Cose da sapere prima di comprare un cucciolo

Da sempre, la scelta di comprare un cucciolo, invece di adottarlo, risveglia un dibattito a cui molto difficilmente si verrà a capo. Da un lato, c’è chi difende l’adozione a tutti i costi e, dall’altro, chi ha il desiderio di tenere in casa un cane di razza.

Ciò che è indiscutibile, quando si affronta questa controversia, è che tale questione è molto importante. Non solo perché si riferisce ad un’attività commerciale che deve rispettare determinate regole, ma soprattutto perché al centro di tale mercato, ci sono degli esseri viventi.

La decisione di tenere un cucciolo va presa con convinzione. Non importa che scegliate di adottare un cane abbandonato o di acquistarne uno. In entrambi i casi, si tratta di un animale che richiede molto impegno e attenzioni, da parte vostra. Un cane non è né un peluche né un giocattolo.

Se volete acquistare un cucciolo, dovrete pensarci molto bene prima di farlo. Non si tratta dell’acquisto di un oggetto che potrete cambiare se non vi soddisfa. State accettando di prendervi cura e proteggere una vita, con tutto ciò che questo significa, nel bene e nel male.

un cucciolo beve del latte in una ciotolina

Il numero di cani abbandonati aumenta ogni giorno. È una questione che va al di là di un problema di salute pubblica: riguarda la responsabilità morale e personale. Pertanto, se state per adottare un cucciolo o se state per pagarlo, è necessario che siate pienamente convinti del passo da compiere.

La questione legale della vendita di cuccioli

L’acquisto e la vendita di animali è un business molto proficuo. Ad ogni modo, ci sono dei regolamenti che devono essere rispettati quando si commerciano cani, gatti, volatili, pesci e via discorrendo. Sia per proteggere gli acquirenti che per garantire i diritti di questi esseri viventi. Va notato che in Italia la vendita di animali da parte di privati ​​è illegale, così come quella di cuccioli senza pedigree.

Quindi, potrete acquistare il vostro nuovo amico a quattro zampe solo da un negozio autorizzato o da un allevatore. Entrambi devono rispettare le leggi che regolano questa attività nelle diverse regioni, così come rispettare i regolamenti in merito alla protezione degli animali. Insomma, sarà abbastanza semplice trovare e verificare se l’attività di queste imprese è legale e sicura.

Requisiti fondamentali per la compravendita di animali

Gli allevatori o negozi che si dedicano alla vendita di cuccioli devono rispettare una serie di requisiti di base. Vediamo quelli principali:

  • Essere registrati per l’attività di allevamento o compravendita di animali.
  • Avere condizioni sanitarie adatte a garantire il benessere degli esseri viventi che vi abitano. Soddisfare questo requisito converte la struttura in un nucleo zoologico.
  • Avere personale qualificato e preparato per prendersi cura e soddisfare i bisogni degli animali.
  • Possedere tutte le licenze corrispondenti e i permessi necessari, rilasciati da organi istituzionali come comune, provincia, regione.

La vendita di animali senza i relativi permessi può essere punita con multe anche molto salate, fino a 20.000 euro. Le sanzioni dipendono dalle contingenze di ogni singolo caso.

Prendersi cura di un cucciolo appena comprato

Se volete comprare un cucciolo, dovrete farlo recandovi presso un allevatore o una struttura ufficiale. Vi consigliamo di informarvi a fondo sulle persone con cui avrete a che fare, prima di effettuare l’acquisto. Assicuratevi che il luogo in cui si trovano i cuccioli soddisfi le corrispondenti condizioni sanitarie. Dovrete sempre dubitare di quei centri che non vi permettono di visitare, personalmente, le loro strutture.

un piccolo cane in giardino sotto la mano del padrone

Conservate sempre la fattura di acquisto e la garanzia legale che vi tutelerà nel caso in cui il cucciolo sia malato. Le informazioni del venditore, l’importo pagato, la descrizione e la razza del cane devono apparire sul conto.

In aggiunta, dovrete richiedere il certificato veterinario in cui devono essere registrati i vaccini e il trattamento antiparassitario realizzati sul cucciolo. Questo documento serve per confermare lo stato di salute in cui l’animale è stato acquistato. Inoltre, servirà anche il certificato di pedigree o l’impegno del negozio di fornirvelo in tempi brevi, qualora non lo avesse già disponibile.

Un altro aspetto molto importante è quello di portare il cucciolo dal veterinario il prima possibile, in modo che possiate far valere i vostri diritti in caso di irregolarità. Se il cucciolo è malato, il negozio deve sostenere i costi per le cure.

Va notato che il venditore è tenuto a fornire anche un determinato tipo di identificazione dell’animale. Come per esempio l’utilizzo del microchip, obbligatorio per legge.

Cosa fare nel caso di un venditore illegale?

L’acquisto di un cucciolo da persone che non sono legalmente autorizzate rappresenta un rischio elevato. Se, quando state cercando una struttura per comprare un cagnolino, vi imbattete in situazioni poco chiare o abusive, sarà vostro dovere denunciarle presso le autorità competenti.

Può darsi che qualche stabilimento sia autorizzato per la vendita di cuccioli, ma che non sia conforme rispetto a determinati standard. In questo caso, anche le autorità dovrebbero essere informate della situazione. In parole povere, avere il coraggio di denunciare la vendita illegale di cuccioli consentirà di salvarli da possibili abusi.

Categorie: Consigli Tags:
Guarda anche