Proprietà dell’olio di fegato di merluzzo per la salute dei cani

23 Novembre 2019
Le malattie del sistema cardiocircolatorio sono piuttosto comuni nei cani, soprattutto negli esemplari anziani e nelle razze di piccole dimensioni.

Tra le condizioni del sistema cardiocircolatorio dei cani spicca l’insufficienza cardiaca congestiva (ICC). Questa condizione è una conseguenza dell’incapacità del cuore di pompare correttamente il sangue attraverso il resto del corpo. Lo sapevate che le proprietà dell’olio di fegato di merluzzo sono moltissime e lo rendono un prezioso alleato per la salute dei cani?

Nell’ICC il sangue essenzialmente “retrocede” nel sistema circolatorio, causando la fuoriuscita del fluido dai vasi. Mentre i liquidi si accumulano, ne consegue una progressiva ostruzione dei polmoni e del cuore. Quando il processo di respirazione viene ostacolato, l’ossigenazione del sangue diminuisce.

A questo punto il vostro cane respirerà a fatica e rapidamente per ottenere abbastanza aria. Inoltre, un cane con liquido nei polmoni potrebbe non essere in grado di muoversi correttamente, presentare una tosse persistente e apparire debole. Vediamo insieme le proprietà dell’olio di fegato di merluzzo per migliorare questa condizione.

L’insufficienza cardiaca congestiva è più una condizione che una malattia e si verifica durante gli stadi terminali di gravi disturbi cardiaci.

Benefici e proprietà dell’olio di fegato di merluzzo per la salute dei cani

Le malattie del sistema cardiovascolare nei cani

Le malattie cardiache, in generale, comprendono diverse malattie abbastanza comuni nei cani. Inizieremo sottolineando le tre anomalie cardiache più comuni:

  • Malattia valvolare cronica. È di gran lunga l’anomalia cardiaca più comune nei cani. L’aspetto e la gravità di questa condizione aumenta con l’età. Pertanto, i cani più anziani di piccola razza hanno maggiori probabilità di sviluppare la malattia della valvola mitrale. È noto anche che i cani maschi hanno probabilità leggermente più alte rispetto alle femmine.
  • La cardiomiopatia dilatativa (DCM) presenta l’indebolimento del muscolo cardiaco, che pompa con meno forza e regolarità. Questa condizione è più comune nei cani di taglia grande, come Alano e alcune razze di spaniel.
  • Versamento pericardico. Avviene quando il liquido si accumula nella sacca attorno al cuore. Si tratta di un’altra condizione cardiaca canina comune. Colpisce per lo più i cani più anziani.

A lungo andare, la malattia della valvola mitrale, la DCM e il versamento pericardico possono causare la ICC.

Cane malato dal veterinario

Ruolo della dieta nelle malattie del sistema cardiocircolatorio dei cani

I dettagli del trattamento per ICC dipendono da due fattori: il tipo primario di malattia cardiaca coinvolta e quanto è avanzata la condizione. Tuttavia, vale la pena notare che la dieta ha un ruolo importante.

I cani con ICC tendono a perdere peso. In particolare, possono cadere in un processo chiamato cachessia, durante il quale si esauriscono le riserve muscolari e di grasso.

La cachessia generalmente ha diverse cause, tra cui la mancanza di appetito, scarso assorbimento del cibo e gli effetti dei farmaci assunti da molti cani con ICC. Pertanto, la prima cosa da fare è trovare una dieta finalizzata ad aiutare un cane con ICC ad avere appetito.

Infatti, se a un cane non piace mangiare, è improbabile che mangi abbastanza per evitare la cachessia.

Sebbene alle persone non piaccia il sapore dell’olio di fegato di merluzzo, i cani lo adorano.

Cane che si lecca il muso
Quali sono i nutrienti importanti nella dieta dei cani con malattie cardiache?

Ci sono molti nutrienti che sono considerati importanti nelle diete focalizzate sul miglioramento del sistema cardiocircolatorio dei cani. I principali sono: sodio limitato, taurina, L-carnitina, acidi grassi e antiossidanti.

Acidi grassi Omega 3

Omega 3 è solo un tipo di acido grasso essenziale (AGE). Sono chiamati essenziali perché non possono essere sintetizzati nel corpo e devono essere ottenuti attraverso la dieta. Cani e gatti hanno bisogno di diversi tipi di oli omega, inclusi 6 e 3.

Gli acidi grassi Omega 3 sono raccomandati per le malattie cardiache per diversi motivi. In primo luogo, riducono le proteine ​​infiammatorie chiamate citochine. Inoltre, è stato dimostrato che una dieta integrata con acidi grassi omega 3 migliora l’appetito e riduce la perdita muscolare nei cani con insufficienza cardiaca. Altri studi hanno dimostrato che gli acidi grassi omega 3 sopprimono i ritmi cardiaci anormali (effetto antiaritmico).

Le migliori fonti di acidi grassi omega 3 sono l’olio di pesce, alghe e molluschi come le cozze. L’olio di salmone di solito è la fonte preferita di acidi grassi rispetto all’olio di fegato di merluzzo.

Antiossidanti

I radicali liberi sono responsabili del metabolismo cellulare e del processo di invecchiamento. Quando i radicali liberi sono prodotti in eccesso, possono anche causare malattie e disturbi.

Gli antiossidanti, tra cui le vitamine C ed E, aiutano a neutralizzare i radicali liberi e, quindi, a ridurre i danni da essi causati.

È noto che i cani con cardiomiopatia dilatativa o malattia della valvola mitrale presentano un eccesso di radicali liberi. Pertanto, si raccomanda di includere nella dieta di un cane con malattie cardiache antiossidanti come le vitamine C ed E.

Tuttavia, è importante notare che l’eccesso di vitamine che si accumulano nel fegato può essere controproducente. Pertanto, il dosaggio di qualsiasi integratore deve essere rigorosamente monitorato dal veterinario.

Proprietà dell’olio di fegato di merluzzo

L’olio di fegato di merluzzo costituisce la fonte più concentrata di vitamina A nel cibo al mondo. Ogni grammo contiene 1000 unità di vitamina A, che equivale a più di quattro volte la vitamina A del fegato di manzo, la seconda fonte naturale più concentrata.

Merluzzo, da cui si ricava l'olio di fegato

Altre proprietà dell’olio di fegato di merluzzo sono gli acidi grassi essenziali come l’Omega 3. Inoltre, gli acidi grassi Omega 3 riducono la produzione di citosina. L’olio di fegato di merluzzo è anche capace di aumentare l’appetito ed aiutare a ridurre al minimo la perdita di massa corporea negli animali con insufficienza cardiaca.

Il primo passo per determinare la dieta ideale per un cane con insufficienza cardiaca è recarsi dal veterinario, per determinare le altre condizioni mediche presenti.

Gli acidi grassi Omega 3 sembrano avere molti potenziali benefici nei cani con malattie cardiache. Quando vengono somministrati, i medici devono fare attenzione a fornire raccomandazioni specifiche per i padroni. Infatti, saranno necessarie ulteriori ricerche per determinare le giuste dosi ed indicazioni di assunzione per i cani con malattie cardiache.

  • Case, L. P., Daristotle, L., Hayek, M. G., & Raasch, M. F. (2011). Common Nutrition Myths and Feeding Practices. Canine and Feline Nutrition, 277–294. doi:10.1016/b978-0-323-06619-8.10026-x
  • Detweiler, D. K., & Patterson, D. F. (1965). The prevalence and types of cardiovascular disease in dogs. Annals of the New York Academy of Sciences, 127(1), 481-516.
  • Freeman, L. M., Rush, J. E., Kehayias, J. J., Ross Jr, J. N., Meydani, S. N., Brown, D. J., … & Roubenoff, R. (1998). Nutritional alterations and the effect of fish oil supplementation in dogs with heart failure. Journal of Veterinary Internal Medicine, 12(6), 440-448.
  • Freeman, L. M. (2010). Beneficial effects of omega-3 fatty acids in cardiovascular disease. Journal of Small Animal Practice, 51(9), 462–470. doi:10.1111/j.1748-5827.2010.00968.x
  • Suzuki Y, Kamikawa T, Yamazaki N. (1981) Effects of L-carnitine on ventricular arrhythmias in dogs with acute myocardial ischemia and a supplement of excess free fatty acids. Jpn Circ J. 45(5):552-9. PubMed PMID: 7230509.