I rischi di una cattiva alimentazione in cani e gatti

Gli effetti di una cattiva alimentazione sul vostro animale domestico possono essere estremamente dannosi. “Siamo ciò che mangiamo“: questa frase riassume un regola d’oro che sia uomini che animali dovrebbero seguire, per quanto riguarda la loro dieta quotidiana. Ma occorre tenere a mente che ogni specie ha bisogno di un’alimentazione specifica in grado di fornire nutrienti e vitamine in modo adeguato.

Un’alimentazione equilibrata per cani e gatti

Gli uomini primitivi, terminata la caccia, dividevano la carne con i primi cani domestici. Successivamente, il cibo umano cominciò a modificarsi, includendo molti altri ingredienti. Veniva somministrato agli animali da compagnia, ma l’ingestione di questi cibi cotti provocava danni al loro apparato digerente.

Ciò ha favorito l’emergere di alimenti bilanciati che offrono percentuali predefinite di nutrienti pensati appositamente per cani e gatti. E, come sapete bene, esistono oggi mangimi e pappe per differenti tipi di animali domestici, in base all’età, alla dimensione, alla razza…

un cane e un gatto mangiano assieme nella ciotola

La migliore opzione per prevenire gli effetti nocivi di una cattiva alimentazione nel vostro animale domestico è scegliere un pasto bilanciato. Dovrà soddisfare i bisogni del suo corpo. E questo tenendo conto della sua età, peso, portamento e condizioni di salute specifiche (alimenti con pochi grassi, ipoallergenici…

Vi consigliamo sempre di consultare un veterinario prima di stabilire la prima dieta solida di un cucciolo di cane o di un gattino. Soprattutto dopo lo svezzamento e anche prima di qualsiasi cambiamento a livello di pasti. Anche se avete un animale domestico più anziano.

Malnutrizione e cibo umano

Nel caso di animali che presentano evidente disidratazione e malnutrizione, è indispensabile fornire una dieta specifica per il rafforzamento del sistema immunitario. Ancora una volta l’aiuto del veterinario è l’opzione migliore.

È anche essenziale evitare di offrire pasti umani, principalmente industrializzati e artificiali. Le sostanze e i condimenti utilizzati in cucina possono causare danni al sistema digestivo, causare allergie e persino intossicazione.

Principali malattie associate ad una cattiva alimentazione

La gravità delle malattie è solitamente determinata dal grado di malnutrizione che colpisce l’animale. La sua salute peggiora se il sistema immunitario diventa più fragile: i danni sono spesso irreversibili. Ci sono 4 principali problemi associati a una cattiva alimentazione in cani e gatti:

1. Allergie

Alcune proteine ​​e acidi grassi possono causare processi allergici negli animali più sensibili. Pertanto, ci sono già diversi alimenti bilanciati ipoallergenici sul mercato. L’allergia alimentare può mostrare sintomi sulla pelle dell’animale. È il caso di arrossamenti o macchie e disturbi della capacità respiratoria. Ci sono diversi test allergici che potrete facilmente sfruttare per comprendere la situazione. È sufficiente consultare il veterinario e richiedere il suo intervento in merito.

2. Diarrea

La diarrea è il sintomo più comune dei disturbi nel sistema digestivo dell’animale. Può indicare intossicazione, allergia o presenza di parassiti intestinali. La diarrea legata all’alimentazione può derivare da un eccesso di proteine ​​o di grassi. Anche la cattiva qualità del cibo e l’errata conservazione del prodotto. Oppure l’introduzione di cibi cucinati nella dieta, con improvvisi cambi nella dieta dell’animale.

Pertanto, è necessario scegliere bene il cibo del vostro animale domestico e abituarlo gradualmente prima di cambiare qualsiasi prodotto.

3. Gastrite

Può essere causata dalla reazione agli antigeni batterici, dalla proliferazione di vermi interni e da intolleranza alimentare. Logicamente, la qualità del cibo è fondamentale. Ma è anche necessario sapere come preservare lo stato del prodotto, conservandolo in ambienti asciutti e non esposti al sole. Spesso, il cibo può essere contaminato da funghi e batteri, producendo un serio pericolo di avvelenamento.

4. Infiammazione dell’esofago

Questa è la meno frequente delle 4 malattie relative ad una cattiva alimentazione, ma è molto seria e deve essere affrontata con la dovuta attenzione. È causata principalmente dall’ingestione di ossa precedentemente cotte.

È vero che i cani hanno la capacità di digerire i resti di animali, come tutti i carnivori, ma solo quando sono crudi, nel loro stato naturale. La carne e l’osso cotti possono causare infiammazione dell’esofago.

Come prevenire una cattiva alimentazione in cani e gatti?

Prima di tutto, è necessario scegliere un buon cibo. Non sempre il più costoso è il migliore, ma quello che fornisce i nutrienti necessari per lo sviluppo.

un cane guarda il padrone prima di mangiare
Autore: Fernando Dall’Acqua

Prima di acquistare un alimento, si raccomanda di prestare molta attenzione alle tabelle nutrizionali che si trovano sul retro di scatole e imballaggi. Un cibo adatto e di qualità dovrebbe contenere proteine, lipidi, idrati moderati, fibre, vitamine e minerali. Le proporzioni dovrebbero variare in base all’età e allo stato di salute dell’animale. Esistono prodotti specifici per adulti, esemplari sterilizzati e cuccioli.

Se volete optare per un cibo più economico, un consiglio è quello di confrontare i suoi valori nutrizionali con quelli di un prodotto top di gamma. Ad ogni modo, la tutela della salute e del benessere del vostro animale domestico dovrebbe sempre avere la precedenza sul risparmio. Soprattutto perché un cane che mangia bene si ammalerà di meno, quindi ciò che investite in alimenti di qualità, eviterete di spenderlo dal veterinario.

Fonte dell’immagine principale: Conway L.

Categorie: Alimentazione Tags:
Guarda anche