Quali sono le razze di gatti più popolari?

Sempre più persone decidono di accogliere un gatto in casa. Forse perché sono animali domestici più facili da gestire, rispetto ai cani. In effetti, hanno bisogno di minori attenzioni e occupano meno spazio. Se state pensando di adottarne uno, ma non sapete quale, in questo articolo vi indicheremo quali sono le razze di gatti più popolari.

Alla scoperta dei gatti più popolari al mondo

Se avete un debole per questi piccoli felini domestici, vi piacerà sapere quali sono i mici più di moda negli ultimi anni. In questo articolo ve ne presenteremo ben 7, proprio come le stesse vite dei gatti. In tal modo, se ve ne piacerà qualcuno, potrete facilmente adottarlo.

1. Gatto persiano

Con il suo viso ampio e piatto, il suo capo abbondante e i suoi colori esotici, il gatto persiano è una delle razze più “aristocratiche” che esistano, dal momento che il 75% dei gatti di razza registrati sono di questo stesso tipo. Originari della Persia (ora Iran), questi animali domestici furono introdotti in Italia nel 1620, anche se il ramo che conosciamo oggi emerse come incrocio con un Gatto d’Angora turco. È di dimensioni medio-grandi ed è noto come “la tigre da divano”.

2. Blu di Russia

Con la sua pelliccia argentata e corta, oltre ad essere una delle razze di gatti più popolari, è anche una delle più intelligenti. A differenza di altri gatti, il gatto Blu di Russia è piuttosto affettuoso, ama stare a contatto con le persone della famiglia ed è l’ideale per una casa con bambini. Oggi è possibile trovare una sotto razza, di origine americana, con un viso più appuntito, grandi occhi verdi e tonalità più chiara.

blu di russia su lenzuola verdi

3. Maine Coon

Originario degli Stati Uniti, si ritiene sia nato dall’incrocio con i Gatti d’Angora della regina francese Maria Antonietta. Lei non riuscì a fuggire nel Nuovo Continente ma, ironia della sorte, i suoi animali domestici sì. Con prominenti zigomi, orecchie a punta, occhi grandi, corpo muscoloso, pelo spesso resistente all’acqua e alla neve e coda lunga, il Maine Coon è molto popolare in Europa e Nord America. È un animale affettuoso, un po’ pigro, abilissimo nel cacciare topi. Ama stare all’aria aperta.

4. Siamese

Proveniente dall’antico regno del Siam (ora Thailandia), fu poi portato in Inghilterra e negli Stati Uniti alla fine del XIX secolo. Dagli anni ’50 ha iniziato ad essere più popolare grazie alla sua bellezza e al suo aspetto slanciato. Una delle caratteristiche principali del siamese è il colore del suo manto (bianco o beige con le gambe, il muso, la coda e le orecchie scure) e i suoi occhi blu.

La testa è triangolare, la coda è molto lunga e la sua pelliccia è corta e sottile. Per quanto riguarda la personalità, si tratta di animali molto curiosi, indipendenti, mai sottomessi ma socievoli e agili per via della loro muscolatura.

5. Abissino

E’ un’altra delle razze di gatti più popolari al mondo e che attira l’attenzione per la sua eleganza e armonia nei movimenti, nonché per la sua natura gentile. Sebbene il suo nome derivi dalla nota regione dell’Etiopia, fu creato in Egitto. La denominazione deriva dal momento che il primo esemplare fu registrato durante una mostra in Inghilterra. Per un fraintendimento, si disse che era stato portato dalla regione dell’Abissinia. E’ uno dei gatti che non crescono mai, un “cucciolo eterno” che ama giocare tutto il giorno. Tenero, curioso e attivo, richiede sempre attenzioni e coccole.

gatto con occhi azzurri seduto su tronco

6. Ragdoll

Il nome tradotto significa “bambola di pezza” perché questo particolare gatto può allentare completamente i muscoli e rilassarli come se fossero “disarticolati”. È una razza originaria della California, negli Stati Uniti. Ama vivere circondato da persone e non gli piace affatto stare da solo. Non ha istinto di caccia e non reagisce al pericolo. È docile, silenzioso e ideale per un piccolo appartamento.

7. Canadian Sphynx

Non poteva mancare lo Sphynx nella nostra speciale rassegna dedicate alle razze di gatti più popolari. Come sicuramente saprete, la sua caratteristica principale è quella di non è avere peli (anche se in realtà la pelle è coperta da una sottile peluria trasparente). Ciò è dovuto alle varie mutazioni che si sono verificate nel corso della sua evoluzione. Inoltre, è molto sottile e snello. È molto dolce, amichevole, intelligente, curioso e preferisce ambienti silenziosi. È socievole e può passare ore con il suo proprietario o di fronte al caminetto, in totale relax. È molto sensibile al freddo.

Fonte dell’immagine principale: stvcr

Categorie: Curiosità Tags:
Guarda anche