cerotto: in questo modo eviterete che il vostro cane si lecchi. Quando la crema si sarà assorbita, togliete la fasciatura e lasciate che la ferita si asciughi all’aria.
  • Ferite. La prima cosa da fare sarà disinfettare la zona interessata: le ferite, infatti, vengo causate di solito da una caduta, un morso o da oggetti taglienti, e sono veicolo di molti batteri. Se il vostro cane è un po’ “aggressivo” o temete che, a causa del dolore, possa mordervi, non usate alcol ma acqua ossigenata e, poi, applicate subito una pomata antisettica. Come nel caso precedente, fasciate la ferita e fermatela con un cerotto.
cucciolo ferito

  • Soffocamento. Se il vostro cane è caduto in acqua e non respira, prendetelo per le zampe posteriori e sollevatelo a testa in giù. In questo modo faciliterete l’espulsione dell’acqua dai polmoni. Se, nonostante questo, l’animale dovesse continuare a non respirare, fate pressione ai lati del torace. Se neppure in questo modo il cane riprende a respirare, chiudetegli bene la bocca, mettete la vostra mano, chiusa a pugno, sul suo naso e usatela come se fosse un tubo, per soffiare aria dentro le sue narici.
  • Morsi. Se il vostro cane e stato morsicato da un’ altro, tagliate il pelo intorno alla ferita per poterla disinfettare meglio. Lavate con acqua tiepida, tamponate e applicate una crema antisettica. Se, al contrario, vedete che non è una semplice ferita superficiale, sarà bene che vi affidiate immediatamente alle cure del vostro veterinario.
  • Incidente. Se il vostro cane è stato investito, dovete evitare di muoverlo in modo brusco ed assicurarvi, invece, che sia in grado di respirare bene. Potete anche tirargli fuori la lingua, per evitare che si soffochi con la stessa e per facilitare la respirazione.

Speriamo che questa serie di consigli vi possano essere di aiuto, anche se la cosa migliore sarebbe non doversi mai trovare in queste situazioni.