Quali sono le specie proibite come animali domestici?

· 31 ottobre 2018
Vi parleremo delle specie proibite come animali domestici. Ovvero di quegli esemplari che non dovrebbero mai essere tenuti in casa.

A tutti piacciono gli animali ma, a volte, il desiderio di tenere dentro casa un essere vivente è più un capriccio che una vera passione per la natura. Oltre a cani, gatti, pesci e piccoli volatili, esistono una gran varietà di altri animali che non sono adatti alla vita in cattività. Oggi, quindi, vi parleremo delle specie proibite come animali domestici. Ovvero di quegli esemplari che non dovrebbero mai essere tenuti in casa.

Non molto tempo fa, in una grande città europea, un ragazzo venne morso da un serpente che un amico teneva nel suo appartamento.

Una volta in ospedale, i dottori capirono che si trattava di un serpente a sonagli, che in nessun modo può essere tenuto come animale domestico.

Ogni giorno i mezzi di comunicazione ci forniscono notizie allarmanti relative a casi come questi. Spesso producono morti improvvise o, comunque, rappresentano un grave rischio per le persone che incautamente decidono di portare a casa specie proibite come animali domestici. Ecco perché è importante informare le persone sui rischi di simili esperienze.

Specie proibite come animali domestici

Tigri e leoni

A causa della distruzione del loro habitat e, soprattutto, per la caccia e il bracconaggio, tigri e leoni sono in pericolo di estinzione. Sono animali carnivori, eccellenti predatori e con uno spirito selvaggio davvero indomito. Potrebbero attaccare voi o un altro membro della vostra famiglia in qualsiasi momento.

Inoltre, questi animali appartengono spesso a paesi in via di sviluppo o semplicemente terzomondisti, il che significa che possono trasmettere malattie contagiose e addirittura incurabili.

A volte è possibile vedere VIP e personaggi famosi che si circondano di questi grandi felini. Oltre a correre rischi inutili, costringono questi stupendi animali a una vita di sofferenze e lontano dal proprio habitat. Per non parlare degli enormi costi che ciò comporta, a partire dall’alimentazione, le cure mediche e, ovviamente, misure preventive di sicurezza.

Procione

Molti si sorprenderanno di trovare anche il procione in questa lista, poiché fino a qualche anno fa era possibile comprarlo in alcuni paesi europei, come la Spagna, per esempio.

Tuttavia, il fatto che sia una delle specie proibite deriva da due elementi. Anzitutto può trasmettere la rabbia con il suo morso.

Inoltre, se fugge o ottiene la libertà, causa seri danni al nostro ecosistema europeo, essendo una delle specie invasive più distruttive del pianeta.

Procione esce dal cassonetto della spazzatura

Molte famiglie, non a caso, una volta verificato che i procioni non sono adatti alla vista domestica, hanno deciso di abbandonarli o liberarli in modo assolutamente superficiale.

Oggi la popolazione di questo mammifero continua a crescere a ritmi esponenziali e sta portando all’estinzione diversi tipi di animali endemici del Vecchio Continente.

Cercoletto tra specie proibite come animali domestici

Chiamato anche kinkajou, si tratta di un animale carnivoro dell’America centrale e meridionale. È un mammifero molto aggressivo e può rappresentare una minaccia per i suoi proprietari e per coloro che lo circondano. Anche se foste disposti a pagare tutto l’oro del mondo, in nessun modo potreste prenderne uno come animale domestico.

Esemplare di kinkajou tenuto in braccio

La famosa ereditiera Paris Hilton riuscì a ottenerne uno dal mercato nero. Fortunatamente, le autorità degli Stati Uniti l’hanno costretta a restituirlo. La detenzione del cercoletto è infatti assolutamente illegale.

Tartaruga di terra

E’ nota anche come “testuggine di Hermann”. Alcuni decidono semplicemente, quando trovano un animale, di portarlo a casa per tenerselo come animale domestico.

Questo in alcuni casi è un crimine, come nel caso delle tartarughe di terra.

Tartaruga cammina sulla sabbia

Quando si ammalano o hanno bisogno di un vaccino, i proprietari le portano dal veterinario. Ma invece di tornare a casa con l’animale curato, vengono denunciati alle Forze dell’Ordine, dal momento che si tratta di una specie in via d’estinzione.

Anfibi e rettili tra specie proibite come animali domestici

Coloro che amano i serpenti, le lucertole e i rospi, o altri membri di queste specie, devono tenere presente che esiste una lunga lista di specie proibite.

Potete trovare questo elenco ufficiale direttamente nel sito web del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare.

Non solo eviterete multe salate ma potrete dare una mano a segnalare tutti quegli animali che vengono tenuti nelle case, in modo del tutto illegale. Con seri rischi per la specie ma anche per le persone stesse.

Rospo

Se state pensando di acquistare un animale diverso da un cane, un gatto, un criceto o un pesce, assicuratevi che non si tratti di una specie proibita. Tenere come animale domestico un esemplare a rischio di estinzione, raro o inadatto al nostro habitat, può produrre conseguenze gravissime per tutti.

Ricordate che oltre alle infrazioni per aver commesso un crimine, c’è il pericolo che l’animale possa ferire un membro della famiglia o un conoscente. Senza dimenticare le possibili conseguenze dannose per l’ecosistema locale.