Scopriamo le migliori razze di Levriero

26 marzo 2018

In questo articolo vi guideremo alla scoperta delle migliori razze di Levriero. Sicuramente, più di una volta, ne avrete sentito parlare. Sono esemplari con un aspetto davvero unico e particolare e una corporatura sottile e molto aerodinamica. Possono infatti raggiungere grandi velocità: dai 40 km/h del Piccolo Levriero Italiano, fino ai 70 km/h del Greyhound, passando per i 64 km/h dell’Azawakh. Sono dotati di una vista molto acuta e siamo certi che vi interesserà sapere più cose su di loro.

Quanti tipi di Levrieri ci sono al mondo?

In passato, i Levrieri venivano usati principalmente per cacciare conigli e lepri, sfruttando la loro velocità e agilità. Con il tempo, grazie all’abolizione delle corse tra cani e le limitazioni della caccia, sono diventati degli eccellenti cani da compagnia.

Secondo lo standard approvato dalla FCI (Fédération cynologique internationale), esistono 12 razze di levriero nel mondo. Esistono 3 tipi di Levriero, per quanto riguarda il pelo (lungo, corto e duro). Una delle loro principali caratteristiche è che hanno un cranio dolgiocefalico (che consente una visione più ampia). Dopo questa breve introduzione, ecco a voi le migliori razze di Levriero:

un levriero afgano sdraiato all'aria aperta

1. Levriero afgano

È una delle razze più famose al mondo e, come suggerisce il nome, viene dall’Afghanistan. Questo animale ha un corpo lungo, sottile, con un manto setoso. Deve la sua origine all’incrocio con i cani Saluki che provenivano dalla Persia. Si ritiene che i primi Levrieri afghani siano nati nell’anno 1000 a.C. Da allora è stato usato come cane da caccia. Di solito è molto indipendente, veloce e vince molti concorsi di bellezza grazie al caratteristico pelo.

2. Levriero russo (Borzoi)

Questa razza di levrieri fu sviluppata in Russia e discende dal Levriero arabo, sebbene assomigli anche al Cane da pastore del Caucaso. È stato creato per cacciare lepri e lottare contro i lupi. Per secoli è stato scelto da famiglie nobili e persino dallo Zar. Il Granduca Nicola era un noto fan dei Borzoi. Di corpo agile, coda lunga e curva, pelo setoso e testa allungata, potete trovarlo in vari colori, sempre però con una base bianca e macchie gialle, rosse, grigie, tabby (tigrato) o arancione.

3. Levriero persiano (Saluki)

È conosciuto come “il vero cane d’Egitto” ed è uno dei più antichi ancora in vita. Si ritiene che sia una delle razze di cani levrieri che discendono dai lupi del deserto dell Sahara. I beduini lo apprezzano e lo impiegavano per cacciare gazzelle e anche come animale domestico. Di solito è abbastanza indipendente e ha bisogno di un addestramento precoce per essere gentile e affettuoso. Con testa e corpo allungati, le orecchie cadenti, la coda lunga e curva e il torace profondo, il Saluki può avere due tipi di mantello: liscio o “piumato”.

4. Levriero irlandese

Viene anche chiamato Wolf Hunter ed era impiegato per cacciare e sorvegliare proprietà e tenute. È imparentato con il Levriero scozzese ed è la seconda razza più alta al mondo, dopo l’alano (anche se quest’ultimo lo batte per essere più robusto). I peli del Levriero irlandese sono forti e spessi, di colore fulvo, grigio, tabby, rosso, nero o bianco. È un animale molto docile e va molto d’accordo con i bambini.

5. Levriero spagnolo

I levrieri in questo paese sono conosciuti come “galgos”, una parola che deriva dal latino Gallicus, che significa, appunto, Gallia. È una razza pura che nel tempo non è stata incrociata con altri levrieri. Può raggiungere una velocità di circa 70 km l’ora. Ha un manto corto, con peli sottili e lisci, torace voluminoso e zampe lunghe e snelle. Negli ultimi anni è diventato uno dei cani levrieri più popolari come animali da compagnia.

galgo spagnolo seduto sull'asfalto

6. Levriero arabo (Sloughi)

Lo Sloughi è uno dei più interessanti tipi di levriero al mondo. La sua terra d’origine è il Nord Africa e oggi è principalmente presente in Marocco, Tunisia, Libia e Algeria. È un ottimo cacciatore e cane da guardia. E’ un animale a pelo corto con orecchie cadenti e un’espressione “malinconica”. Possiede occhi color ambra e ha una struttura molto leggera. La sua energia sembra non finire mai. Ha una visione forte e compatta. Intelligente, attento, sensibile e fedele al suo proprietario, lo Sloughi di solito gode di un’ottima salute.

7. Levriero maliano (Azawakh)

Concludiamo questa bella rassegna dedicata alle migliori razze di Levriero, con il secondo levriero proveniente dall’Africa. Paesi come il Niger, il Mali e il Burkina Faso hanno dato i natali all’esotico Azawakh. Era tradizionalmente usato dai nomadi del deserto per cacciare gazzelle. Con la testa allungata, il naso nero e le narici aperte, gli occhi grandi, le orecchie triangolari e la coda curva, il Levriero maliano è leale, attento e affettuoso con la sua famiglia. Può essere abbastanza territoriale e un po’ diffidente con gli estranei.

Fonte dell’immagine principale: Pleple2000.

Guarda anche