Terapia assistita con i cani: ecco i vantaggi

19 febbraio, 2017

Negli anni, i cani si sono guadagnati un ruolo da protagonisti in numerose professioni, come i cani poliziotto, i cani da salvataggio, i cani da assistenza e molti altri. Oggi parleremo di un lavoro utile e dignitoso svolto dai nostri amici a quattro zampe. Si tratta dell’utilizzo di questi animali nelle terapie assistite.

È bene non confondere i cani usati nelle terapie assistite con i cani da assistenza. Questi ultimi, infatti, sono cani che vivono con persone con necessità particolari, come ad esempio i non vedenti. Al contrario, i cani utilizzati nelle terapie assistite hanno un ruolo ben diverso. Prima di scoprire quali sono i vantaggi, vediamo insieme in cosa consiste il loro ruolo.

Il ruolo dei cani nelle terapie assistite

cane-terapia

Per cominciare, è bene sapere che gli animali che vengono utilizzati nelle terapie assistite vivono assieme ai terapeuti, ossia nei centri in cui si trovano a svolgere il loro lavoro. Il loro intervento avviene ad ore prestabilite, seguono quindi il calendario degli appuntamenti delle persone che hanno bisogno di una terapia.

I cani non sono gli unici animali utilizzati nelle terapie assistite. Alcuni trattamenti prevedono infatti il coinvolgimento di delfini, cavalli e addirittura pesci.

I cani sono gli animali più usati soprattutto per la semplicità con cui imparano il lavoro e per il loro sesto senso nei confronti dell’uomo. L’uomo è un essere estremamente complesso, e talvolta per comprenderci è necessario avere quel qualcosa in più. La presenza di un cane, inoltre, ci trasmette pace e tranquillità, e questo è fondamentale per la buona riuscita di una terapia.

Per cosa vengono usati questi cani?

Lo scopo dei cani è quello di migliorare il funzionamento cognitivo, funzionale, emotivo, fisico e sociale nelle persone. I cani vengono utilizzati nelle terapie assistite proprio come mezzo per creare un ambiente di pace e rilassamento che favorisca il miglioramento del paziente.

I benefici dei cani nelle terapie assistite

I benefici dell’utilizzo dei cani nelle terapie assistite riguarda 4 ambiti: psicologico, psicomotorio, sensoriale ed educativo. Analizziamo insieme ciascuno di questi e scopriamo in che modo risultano utili i cani.

Benefici psicologici

  • Migliorano lo stato d’animo. Dicono che avere accanto una persona felice ci riempia di felicità. Chi potrà mai essere più felice di un cane? Un animale giocherellone che cercherà a tutti i costi di attirare la nostra attenzione e che ci farà sentire speciali, favorendo in questo modo il miglioramento del nostro stato d’animo.
  • Aiutano a migliorare l’attenzione. Quest’effetto è stato riscontrato principalmente nei bambini affetti dalla sindrome da deficit di attenzione e iperattività (ADHA). Avere al proprio fianco qualcuno che ci piace, di cui cerchiamo le attenzioni e che attrae la nostra, ci aiuterà a focalizzarci su un determinato obbiettivo.
  • Riducono l’ansia e lo stress.
  • Favoriscono il contatto sociale e fisico. Capita che alcune persone facciano fatica ad entrare in contatto con altri esseri umani. Tuttavia, il contatto con un cane è molto più facile, ed avrà effetti anche in futuro sulle nostre relazioni con altri esseri umani.
  • Favoriscono la stimolazione della mente. Pensare a come attirare la sua attenzione, a come giocare con lui, ci aiuterà a mantenere attiva la nostra mente.

Benefici psicomotori della terapia assistita

  • Migliorano il coordinamento.
  • Migliorano la forza muscolare.
  • Favoriscono la motricità fine. Questo avviene attraverso gesti dolci come quello di accarezzare, mettergli il guinzaglio o dargli da mangiare.

Benefici sensoriali della terapia assistita

  • Favoriscono la propriocezione. Si tratta della capacità di percepire lo stato di contrazione dei muscoli, così come la propria posizione nello spazio e riguarda dunque il controllo dell’equilibrio e dei movimenti corporei.
  • Migliorano il sistema vestibolare.
  • Favoriscono lo sviluppo dei sensi creando stimoli uditivi, tattili e visivi.

Benefici educativi della terapia assistita

giochi-per-cani

  • Favoriscono e migliorano le attività sociali, stimolando anche l’empatia e la generosità.
  • Aiutano ad assumersi responsabilità e migliorare la cooperazione e il lavoro di squadra.
  • Riducono i brutti atteggiamenti.
  • Aiutano ad imparare attraverso il gioco.

Come abbiamo visto, usare i cani nelle terapie assistite può avere dei grandi benefici in tutti i sensi. Speriamo di continuare a scoprire tanti altri aspetti interessanti dei nostri amici cani, così che sempre più gente prenda coscienza dell’importanza di renderli partecipi della società.