Problemi di digestione nei cani: trattamento e prevenzione

08 settembre, 2020
I problemi digestivi nei cani sono causati da diversi fattori. Tuttavia, queste condizioni possono essere trattate con una certa facilità facendo attenzione alla dieta dell'animale.

I problemi di digestione nei cani sono una delle principali preoccupazioni dei padroni ma anche dei professionisti della medicina veterinaria.

In particolare, i disturbi digestivi cronici possono essere difficili da trattare, a causa dei limiti delle procedure diagnostiche e delle loro numerose possibili cause. In questo articolo affronteremo il ruolo della dieta nel trattamento e nella prevenzione dei problemi di digestione nei cani.

Il ruolo del microbioma intestinale nei problemi di digestione nei cani

Il tratto digerente dei cani è caratterizzato da un insieme di centinaia di tipi di microrganismi unicellulari, quali batteri e altri microbi. Questa diversità di microrganismi è chiamata microbioma intestinale o microbioma.

Numerosi studi scientifici hanno dimostrato che il microbioma intestinale è fondamentale per la digestione e per ottenere dal cibo i nutrienti necessari.

Il microbioma intestinale è coinvolto in un’ampia gamma di processi che vanno dal peso corporeo alla salute mentale. Pensate che l’equilibrio del microbioma influisce su quasi ogni aspetto della salute e del benessere di un cane.

Cane che ringhia davanti la ciotola.

Quali fattori possono indurre uno squilibrio nel microbioma dei cani?

Un cane potrebbe soffrire di problemi di digestione quando viene esposto a una delle seguenti condizioni:

  • Cure a base di antibiotici, farmaci antinfiammatori non steroidei, steroidi, antistaminici.
  • Trattamenti antipulci e antizecche, vaccinazioni.
  • Dieta esclusivamente a base di croccantini.

Come promuovere un microbioma intestinale sano?

Ci sono una serie di passaggi da intraprendere per garantire un microbioma intestinale equilibrato e prevenire problemi digestivi nei cani, tra cui:

1) Assicurare l’allattamento materno

L’allattamento al seno è il primo e più importante vaccino naturale. È fondamentale che i cuccioli ricevano l’enorme varietà di sostanze nutritive contenute nel latte materno. Tra loro ci sono:

  • Fattori di crescita, che inducono la corretta maturazione dell’intestino.
  • Antibiotici naturali, che prevengono la colonizzazione di agenti patogeni.
  • Prebiotici, che favoriscono la crescita della flora intestinale benefica.

2) Il contatto costante con l’aria fresca e la natura

I batteri potenzialmente buoni per il vostro cane sono ovunque in natura: sul terreno, sulle piante e persino nell’aria. Portare il vostro cane a fare una passeggiata o aprire sempre la finestra e lasciare entrare aria fresca rafforzano le difese immunitarie.

3) Il cibo crudo può aiutare contro i problemi di digestione nei cani

I cibi crudi freschi sono una ricca fonte di microbi naturali per il vostro cane. Alcune persone scelgono per i loro cani una dieta a base di carne cruda, ma in questi casi è bene prendere le adeguate precauzioni in base ai consigli del veterinario. Come già sapete, non tutti i microbi che crescono sul cibo sono sani.

4) Probiotici e cibi fermentati

I probiotici sono microbi vivi benefici. Gli alimenti fermentati che contengono grandi quantità di batteri probiotici sono altamente raccomandati per una dieta sana.

Tenete presente che i microbi probiotici generalmente non rimangono a lungo nel microbioma del vostro cane. Per ottenere il massimo beneficio, vale la pena integrarli con altri cibi.

5) Considerare l’opzione del trapianto di microbiota fecale

Le malattie intestinali croniche vengono curate con grande successo attraverso i trapianti di microbiota fecale. Questa procedura prevede che i microbi intestinali vengano trasferiti da un cane sano a uno che soffre di malattie gastriche.

I trapianti di microbiota fecale vengono eseguiti tramite clistere, di solito in un ospedale veterinario sotto sedazione. Ma questa soluzione spesso è costosi e stressante per il cane. Per fortuna, sono disponibili anche delle capsule di microbiota fecale orale, che facilitano il processo.

Disegno illustrativo dei batteri.


6) Evitare lo stress, una fonte di problemi di digestione nel cane

Studi scientifici hanno dimostrato che lo stress influisce sull’equilibrio del microbioma intestinale. Pertanto, i sintomi dei problemi digestivi nei cani possono peggiorare se l’animale vive delle situazioni stressanti. Per alleviare i sintomi da stress nei cani ci sono varie tecniche, tra cui fargli fare tanto esercizio fisico.

Per concludere, la cura dei problemi di digestione nei cani prevede due passaggi fondamentali. Come prima cosa, bisogna escludere dalla dieta i cibi che possono provocare delle allergie o a cui il vostro cane mostra di essere particolarmente sensibile. In secondo luogo, bisogna fare attenzione alla composizione e all’attività metabolica della microflora gastrointestinale.

  • German, A., & Zentek, J. (2006). Enfermedades digestivas más frecuentes: el papel de la nutrición. Enciclopedia de la Nutrición Clínica Canina (Pibot y col.). Royal Canin, Paris, Francia, 120-131.
  • Silva, J. G. (2016). Nutrición hospitalaria práctica para la clínica de pequeños animales Nutrición enteral: estrategias y nutrientes terapéuticos. Revista Colombiana de Ciencia Animal, 9(1).
  • Salcedo Reyes, D. (2015). Evaluación de la aplicación de microorganismos benéficos en problemas diarreicos de cachorros Canis lupus familiaris (Bachelor’s thesis, Universidad de Guayaquil. Facultad de Medicina Veterinaria y Zootecnia).