Un cane è un sorriso e una coda che si agita

8 Gennaio 2016

“Un cane è un sorriso e una coda che si agita. Tutto il resto non è poi così importante”. Probabilmente sarà capitato anche a voi di leggere questo aforisma che gira da un po’ di tempo su internet. Questo motto riassume perfettamente ciò che s’intende per animale felice. Tuttavia, vogliamo che queste parole fungano da spunto di riflessione per meditare su che cosa dobbiamo fare, in quanto padroni, per garantire il benessere dei nostri amati pelosetti.

Indizi per capire se il cane è felice

Un cane dimostra la sua gioia attraverso il corpo: scodinzola allegramente, drizza le orecchie, gli si illuminano occhi e ha uno sguardo vivace .

Ma non solo: è stato dimostrato che, pur mantenendo le debite distanze, i cani esternano la gioia e l’allegria mediante espressioni molto simili al sorriso e perfino alla risata degli esseri umani.

“Durante l’invito al gioco, le mascelle si aprono rivelando la lingua, gli angoli della bocca si tirano all’indietro e appare sul viso del cane l’espressione di una risata…”

-Konrad Lorenz-

Come sorridono i cani?

sorriso-cane

Konrad Lorenz, fondatore dell’etologia e Premio Nobel per la medicina e la fisiologia, nel suo libro E l’uomo incontrò il cane scrisse che i cani sono capaci di ridere: le mascelle si aprono mostrando la lingua, gli angoli della bocca si tirano indietro (un sorriso largo quasi fino alle orecchie) e appare sul viso del cane una specie di risata. Questa espressione si osserva quando il cane sta interagendo con un compagno di giochi, o quando si diverte con il proprio padrone, che lo tratta con affetto e gentilezza.

Come riuscire a far sorridere e a far scodinzolare il cane

Non è difficile far sorridere il cane. Per rendere felice il vostro amato amico a quattro zampe, dovete garantirgli una buona qualità di vita e preoccuparvi del suo benessere fisico e psicologico. Prestate attenzione a questi fattori:

  • Innanzitutto dovete rispettare la sua natura di cane
  • Dimostrategli quanto gli volete bene, attraverso le carezze e le parole.
  • Stabilite alcune norme basiche di convivenza in casa.
  • Non confondetelo dandogli ordini contraddittori.
  • Utilizzate il rinforzo positivo per educarlo.
  • Dedicategli un po’ del vostro tempo per giocare insieme.
  • Stimolatelo attraverso giochi d’intelligenza.
  • Dategli vari giocattoli.

Cani allegri e sani

Le passeggiate con il vostro cane sono, senza dubbio, una buona occasione per stringere il vincolo che vi unisce, ma anche un’opportunità per renderlo felice. Di modo che:

  • Lasciategli annusare tutto ciò che vuole.
  • Permettetegli di interagire con i suoi simili.
  • Accertatevi di fargli fare esercizio fisico sufficiente.
  • Dedicate tutto il tempo necessario a questa attività.
  • Non approfittate delle passeggiate per sbrigare le vostre faccende, per andare a fare la spesa per esempio, lasciando il cane legato, solo in strada.

Non dimenticate anche questi altri suggerimenti legati alla salute fisica del cane:

  • Dategli alimenti sani ed equilibrati.
  • Lasciategli sempre a disposizione una ciotola d’acqua pulita e fresca.
  • Portatelo dal veterinario per le visite periodiche.
  • Rispettate e osservate il ciclo di vaccinazioni dell’animale.
  • Sverminatelo.

Altri aspetti fondamentali per rendere il cane felice

È importante che il cane abbia una routine e che i pasti e le uscite si realizzino sempre negli stessi orari.

In questo modo si abituerà anche a fare i propri bisogni sempre alla stessa ora del giorno.

È fondamentale che il cane abbia una cuccia comoda, posta in un punto tranquillo della casa in cui può riposare e dormire tutte le ore di cui ha bisogno.

Altri modo per sapere se il vostro cane è felice

cani-giocando

Oltre a scodinzolare, un cane felice:

  • Dorme circa 8-10 ore al giorno, soprattutto di notte.
  • Non soffre di disturbi alimentari.
  • Interagisce allegramente con gli altri animali.
  • Vi reclama giochi, passeggiate e coccole. 
  • Non ha disturbi comportamentali.

Assicurate la felicità al vostro cane

Ricordate quindi che non è sufficiente voler bene al proprio cane. Bisogna amarlo con consapevolezza. Spesso accade, infatti, che per ignoranza facciamo delle cose che pensiamo possano fargli bene e otteniamo esattamente l’effetto contrario.

Se notate che il vostro amico a quattro zampe è triste o che non è abbastanza felice, non esitate a chiedere consiglio al veterinario.

Immagine per gentile concessione di Scott Feldstein.