Storno di Bali: un bellissimo uccello a rischio di estinzione

Lo storno di Bali è un bellissimo uccello con caratteristiche molto sorprendenti. Purtroppo, la sua popolazione selvatica è sull'orlo dell'estinzione.
Storno di Bali: un bellissimo uccello a rischio di estinzione

Ultimo aggiornamento: 28 febbraio, 2021

Lo storno di Bali (Leucopsar rothschildi) è un uccello affascinante e delicato che purtroppo è in pericolo critico. Infatti, dal 1995 le popolazioni selvatiche di questa specie sono in costante declino e, di conseguenza, si stima che ci siano meno di 100 esemplari in natura.

Il commercio illegale di questa specie l’ha portata sull’orlo dell’estinzione durante gli anni ottanta. Tuttavia, molte organizzazioni hanno promosso programmi di allevamento in cattività per evitare di perdere per sempre questo affascinante uccello. Se volete saperne di più su questo bellissimo uccello quasi estinto, continuate a leggere.

Caratteristiche fisiche dello storno di Bali

Lo storno di Bali è un uccello dell’ordine dei Passeriformi, cioè il gruppo di uccelli canori di cui fa parte più della metà delle specie di uccelli del mondo. Questo animale è originario dell’isola di Bali (Indonesia), dove è l’unica specie vertebrata endemica di tutta la regione.

Nella seguente lista presentiamo alcune delle caratteristiche più sorprendenti di questo animale. Tra le varie, evidenziamo le seguenti:

  • È un uccello medio-grande. Misura circa 25 centimetri di lunghezza totale.
  • Ha un colore bianco come la neve, con una pelle blu che risalta intorno agli occhi e alle gambe.
  • Questa specie ha una sorprendente cresta cefalica cadente fatta di piume, che può essere sollevata come segnale comunicativo tra i vari esemplari.
  • Sono uccelli onnivori e si nutrono di frutta, semi, insetti e vermi.
Storno di bali curioso.

Una situazione critica

Purtroppo, la cosa più sorprendente dello storno di Bali è il suo precario stato di conservazione. Secondo l’Unione Internazionale per la Conservazione della Natura (IUCN) questa specie è “Criticamente in pericolo (CR)”, con meno di 100 rappresentanti vivi in natura. Questo uccello è sull’orlo dell’estinzione per quattro ragioni principali:

  1. Una dimensione della popolazione preoccupantemente bassa.
  2. La sua popolazione è limitata a un’area geografica molto piccola.
  3. La caccia illegale, dal momento che il suo commercio nel mercato nero ha significato la quasi scomparsa della specie negli anni ottanta. Nel 1990 si stimava che ci fossero solo 12-18 individui in natura.
  4. Una diminuzione del suo habitat naturale dovuta al cambiamento climatico e alle attività antropiche.

Di tutte queste ragioni, quella in cui si deve intervenire nell’immediato è il suo commercio illegale. Per questo motivo, lo storno di Bali è elencato nella Convenzione sul commercio internazionale delle specie minacciate di estinzione (CITES).

Ciò significa che il commercio di esemplari selvatici di questa specie è assolutamente vietato. In aggiunta a questo, il mantenimento di storni di Bali allevati in cattività non è consentito, a meno che non venga presentato un permesso legale per l’allevamento in un bioparco.

Speranza per lo storno di Bali

Comunque, non ci sono solo cattive notizie, dato che attualmente si stima che ci siano circa 700-1000 esemplari di storni di Bali allevati in cattività. Tuttavia, la vera sfida è nell’introdurli con successo in natura.

Diverse fondazioni hanno organizzato programmi per mantenere questa specie. Inoltre, molti ornitologi e biologi hanno preso coscienza della situazione di questo animale e hanno deciso di impegnarsi attivamente per la preservazione di questa specie.

Ad esempio, durante il 2014 la Fondazione Begawan ha introdotto alcuni esemplari nel loro ambiente naturale. Questo evento ebbe un certo richiamo mediatico, poiché la famosa primatologa Jane Goodall liberò uno di questi uccelli con le sue stesse mani. 

Questi atti simbolici danno speranza per il futuro dello storno di Bali, ma c’è ancora molto lavoro da fare. Per esempio, degli uccelli allevati in cattività, si stima che ne siano venduti sul mercato nero il doppio rispetto a quelli presenti nelle riserve naturali. Purtroppo, finché la gente non sarà consapevole della situazione di questo animale, la specie rimarrà in pericolo.

Storno di Bali in una riserva naturale.

Un futuro incerto per lo storno di Bali

Come avrete visto in queste righe, la situazione dello storno di Bali è piuttosto delicata. Anche se si stima che quasi 1000 esemplari siano allevati in cattività, la popolazione naturale della specie non fa che diminuire e il suo commercio illegale continua ancora oggi.

Purtroppo, questo è un chiaro esempio di una specie che è stata decimata dalla vendita. Non spetta solo al governo e agli organi competenti fare in modo che episodi come questo non si ripetano. Ognuno di noi può fare la sua parte per preservare le specie animali a rischio di estinzione.

Potrebbe interessarti ...
Il fratino eurasiatico, un piccolo uccello che ama le spiagge
I Miei AnimaliLeggi in I Miei Animali
Il fratino eurasiatico, un piccolo uccello che ama le spiagge

Il fratino eurasiatico è un uccello acquatico che vive nel fango delle regioni costiere o sulle rive. Scopriamo di più su questo fantastico animale...



  • Leucopsar rothschildi, IUCN. Recogido a 9 de diciembre en https://www.iucnredlist.org/species/22710912/129874226
  • Van Balen, S. B., Dirgayusa, I. W. A., Adi Putra, I. M. W., & Prins, H. H. (2000). Status and distribution of the endemic Bali starling Leucopsar rothschildi. Oryx34(3), 188-197.
  • Jepson, P. R. (2016). Saving a species threatened by trade: a network study of Bali starling Leucopsar rothschildi conservation. Oryx50(3), 480-488.