Tumore nei cani: differenza tra chemioterapia e radioterapia

La chemioterapia e la radioterapia nei cani riescono a eliminare i tumori maligni e a ritardare la progressione della malattia.
Tumore nei cani: differenza tra chemioterapia e radioterapia

Ultimo aggiornamento: 06 maggio, 2021

L’aspettativa di vita degli animali domestici è aumentata notevolmente rispetto a decenni fa. Di conseguenza, i casi di tumore nei cani e negli altri animali di compagnia sono sempre più comuni. Le cause esatte dei tumori canini non sono ancora note, ma ci sono diversi fattori che giocano un ruolo importante.

Questi fattori possono essere ereditari, ambientali e nutrizionali. La chemioterapia e la radioterapia sono le terapie più comunemente usate per trattare il tumore nei cani.

In questi casi, è fondamentale avere una diagnosi precoce per poter agire in modo rapido ed efficace. Ecco perché sono così importanti i controlli regolari dal veterinario, soprattutto quando l’animale raggiunge una certa età.

Cos’è la chemioterapia?

La chemioterapia implica l’uso di particolari farmaci per trattare il cancro. Questi trattamenti non promettono di sradicare il 100% del tumore, ma aumentano considerevolmente la qualità della vita dell’animale.

La chemioterapia nei cani può essere usata come trattamento singolo o in combinazione con altri trattamenti come la chirurgia o la radioterapia. La chemioterapia sarà usata nelle seguenti situazioni:

  • Tumori che sono impossibili da operare a causa delle loro dimensioni o della loro posizione, per esempio se sono vicini ai vasi sanguigni principali.
  • Tumori a rischio di metastasi che possono diffondersi in tutto il corpo.
  • Prima dell’intervento chirurgico, per ridurre le dimensioni del tumore e così poterlo rimuovere più facilmente con tecniche chirurgiche.
  • Dopo la rimozione di un tumore. Anche se il cancro è già stato rimosso, per mezzo della chemioterapia ci si assicura che non rimangano cellule cancerose nella zona che possano riprodurre nuovamente la neoplasia.
Tumore nei cani. Visita veterinaria.

Il tipo di chemioterapia e il modo di somministrarla devono essere valutati attentamente da un veterinario e molto probabilmente dovremo recarci nella clinica periodicamente.

Tutti i trattamenti chemioterapici funzionano attaccando le cellule che si dividono rapidamente, come fanno le cellule cancerose. Questo è il motivo per cui non vengono colpite solo le cellule tumorali maligne, ma anche altre cellule che si dividono in tutto il corpo.

L’uso della chemioterapia negli animali è di solito meno dannosa e ha meno effetti collaterali che negli esseri umani, poiché il trattamento è meno aggressivo a causa delle dosi utilizzate più basse.

Gli effetti collaterali si verificano raramente e, se si verificano, sono di solito lievi e transitori.

Radioterapia per il tumore nei cani

L’uso della radioterapia negli animali è molto più antico di quanto si pensi. Infatti, è una tecnica che continua a progredire dal XIX secolo. Consiste in un trattamento del cancro basato sulle radiazioni.

Le radiazioni ionizzanti interagiscono con il materiale genetico e sono in grado di danneggiare le cellule, specialmente quelle che stanno proliferando. Però, questo significa che, come la chemioterapia, può colpire sia le cellule cancerose che quelle sane.

L’obiettivo del trattamento radioterapico è quello di distruggere il maggior numero possibile di cellule tumorali, minimizzando l’impatto sui tessuti sani.

Le radiazioni possono essere erogate da una fonte esterna di radiazioni o attraverso isotopi radioattivi. A causa dell’uso di attrezzature medicali particolari, è probabile che questo trattamento sia disponibile solo in cliniche specializzate.

Cane che fa un prelievo del sangue in una clinica veterinaria.

La radioterapia nei cani è indicata in tutti quei tumori in cui non è possibile operare o per eliminare le cellule cancerogene residue dopo una malattia. Alcuni esempi sono:

  • Neoplasie della bocca.
  • Tumori della cavità nasale.
  • Tumori situati nel sistema nervoso centrale, come i tumori al cervello.
  • Mastocitomi, che è il tumore maligno più frequentemente diagnosticato della pelle e del tessuto sottocutaneo nei cani.

Se stiamo per iniziare ad applicare la chemioterapia o la radioterapia al nostro cane, è molto importante seguire rigorosamente le linee guida indicate dal veterinario. Questo è importante per ottenere i migliori risultati possibili e vedere un miglioramento della qualità della vita dell’animale.

Potrebbe interessarti ...
Le razze di cani più vulnerabili al cancro
I Miei AnimaliLeggi in I Miei Animali
Le razze di cani più vulnerabili al cancro

Sapere quali sono le razze di cani più inclini al cancro vi permetterà di aumentare, qualora necessario, i controlli dal veterinario. Scopriamole!



  • Conceptos básicos de radioterapia. Portal Veterinaria. CIOVET. Centro Integral de Oncología Veterinaria.
  • Tratamiento de quimioterapia y radioterapia en perros y gatos. Albacora clínica veterinaria.
  • Imveterinaria. La radioterapia veterinaria plantea tratamientos que eran impensables para los animales.