Come scegliere un cavallo nel modo giusto?

· 9 aprile 2018

Senza dubbio, comprare un cavallo rappresenta una grande responsabilità. Non solo richiede denaro, ma anche tempo e dedizione a lungo termine. Per questo motivo, quando si sta per sceglierne uno, è necessario prendere in considerazione una serie di punti critici. Così da limitare al massimo i rischi ed evitare di fare una cattiva scelta. Cosa bisogna sapere se si vuole comprare un cavallo? Quali sono le cose che bisogna controllare? Ecco una guida dettagliata che vi aiuterà a scegliere un cavallo nel modo corretto.

Passi essenziali per scegliere un cavallo

Valutate responsabilità e costi

In primo luogo, e anche se sembra una banale questione di buon senso, dovete essere veramente convinti e disposti ad acquisire un cavallo. Questo perché è un animale che vive intorno ai 25-30 anni e ha bisogno di molta dedicazione. Per mantenerlo in buone condizioni, per farlo esercitare, per nutrirlo, curarlo e interagire con lui. E anche per stabilire un legame di fiducia.

un cavallo marrone passeggia all'aria aperta

Prima di recarvi da un allevatore e iniziare a scegliere il vostro eventuale nuovo cavallo, dovrete valutare tutta una serie di aspetti ben concreti. Cercate di porvi le seguenti questioni:

  • Per quale scopo viene acquisito. Da questo punto dipenderà il tipo di animale che dovrete cercare e le sue caratteristiche. Non è la stessa cosa prendere un cavallo da corsa rispetto a un cavallo da lavoro o che solo userete per andare poche volte a passeggio.
  • Disponibilità di tempo: ne avete abbastanza?
  • Investimento economico: dovrete far fronte al costo della manutenzione (cibo e supplementi), al costo dell’addestramento, alle visite dal veterinario e all’acquisto di medicinali, al costo degli accessori (finimenti, selle) oltre che all’affitto di una stalla o box se non ne avete uno vostro.
  • Spazio sufficiente: non potrete tenere un cavallo dentro casa, quindi l’acquisto è per chi possiede una zona verde sufficientemente grande o ha la possibilità di costruire o allestire una stalla.
  • Un amico esperto: è importante poter contare su un amico veterinario o addestratore a cui poter chiedere di vedere l’animale e che potrà avvisarvi di eventuali problemi che facilmente sfuggirebbero alla vostra vista.
  • Passione: avere un cavallo richiede molti sacrifici, domandatevi se avete davvero una passione così grande per poterne avere uno. Altrimenti, ricordate che potrete sempre togliervi lo sfizio con delle passeggiate settimanali o mensili in qualsiasi maneggio.

Gradi di preparazione

Se avete deciso di comprare un cavallo, sicuramente già conoscete questo tipo di animale e, molto probabilmente, già sapete montare. L’ideale è padroneggiare le tecniche di gestione di base. O sul campo o sulla pista, come nel posizionamento delle attrezzature e della toelettatura dell’animale. Cercate di sviluppare queste conoscenze prima, anche con altri cavalli, in modo da poter essere autonomi nella gestione dell’animale.

Siate umili, fatevi consigliare da un esperto

  • Sia nella fase anteriore alla scelta di un cavallo (per sapere quale razza è la più appropriata), sia al momento dell’acquisto, è importante poter contare sull’opinione di un professionista qualificato. Meglio se è una persona amica o un conoscente di fiducia. Non si tratta solo di evitare truffe e raggiri ma, soprattutto, di ricevere un consiglio obiettivo circa il tipo di animale, caratteristiche ed eventuali problematiche che potrebbero affiorare in un secondo momento.

Che tipo di cavallo scegliere

  • Razza: analizzate le caratteristiche delle razze prima di decidere. Conoscete il suo temperamento, se è calmo o nervoso, ecc. La cosa migliore per una prima esperienza è cercare una razza versatile. Una che non limiti le possibilità di avanzare in varie discipline. Gli esemplari da sport possono andare più che bene.

Nel caso in cui cerchiate un cavallo per la campagna, l’ideale è un esemplare meticcio cresciuto in zona.

  • Sesso: le femmine o i maschi castrati sono più tranquilli degli stalloni. Sono ideali per cavalcare e camminare, fare dressage e altre attività che non richiedono un’usura eccessiva.
  • Età: se è la prima volta che comprare un cavallo, vi raccomandiamo un esemplare di circa 8 anni già domato. Mai un puledro, dal momento che richiede moltissima esperienza. Se state cercando un esemplare da competizione, ricordate che dopo i 5 anni l’animale è considerato maturo. Da lì può essere utilizzato per le competizioni.

Processo di selezione

Una volta fatte tutte queste considerazioni preliminari, è importante farsi guidare nel processo di acquisto e di vendita. Ciò significa anche cercare e conoscere i luoghi dove sarà possibile acquistare il vostro cavallo per poter capire quali esemplari è possibile trovare sul mercato.

Vi consigliamo di consultare un professionista. E’ probabile che abbia i contatti o sappia darvi informazioni dettagliate su chi vende e dove. Persone che lavorano presso enti o federazioni equestri, che personalmente possiedono dei cavalli, se sono istruttori o domatori… Sarà fondamentale conoscere le persone direttamente e ascoltare i giudizi di tutti, in modo da arrivare alla migliore decisione possibile.

Cosa osservare quando si sceglie un cavallo?

Una volta che avete trovato un numero ristretto di cavalli che soddisfano i requisiti per voi indispensabili, è importante avvicinarsi all’allevamento e osservare il loro comportamento in diverse situazioni. Mentre fate ciò, vi consigliamo di valutare questi elementi fondamentali:

cavallo baio corre al tramonto

  • Aspetto fisico del cavallo: osservate se sembra sano, guardate le sue gambe, gli occhi, il muso e le orecchie.
  • Chiedete al proprietario di farlo visitare dal vostro veterinario di fiducia.
  • Personalità: controllate da vicino il suo carattere e temperamento. È sempre meglio preferire un animale calmo e intelligente.
  • Attenzione al nervosismo: se in una situazione familiare non appare calmo, morde o mostra comportamenti aggressivi e ansiosi, è meglio lasciar stare.
  • Controllate i documenti ufficiali dell’animale.
  • Fate attenzione ad offerte o opzioni eccessivamente favorevoli pensate per nascondere vizi e problematiche anche piuttosto gravi.

Provate l’animale prima della scelta definitiva

Organizzate con il venditore o l’allevatore un incontro per poter valutare da vicino il cavallo. Non esitate a offrire del denaro, in cambio di qualche ora da passare assieme al vostro nuovo amico. Ciò vi servirà non solamente per provarlo alla sella, ma anche per capire se esiste un certo feeling con l’animale.

Visita di controllo dal veterinario

Una volta che il cavallo è stato selezionato, e prima di effettuare l’acquisto, fate eseguire una visita medica completa dal vostro veterinario. Questo è davvero l’ultimo passo che vi separa dalla possibilità di correre al galoppo in sella al vostro nuovo e bellissimo cavallo.

Fonte dell’immagine principale: Daniela Aguilar