Quali ossi potete dare al vostro cane?

· 25 settembre 2018
E' innegabile che il cane sia costruito, fisicamente, per mordere prede e recidere articolazioni e ossa. Ma, contemporaneamente, è innegabile che ingerirle sia altamente pericoloso.

Il dibattito sulla possibilità, o meno, di dare ossi al cane sembra non esaurirsi mai. Alcuni dicono che le ossa animali sono buone per l’igiene dentale dei cani e che, per questi formidabili amici a quattro zampe, tale “pietanza” sarebbe una vera e propria prelibatezza. Tale convinzione è dettata dal fatto che i nutrienti che si trovano nel midollo osseo sono molto utili per la salute del miglior amico dell’uomo.

Un’altra corrente di pensiero punta il dito contro gli ossi per cani, obiettando che rappresentano un pericolo mortale per questi animali. Potrebbero ferire la bocca, l’esofago o incastrarsi tra i denti. Ma cosa c’è di vero in questo? Chi ha ragione? Nel seguente articolo cercheremo di darvi una risposta più che esaustiva.

E’ possibile dare ossi al cane?

Come abbiamo detto, sono molti gli esperti che discutono su questo argomento. I sostenitori della prima tesi, secondo cui è giusto e naturale offrire ossi al proprio cane, basano la loro teoria sul legame che unisce cani e lupi. Osservando il loro passato di cacciatori, masticare e digerire le ossa delle proprie prede sarebbe qualcosa di assolutamente normale.

È noto che i lupi mangiano completamente la loro preda, compresa la pelle, in alcuni casi. Le ossa sarebbero il dessert, forse perché sono deliziose. E’ innegabile che, appena il vostro amico a quattro zampe vede un osso, anche se da lontano, spalanca gli occhi e drizza subito le orecchie.

Cane mangia un osso

Anche i difensori della seconda teoria, che ritiene sbagliato dare ossi al cane, sono però confortati da due interessanti punti di vista. In particolare:

  • Anche se è stato dimostrato che lupi e cani hanno molti elementi in comune, questi ultimi si sono evoluti attraverso il processo di domesticazione. Pertanto, il loro ritmo di vita, che è molto diverso dall’esistenza selvaggia in boschi e foreste, non richiede più un certo tipo di alimentazione. Insomma, la loro dieta dovrebbe essere diversa, più “evoluta”.
  • Persino i lupi possono soffrire di danni causati da un osso. L’unico problema è che non siamo lì per vederlo: non controlliamo ciò che succede in ambito selvaggio. Problematiche come l’asfissia o la perforazione dell’esofago o di altri organi vitali, sicuramente si presenta anche tra questi possenti predatori.
Cane con un osso in bocca sul prato

Ma allora: come si fa a scegliere da che parte stare? Il fatto è che, entrambe le teorie sono giuste e sbagliate allo stesso tempo. E’ innegabile che il cane sia costruito, fisicamente, per mordere prede e recidere articolazioni e ossa. Ma, contemporaneamente, è innegabile che ingerirle sia altamente pericoloso. Dunque, la scelta ricade solamente su di voi.

Quali ossi dare ai cani?

Quello che sappiamo è che i cani adorano mangiare ossa e questa è l’unica ‘teoria’ su cui gli esperti coincidono. La vostra decisione sarà fondamentale. Se volete viziare il vostro amico a quattro zampe, liberi di farlo. L’importante è capire che ci sono ossi più o meno pericolosi. In questo senso, diventa importante saper scegliere quali è meglio dare al vostro miglior amico.

Ossi di collo d’anatra

Questo tipo di ossa è altamente raccomandato per il suo alto valore nutrizionale e perché non comporta alcun pericolo per il vostro animale domestico. Contiene molte sostanze nutritive nella cartilagine e nel midollo. Sono molto diversi da quelli di pollo o tacchino, quindi non sarà complicato distinguerli.

Ossi di manzo

Ci sono diverse parti del corpo di questo animale che hanno ossa che faranno bene al vostro animale. Ad esempio, quelle del femore o del ginocchio hanno una grande quantità di cartilagine e nascondono anche resti di carne che il vostro cane gradirà. Anche le ossa di ginocchio di maiale sono buone.

Ossi di manzo

Ossi di pollo e di agnello

Con questi dovrete fare molta attenzione a causa delle loro piccole dimensioni e della facilità nello scheggiarsi. Prima di decidere se dare o meno questo tipo di ossi al vostro cane, parlate con il vostro veterinario di fiducia. Se vi autorizza a dargli ossi di pollo, ricordate sempre di scegliere quelli che sono più grandi e che hanno meno possibilità di rompersi. Eviterete il rischio che possano perforare o danneggiare l’intestino.

Come nel caso delle ossa di pollo, anche quelle di agnello devono essere grandi per evitare incidenti.

Gli ossi? Sempre crudi

Come avete visto, esistono degli ossi meno pericolosi che potete dare al vostro cane, sempre e quando il veterinario sia d’accordo. L’ultima raccomandazione che ci sentiamo di darvi riguarda il modo di offrire questo alimento al vostro animale domestico. Ricordate sempre che le ossa devono essere crude, mai cotte.

Infine, non perdete di vista il cane quando mastica l’osso e scegliete quelli di dimensioni più grandi, in modo che non riesca a inghiottirli di colpo, col rischio di strozzarsi. Se avete dei cani, vederli mordere un osso sarà un’esperienza divertente e lui ve ne sarà sicuramente grato.