Consigli per tenere un furetto come animale domestico

· 26 luglio 2018

Vi piacerebbe avere un furetto come animale domestico? Per tenere dentro casa questo mustelide nella miglior maniera possibile, dovrete rispettare una serie di norme e regole atte a tutelare il suo benessere, sia fisico che mentale.

Anche questi insoliti animali domestici hanno bisogno di cure speciali, spesso molto diverse da quelle che, di solito, riguardano cani o gatti. In questo articolo vi aiuteremo ad occuparvi di un furetto come animale domestico, presentandovi 8 consigli fondamentali che vi risulteranno assolutamente utili.

8 consigli per avere un furetto come animale domestico

Si dice che il furetto sia più simile ai cani a livello veterinario. Per esempio, bisogna vaccinarlo contro la rabbia. Oggi è il terzo animale domestico più comune ed è essenziale sapere come prendersene cura e offrirgli tutto ciò di cui hai bisogno. Per questo motivo, prestate attenzione ai seguenti suggerimenti:

1. Pericoli

I furetti amano curiosare dappertutto, spinti dal loro istinto di cacciatori. Possono rovistare dentro armadi, dietro i mobili, sotto il forno, sedie pieghevoli, all’interno del divano, ecc. Se ne avete uno come animale domestico, vi consigliamo di prestare molta attenzione a dove può infilarsi quando gioca, per evitare gravi incidenti dentro casa.

2. Gabbia

Sarà il luogo in cui l’animale trascorrerà buona parte della giornata, quindi dovrebbe essere allestita in base alle sue esigenze. Anche se è vero che potrete lasciarlo camminare liberamente nel vostro appartamento, sappiate che non è possibile prescindere da questo spazio chiuso. Tenetelo sempre in gabbia ma con pause di “libertà” in modo che possa giocare, riposare e liberare energie.

Furetto morde le sbarre della gabbia

3. Veterinario

Avere un furetto come animale domestico rappresenta una gran responsabilità. E, questa, include portarlo periodicamente dal veterinario per realizzare le normali visite e trattamenti di medicina preventiva. Naturalmente, è essenziale rispettare l’intero programma di vaccinazione a partire dai 2 mesi di vita.

4. Passeggiate

Come succede con i cani, anche il furetto deve uscire di casa, camminare nel parco e socializzare con altri animali domestici, nonostante siano di specie differenti. È possibile acquistare un guinzaglio speciale con un’imbracatura sul petto per portare i vostri furetti domestici a spasso. In un primo momento, optate per luoghi calmi e tranquilli, fino a quando non si sarà abituato.

5. Bambini

Avere un furetto come animale domestico può essere meraviglioso per i piccoli di casa, dato che sono esseri viventi che vanno molto d’accordo con loro. Tuttavia, dovete prestare attenzione a che non venga trattato come un giocattolo. Anche se è stato addomesticato, mantiene ancora molte abitudini e riflessi di un animale selvatico. Se si sentirà minacciato, potrebbe arrivare a mordere o attaccare i bambini, per difendersi.

6. Cibo

I furetti sono carnivori per natura; tuttavia, alcune persone gli danno da mangiare cibo per gatti o cani. Consultate il veterinario se potete farlo o analizzate l’etichetta del prodotto. Deve contenere abbondanti quantità di proteine ma senza cereali, in quanto sono ingredienti che potrebbero creare problemi a livello digestivo.

Un furetto mangia da un piattino

Se avete un furetto domestico, ci sono degli alimenti che dovrete assolutamente evitare. Come per esempio: pesce, latte, zucchero o noci… Sono tutto ingredienti tossici per questo tipo di mustelide, quindi fate molta attenzione!

7. Igiene

Uno dei problemi principali di avere un furetto come animale domestico è che si tratta di un animale un po’ “puzzolente”, specialmente se non è stato sterilizzato. Questo particolare aroma è molto intenso e insopportabile se dorme vicino a voi o passa tutto il giorno dentro casa. Provate a fargli il bagno di tanto in tanto, soprattutto in estate o se appare molto sporco al ritorno da una delle vostre passeggiate assieme.

8. Giochi

I furetti trascorrono circa 14 ore al giorno dormendo. Quando sono svegli possono essere molto attivi e avere bisogno della vostra attenzione. Ciò accade principalmente all’alba e al tramonto. Se dorme in una gabbia, dovrete lasciarlo uscire per permettergli di giocare un po’.

Una delle attività che gli piacciono di più è quella di nascondersi, a patto che lo controlliate e non ci siano pericoli intorno. Un’altra opzione è quella di simulare la “caccia”, in cui il proprietario tenta di catturarlo. Potrebbe provare a mordervi “per finta”: un po’ come fanno i gatti come segnale che si stanno divertendo.