Qual è l'età media dei cani abbandonati?

13 novembre, 2015
 

L’abbandono degli animali da compagnia è un problema che affligge il mondo intero. Ci sono, purtroppo, un’infinità di cani randagi, o nei canili, che aspettano solo di poter dare e ricevere amore.

Molti cani sono le vittime innocenti di crudeli maltrattamenti. Spesso, quando gli allevatori non possono vendere i cuccioli, se ne sbarazzano senza pensarci due volte e li sacrificano ricorrendo a metodi vergognosi come per esempio l’annegamento. Altri invece li abbandonano al loro destino.

“Sono molte le persone che decidono di acquistare un cucciolo, ma che ben presto cominciano a pensare che il povero animale sia più che altro una seccatura e se ne sbarazzano a cuor leggero.”

 

Negli Stati Uniti d’America per esempio le statistiche ci informano che ogni anno circa 4 milioni di cani vengono abbandonati. La cosa più scioccante è che, nonostante questo, la gente continua a comprare cuccioli nei negozi o negli allevamenti invece di adottarne uno abbandonato.

Di solito gli abbandoni riguardano i cani di tutte le età: cuccioli, giovani, e adulti. Le ragioni possono essere diverse:

  • La gente non castra, o non sterilizza, i propri animali.
  • Gli allevamenti fomentano la riproduzione per guadagnare di più sulla vendita dei cuccioli.

Le assurde scuse addotte da chi abbandona

cane-in-strada1
 

Certo, purtroppo nella vita possono capitare delle disgrazie che obbligano il proprietario di un cane a cercare un altro padrone e una nuova famiglia per il suo fedele animale da compagnia. Ma di certo non è la norma: le scuse addotte da chi abbandona un animale sono vergognose e ridicole.

Un cane è a tutti gli effetti un componente della famiglia e merita di essere amato e rispettato per tutta la vita. Un cane non è né un oggetto né un giocattolo con cui divertirsi un po’ e poi buttarlo via quando ormai non è più una novità.

Riportiamo alcune delle frasi pronunciate dalle persone che hanno abbandonato il proprio cane:

“Non mi piace il modo in cui mi guarda”

Una donna ha abbandonato in un canile il suo cucciolo di Pitbull di solo 4 mesi di vita perché non le piaceva il modo in cui il cane la guardava. Il cane non aveva mai ringhiato, né morso, in poche parole, non era un cane aggressivo.

“È vecchio e non è più divertente. Voglio un cucciolo”

Spesso la spiegazione addotta da chi abbandona il proprio cane anziano in un canile è che l’animale è troppo vecchio e lento e che vogliono sostituirlo con un animale più giovane.

“Fa pipì in casa”

La maggior parte delle volte il cane fa pipì in casa non perché è affetto da qualche patologia, ma solo perché il padrone non è stato in grado di educarlo come dovuto. Chi ha un cane, al quale ha dedicato affetto e attenzioni, sa perfettamente che, trascorse poche settimane dall’adozione, l’animale è perfettamente in grado di controllare i suoi bisogni fisiologici.

 

“È malato e non posso permettermi di pagare le cure veterinarie”

Molti proprietari prendono alla leggera la salute del cane e non si preoccupano di farlo controllare regolarmente dal veterinario ed è per questo che poi sorgono problemi gravi di salute. Se il veterinario segue l’animale, si possono evitare molti problemi e malattie. E ovviamente, alla lunga, si risparmia.

“Non è più un cucciolo e non è più bello”

Molti proprietari amano il proprio animale solo finché è cucciolo, finché ha quell’aspetto caratteristico così tenero, ma lo abbandonano quando l’animale arriva all’età adulta.

La lista delle scuse assurde può continuare all’infinito almeno fino a quando la gente non si rende conto che avere un cane è un impegno per tutta la vita.

Proprietari responsabili, cani felici

cane-e-proprietario

Il cane è l’animale da compagnia per antonomasia. La sua devozione, la sua lealtà e il suo affetto non hanno eguali. Chiunque ha avuto o ha un cane ne è cosciente.

Avere un cane è un privilegio, certo, ma anche una grande responsabilità. Questi animali dipendono da noi in tutto e per tutto. Solo le persone possono dargli una casa, cibo e protezione. Se state pensando di adottare un cane, dovete riflettere seriamente su tutto ciò che comporta.

 

Avere un cane non è una decisione da prendere alla leggera. Essere il proprietario di un cane è un impegno sia a livello emotivo che economico. Dovete ponderare bene la vostra situazione, per essere sicuri che potete garantire il benessere di un essere vivente. Dovete chiedervi se la vostra casa è adatta e se disponete del tempo sufficiente da dedicare al vostro nuovo amico. Voi ed il vostro cane dovete essere in qualche modo affini. Se per esempio siete delle persone attive e che amano lo sport, è meglio che non scegliate un cane pigro e da appartamento.

Ricordate che prima di adottare un cane, dovete analizzare ogni singolo aspetto della vostra vita (hobby, attività, carattere, orari, ecc.).