Scoiattolo volpe: habitat e caratteristiche

Lo scoiattolo volpe è un roditore grande, appariscente e molto agile sugli alberi, a terra e in acqua. Scoprite di più sulla loro biologia e comportamento.
Scoiattolo volpe: habitat e caratteristiche

Ultimo aggiornamento: 04 novembre, 2021

Lo scoiattolo volpe è considerato il più grande del Nord America ed ha una coda lunga e folta, oltre ad una tonalità dei colori del mantello molto varia (arancione, gialla, dorata e rossastra), che lo rendono un animale molto appariscente. Passa la giornata tra gli alberi, ma l‘abilità e astuzia di questo animale non vengono meno quando si trova sul suolo, motivo per cui non cade facilmente vittima dei suoi predatori.

Questo roditore è comunemente chiamato scoiattolo volpe orientale ed è conosciuto nella comunità scientifica come Sciurus niger. Inoltre, è suddiviso in 10 sottospecie che presentano discrepanze di colore, tra gli altri aspetti. Continuate a leggere per conoscere a fondo tutte le caratteristiche e lo stile di vita di questo spettacolare animale.

Habitat e distribuzione dello scoiattolo volpe

L’area di distribuzione dello scoiattolo volpe corrisponde a tutti gli Stati Uniti orientali e centrali, motivo per cui la parola orientale viene aggiunta al suo nome comune. Attualmente si è diffuso al nord e nelle praterie del Canada meridionale, oltre che in alcune località del Messico. È stato anche introdotto negli spazi urbani negli Stati Uniti occidentali.

I loro habitat includono vari tipi di foreste, come latifoglie e miste. Inoltre, questi roditori preferiscono colonizzare gli alberi con frutti di cui possono nutrirsi. Quelli per cui esprimono preferenza sono roveri, noci e pini. Usano i fori nei tronchi come rifugio.

Uno scoiattolo grigio su un albero.

Caratteristiche fisiche dello scoiattolo volpe

Lo Sciurus niger ha una certa somiglianza con lo scoiattolo grigio, ma può essere facilmente distinto perché più grande (questo  è l’aspetto più importante della specie), per questo motivo fino ad ora detiene il titolo di scoiattolo più grande del Nord America. La sua taglia minima è di 45 centimetri, mentre la più alta registrata è di 70 (con una media di 60). La coda aggiunge 20 o 30 centimetri alla sua lunghezza.

Le grandi dimensioni di questo scoiattolo gli conferiscono anche un peso notevole, con un massimo di 1,3 chilogrammi e un minimo di 0,5. La sua massa media è di 0,8 chili. Femmine e maschi non presentano differenze osservabili, quindi non c’è dimorfismo sessuale nella specie.

Le colorazioni di questi scoiattoli sono le caratteristiche più variabili e ogni sottospecie ha le sue sfumature. Le sfumature del mantello variano tra il grigio, il giallo, l’oro, il rame e il rossastro. Mostrano anche una colorazione nera nella zona dorsale, mentre quella del ventre è rossastra.

In questa specie si verifica il fenomeno del melanismo, per cui si possono trovare scoiattoli volpe completamente neri. Questo aspetto è più comune negli esemplari diffusi maggiormente verso sud-est, mentre l’albinismo è insolito o molto raro.

Comportamento

Questo scoiattolo è arboreo e la sua vita scorre tra gli alberi, nei quali cerca cibo o si rifugia. In genere è un animale che preferisce il foraggiamento solitario, tranne durante i periodi degli amori, durante i quali diversi maschi inseguono una femmina.

Gli scoiattoli volpe possono muoversi non solo sugli alberi, ma anche a terra senza problemi. Inoltre ci sono avvistamenti di esemplari che nuotano senza difficoltà. La durata della vita in natura è molto varia (va da pochi mesi a più di 10 anni), ma in cattività si estende fino a 18 anni.

Periodo di attività

Questi roditori svolgono la maggior parte delle loro attività durante il giorno. Durante questo periodo si occupano della ricerca del cibo, quindi si spostano da un luogo all’altro e hanno un’elevata capacità di dispersione.

Accumulatori di successo

Un’usanza particolare di questo tipo di animale è quella di conservare le provviste di cibo per l’inverno. Pertanto, scava buche e sotterra la frutta secca a una profondità di circa 2 centimetri (o la copre con il fogliame).

Questa azione degli scoiattoli contribuisce alla germinazione di nuovi alberi, poiché può capitare che dimentichino il luogo di conservazione dei frutti.

Comunicazione

Questi scoiattoli comunicano abilmente tramite gemiti, urla, clic e anche tramite l’olfatto per mezzo di segni di urina. Di solito emettono suoni distintivi durante l’accoppiamento.

Alimentazione dello scoiattolo volpe orientale

La dieta di questo roditore è costituita da una grande percentuale di alimenti di origine vegetale. Può consumare fiori e germogli degli alberi in cui vive (faggio americano, pino lungo, quercia, leccio e noce, tra gli altri).

Questo scoiattolo ama mangiare la frutta secca di questi alberi, comprese le noci.

Per integrare la loro dieta, questi mammiferi possono catturare alcuni insetti e anche uccelli (e le loro uova), sebbene la percentuale di consumo animale sia molto più bassa. La dieta varia in base alla disponibilità di risorse in ogni stagione. Questo roditore può essere considerato onnivoro per la sua versatilità quando si tratta di mangiare.

Riproduzione

La riproduzione dello scoiattolo è vivipara. Il processo non ha una stagione o un momento specifico, ma può verificarsi in qualsiasi momento dell’anno. I mesi ad alto tasso riproduttivo sono quelli compresi tra novembre e febbraio e tra aprile e luglio, con picchi massimi a dicembre e giugno. Vediamo i dettagli del corteggiamento, dell’accoppiamento, della gestazione e del comportamento riproduttivo della specie.

Corteggiamento e copulazione dello scoiattolo volpe

Quando inizia il caldo, diversi maschi si avvicinano alla femmina e la inseguono. Competono e combattono tra loro per ottenere un posto in cima alla gerarchia e l’accesso alla riproduzione. Quando si affrontano, i maschi adottano una postura eretta con rapidi colpi di coda. Un altro aspetto da evidenziare è che questa specie è poligama, cioè le femmine si accoppiano con compagni diversi.

Periodo di gestazione e prole

Il periodo di gestazione di questo esemplare non supera i 45 giorni. In media nascono 3 piccoli per cucciolata, con record massimi fino a 7 scoiattoli in un singolo parto. I cuccioli sono indifesi, hanno bisogno che la madre li nutra con il suo latte e questa nutrizione dura fino a 8 settimane. Il maschio non contribuisce alla cura della prole.

La maturità sessuale di questi roditori viene raggiunta agli 8 mesi di età per le femmine, mentre nei maschi è più tardiva e avviene tra gli 8 e gli 11 mesi. In genere le femmine fanno la loro prima cucciolata dopo aver superato 1 anno di vita e in base alla disponibilità di cibo possono verificarsi 2 parti all’anno.

Stato di conservazione

Lo scoiattolo volpe orientale ha una buona diffusione negli Stati Uniti, quindi la sua classificazione secondo l’ Unione mondiale per la conservazione della natura (IUCN) è di “popolazione stabile”. Tuttavia, alcune sottospecie hanno subito la perdita dell’habitat e una caccia estensiva, con conseguente declino del numero di esemplari.

Uno scoiattolo grigio su un albero.

In sintesi, lo scoiattolo volpe è il rappresentante del suo gruppo più numeroso che abita il Nord America e presenta schemi cromatici diversi a seconda della sottospecie analizzata. È un agile roditore tra gli alberi e un eccellente nuotatore con una vita molto interessante.

Potrebbe interessarti ...
Il ruolo dello scoiattolo grigio nella rigenerazione delle foreste
I Miei Animali
Leggi in I Miei Animali
Il ruolo dello scoiattolo grigio nella rigenerazione delle foreste

Il ruolo dello scoiattolo grigio nella rigenerazione delle foreste è fondamentale perché seleziona e seppellisce i semi nel terreno.



  • Koproswki, J. (1994). Sciurus niger. Mammalian species, 479, 1-9.
  • Linzey, A.V., Timm, R., Emmons, L. & Reid, F. 2016. Sciurus niger (errata version published in 2017). The IUCN Red List of Threatened Species 2016: e.T20016A115155257.
  • Perkins, M. W., & Conner, L. M. (2004). Habitat Use of Fox Squirrels in Southwestern Georgia. The Journal of Wildlife Management, 68(3), 509–513. http://www.jstor.org/stable/3803383
  • Sciurus niger, Animal Diversity Web (ADW). Recogido a 29 de octubre en: https://animaldiversity.org/accounts/Sciurus_niger/
  • Trauth, S., & Jamieson, D. (1997). Swimming Behavior in the Fox Squirrel, Sciurus niger (Rodentia: Sciuridae), from
    Northeastern Arkansas. Journal of the Arkansas Academy of Science, 51(38), 213-214.
  • Valdés, M. (2003). Las ardillas de México. Biodiversitas, 8(51), 1-7.