Uccelli domestici e vacanze: consigli pratici

· 13 novembre 2018
Al giorno d'oggi non è più necessario che lasciate il vostro passerotto o pappagallo a un conoscente: potete tranquillamente portarlo con voi.

Estate, Natale, Settimana bianca, Pasqua, ponti e fine settimana. Se avete degli uccelli domestici, è naturale domandarsi cosa fare in queste occasioni. Portarli con voi?

Ma in che modo? Per aiutarvi a decidere e chiarire ogni possibile dubbio, in questo articolo troverete tanti consigli pratici per viaggiare con i vostri uccelli domestici e trasportarli in modo sicuro.

Cosa fare con gli uccelli domestici durante le vacanze?

Fortunatamente, sempre più hotel e appartamenti vacanze accettano gli animali domestici presso le loro strutture attrezzate appositamente.

Pertanto, al giorno d’oggi non è più necessario che lasciate il vostro passerotto o pappagallo a un conoscente: potete tranquillamente portarlo con voi.

Anche se, logicamente, viene spesso data la priorità ad altri animali, come cani e gatti, va detto che avere un uccello domestico non è altrettanto complicato. Esistono solo delle piccole accortezze che vi invitiamo a seguire, per rendere il trasporto e la vacanza salutare sia per voi che per il vostro amico pennuto.

Organizzare un viaggio con il vostro uccellino

Sappiamo che il termine uccello comprende un gruppo ampio e diversificato di animali vertebrati adattati alla vita aerea. E che ogni specie ha un organismo specifico e si è evoluta in modo diverso.

Pappagallino gioca con dei piccoli peluche

Pertanto, prima di decidere come portare in vacanza il vostro canarino o parrocchetto, è importante prendere nota delle seguenti considerazioni:

1. Specie e carattere

E’ risaputo che ogni specie di uccello abbia caratteristiche fisiche e comportamentali specifiche. Ma questi aspetti diventano ancora più importanti quando si tratta di viaggiare con il proprio animale o di affidarlo alle cure di altri.

Se il vostro volatile domestico è una specie meno socievole o molto fragile, sottoporlo a lunghi viaggi o cambiamenti nell’ambiente può essere dannoso. Pertanto, non sempre portarlo con voi è la decisione più responsabile.

Conoscere la sua specie, le sue esigenze nutrizionali, igieniche ed emotive è anche fondamentale per garantire che il nuovo ambiente non influisca negativamente sulla salute e lo stato psico-fisico dell’uccellino.

Se avete chiaro che il luogo dove andrete è inadatto, scegliete con attenzione la persona che si prenderà cura del volatile e istruitelo a dovere. Per fortuna, grazie ai moderni strumenti di comunicazione, potrà sempre informarvi in tempo reale, chiedervi consiglio o persino mandarvi foto e video per verificare come sta l’animale.

Se avete qualche dubbio, non esitate a consultare il veterinario. Lo specialista saprà dirvi se il vostro pappagallino o passerotto è in grado di affrontare il viaggio e superare lo spostamento senza conseguenze gravi.

2. Dimensioni

La grandezza del vostro volatile è un elemento di primaria importanza. Sia quando si tratta di portarlo con voi in vacanza, sia se si decide di affidarlo a qualche amico o conoscente.

Si tratta di fornire comfort e sicurezza al vostro animale domestico. Ma non solo questo. È anche essenziale definire costi, praticità, fattibilità del trasporto e oggetti necessari da portare con voi.

Come trasportare un volatile domestico in vacanza?

Il modo più sicuro per viaggiare in sicurezza con il vostro uccello è optare per un trasportino adatto. Ci sono diverse opzioni specifiche, in base al tipo di esemplare, facilmente reperibili in negozi per animali e anche online.

Scegliete con attenzione l’alternativa migliore e non solo quella che costa meno.

Il trasportino ideale per il vostro volatile domestico deve essere scelto tenendo conto di diversi fattori. Specie, dimensione, carattere. Ma anche considerando la durata e la modalità del viaggio.

Quando il viaggio viene fatto in macchina, è importante aggiungere un dispenser di acqua e mangime adatto all’animale.

Durante i lunghi viaggi, il pericolo maggiore riguarda proprio la disidratazione. È inoltre importante fare frequenti soste durante il viaggio, per offrire acqua fresca al vostro canarino, passerotto o pappagallo.

È essenziale scegliere bene anche la destinazione della vostra vacanza. Quando si sceglie di portare un uccello domestico in viaggio, a prescindere che sia lungo o breve, è importante pensare a un luogo adatto.

Tenete presente le necessità di tempo e spazio di cui l’animale avrà bisogno per le cure normali, così come della temperatura, del clima e della presenza di veterinari o negozi per animali, nella località in cui andrete.

Cosa fare prima di trasportare i vostri uccelli domestici?

1. Abituare il volatile al trasportino

È importante ricordare che l’adattamento è un processo graduale e sistematico. Quando si inserisce un animale ad essere in un ambiente nuovo e sconosciuto, è probabile che i risultati siano negativi.

Il vostro uccello potrebbe accumulare stress o ansia.

Coppia di pappagalli nella gabbia

Per quanto riguarda la gabbia, è bene abituare in anticipo il vostro animale domestico.

Potete iniziare lasciandolo all’interno del trasportino per alcuni minuti al giorno, incoraggiandolo sempre a entrarvi con mangime, semi o giocattoli nuovi.

Questo passaggio dovrà essere il meno traumatico possibile.

I risultati sono generalmente più positivi quando l’animale da compagnia entra nella gabbia da viaggio dopo un graduale periodo di adattamento.

Inserirlo nel trasportino pochi minuti prima di viaggiare potrebbe essere molto rischioso per la salute dell’uccello.

2. Controllate lo stato di salute degli uccelli domestici

Prima di viaggiare con un animale domestico di qualsiasi tipo, è essenziale verificare il suo stato di salute. La medicina preventiva deve essere parte integrante della vita quotidiana del vostro uccello domestico.

Vediamo quali sono gli aspetti fondamentali per mantenere il vostro amico volatile in buona salute:

  • Visite regolari presso un veterinario specializzato.
  • Mantenere una dieta equilibrata in base alle esigenze nutrizionali della singola specie.
  • Incoraggiare lo sviluppo fisico e mentale dell’animale.
  • Rispettare il calendario di vaccini e vermifughi.

Con la cura necessaria e una corretta preparazione al trasporto, anche voi potrete viaggiare e andare in vacanza con i vostri uccelli domestici, senza rischi né complicazioni.