Un acquario aperto di notte?

21 Febbraio 2019
Il più grande acquario d'Europa si trova in Spagna, a Valencia: lì potrete osservare le specie marine sotto una luce diversa

Gli acquari sono dei centri in cui è possibile osservare pesci e mammiferi provenienti da tutto il mondo. Di solito le visite sono limitate durante il giorno. Tuttavia, esiste un acquario aperto di notte durante l’estate: l’Oceanografico di Valencia, in Spagna.

Quali attività speciali giustificano questo cambio di programma?

Nel seguente articolo vi parleremo dell’acquario aperto di notte.

Un acquario aperto di notte: l’Oceanografico di Valencia

L’Oceanografico di Valencia, in Spagna, è il più grande acquario d’Europa. Contiene delle vasche per pesci che imitano gli habitat marini di tutto il mondo: dal vicino Mediterraneo ai mari artici, ma anche delle scogliere temperate.

Durante l’estate, questo acquario che apre di notte mantiene anche il resto delle sue strutture aperte. In questo grande complesso, che consiste in una dozzina di edifici, è possibile vedere una grande varietà di creature e specie marine: banchi di pesci, crostacei, meduse, mammiferi marini come foche o delfini, coccodrilli e tartarughe.

Oceanografico Valencia

Questo parco marino è aperto tutti i giorni dell’anno e, anche se dipende dall’ora solare, di solito chiude tra le sei e le otto del pomeriggio.

Tuttavia, durante l’estate, è stato deciso di prolungare le visite fino a mezzanotte: in questo modo si possono mostrare parti della vita marina non visibili alla luce del giorno.

Gli spettacoli notturni

Il caldo estivo a Valencia rende molto pesante e scomodo visitare alcune parti del parco marino durante il giorno, specialmente durante il pomeriggio.

Pertanto, l’estensione dell’orario di visita durante la notte è un’attrattiva per i visitatori, oltre alle speciali mostre notturne.

La bioluminescenza, cioè la capacità di alcuni esseri viventi di creare luce in modo naturale, è uno dei punti salienti di queste esposizioni.

Nell’Oceanografico di Valencia ci sono sei nuove vasche in cui osservare alcuni degli animali marini più incredibili.

Uno di questi è il pesce cofano, che colpisce per avere delle macchie sul corpo distribuite in modo geometrico. Ha una forma quadrata ed è un parente stretto del pesce palla.

Ci sono anche le anguille giardiniere: una specie che vive con mezzo corpo sepolto sotto la sabbia. Il suo nome deriva dal fatto che talvolta finge di formare un orto.

Un altro degli animali unici che animano queste notti è il gambero mantide: il suo aspetto fisico è molto curioso e tra le sue caratteristiche ci sono l’aggressività e la sua enorme forza.

Per cacciare colpisce la preda con gli artigli con una tale forza da far ribollire l’acqua intorno a lui e stordire la preda.

Specie da acquarioLe altre esposizioni

L’Oceanografico di Valencia che apre di notte viene vestito per l’occasione: sentieri luminosi guidano la strada tra edifici, luci decorative accompagnano nelle aree ricreative e nella zona delle farfalle vivono anche delle lucciole, altri esseri bioluminescenti.

All’interno degli edifici, l’illuminazione viene adattata per fornire un’atmosfera notturna sottomarina per i visitatori.

Altri animali che si divertono in modo diverso grazie alle luci sono le meduse: quasi traslucide, grazie alla luce ambientale correttamente orientata, possono essere apprezzate nella loro incredibile anatomia.

Ci sono degli impressionanti tunnel sottomarini, dentro i quali nuotano squali e mantidi, che si adattano a questo nuovo orario di visita.

Altri animali diurni, come fenicotteri o foche, tuttavia, preferiscono riposare quando il sole tramonta.

La Fondazione Oceanografico

Una delle grandi attrazioni degli acquari sono i delfinari. L’Oceanografico di Valencia non è da meno e ha lanciato un nuovo spettacolo con la luce, uno spettacolo di nuoto sincronizzato e acrobazie di delfini, che si esibiranno approfittando dell’evento estivo.

Nel mezzo dello spettacolo, sfruttando la luce e la musica, dai maxischermi vengono lanciati messaggi ambientali e sulla tutela degli oceani.

Perché l’Oceanografico non è solo un acquario che apre di notte: è anche una fondazione finalizzata alla conservazione e al recupero degli habitat marini.

Inoltre, all’interno di questa fondazione vengono sviluppati diversi progetti di ricerca per comprendere meglio i grandi mammiferi marini, come i beluga: solo conoscendoli a fondo possono essere protetti nel loro habitat marino.

Inoltre, vengono studiate diverse aree che riguardano la salute dei vertebrati marini.

L’acquario aperto di notte, l’Oceanografico di Valencia, vi consentirà di visitare durante i mesi estivi alcuni dei fenomeni della vita marina più difficili da osservare di giorno: in primis la bioluminescenza di varie creature marine o lucciole, oltre a mostrare sotto una luce diversa altri animali e ambienti sottomarini.