Sapevate che i gatti si lavano in un certo ordine?

Il fatto che i gatti si puliscano frequentemente con la loro lingua non significa che si possa ignorare una pulizia periodica a fondo dell'animale. 
 

I gatti sono animali particolari sotto vari aspetti. Per esempio, quando si lavano, è curioso sapere che seguono un ordine e dei passaggi specifici, e che quello che potrebbe sembrare un semplice gesto igienico è in realtà un autentico rituale.

L’ordine in cui si lavano i gatti è importante in quanto così facendo contribuiscono ad eliminare polvere e sporcizia, distenderono il sebo naturale della pelle e mantengono brillante il pelo.

Per questo, anche dopo che gli avete fatto un bel bagnetto, il vostro gatto riprenderà la sua routine giornaliera, leccandosi più volte in un giorno.

Alcuni proprietari interpretano questo gesto dell’animale come un segnale del fatto che è nervoso. In realtà, è interessante sapere che i gatti che si lavano periodicamente dimostrano di avere a cuore la propria apparenza e igiene personale; dal punto di vista emotivo, questo è un segnale che stanno bene.

C’è di più, quando due o più gatti vivono insieme, si leccano a vicenda in segno d’affetto. E voi sapevate che i gatti si lavano in un certo ordine?

I gatti si lavano seguendo un ordine specifico

 

Proprio come ciascuno di noi ha una routine di igiene personale giornaliera, ogni gatto ha il suo rituale stabilito in funzione di come si trova meglio o semplicemente per comodità.

La maggior parte dei gatti segue un ordine molto simile, a volte leggermente personalizzato. Per prima cosa inumidiscono una delle zampe anteriori per strofinarsi la testa, gli occhi, le orecchie, le guance e il mento. Di seguito fanno lo stesso con l’altra zampa, pulendo il lato opposto.

i gatti si lavano in un certo ordine, cominciando dalla testa

Il gatto si leccherà anche dopo aver fatto il bagnetto. Ciò non significa che si senta sporco o unto. I motivi del suo rituale sono altri.

Di seguito i gatti iniziano a leccarsi il collo, le zampe anteriori, i fianchi e l’addome. Questa è la fase in cui possono esserci più variazioni tra un gatto e un altro, sebbene di solito tendono a seguire un ordine dall’alto al basso. In fine procedono a lavarsi il ventre, la zona genitale,  le zampe posteriori e la coda fino all’estremità più lontana.

Il tempo dedicato a ciascuna zona o l’intensità delle leccate dipende da ciascun animale. Attenzione, esistono casi in cui questa pratica può essere il sintomo di un disturbo compulsivo che richiederà l’intervento di un veterinario o di un etologo.

 

Se il vostro gatto tende a leccarsi con troppa frequenza, potrebbe significare che sta vivendo un periodo di grande tensione, stress o paura, che lo spinge a trovare una routine tramite cui riequilibrarsi a livello emotivo.

Questo tipo di comportamento ossessivo deve essere necessariamente trattato, sia per la salute mentale del gatto, sia per prevenire lesioni cutanee, abrasioni o alopecie dovute all’eccessivo raspare. 

L’igiene del gatto non sostituisce il bagnetto

Anche se i gatti si lavano giornalmente, la loro saliva non è sufficiente ad eliminare tutta la sporcizia, soprattutto se passano lunghi periodi fuori casa. Per questo si consiglia di effettuare periodicamente una pulizia profonda dell’animale.

micio sotto la doccia

Si sa che in generale i gatti sentono avversione per l’acqua, dunque far loro il bagnetto potrebbe non essere un’esperienza tutta rose e fiori. Per facilitare la loro igiene, esistono shampoo per il lavaggio a secco da acquistare nei negozi specializzati. Nei casi in cui l’animale non ha quasi nessun contatto con l’esterno, sarà sufficiente usare questo tipo di prodotti oltre a spazzolarli per eliminare nodi, polvere e peli morti.

Se invece il vostro animale scappa o esce di casa di frequente, specialmente in inverno, sarà necessario fargli un bagnetto con acqua e sapone. In questi casi dovrete armarvi di pazienza, calma e amore per rendere l’esperienza più piacevole per entrambi.

 

  • Feline International. Feline Grooming. (S.f). Recuperado de https://catsinternational.org/feline-grooming/
  • Purina One. Cada cuanto puedo bañar a mi gato. (S.f). Recuperado de https://www.purina.es/gato/purina-one/articulos/adulto/cuidados-higiene/cada-cuanto-puedo-banar-a-mi-gato
  • Shojai, A. (2019). The Spruce Pets. Understanding Why Cats Groom Themselves. Recuperado de https://www.thesprucepets.com/understanding-cat-grooming-553960