Un primo esemplare di cusco orsino di Sulawesi nascerà in cattività

6 Aprile 2019
La popolazione di questa specie fortemente vulnerabile è diminuita del 95% tra il 1979 e il 1994 ed è un obiettivo facile per i bracconieri a causa della sua lentezza. Sono rimasti solo sei esemplari in Europa.

Questa timida creatura in pericolo di estinzione è praticamente decimata in Europa. Contro ogni previsione, uno zoo polacco è appena riuscito a ottenere il primo cusco orsino di Sulawesi nato in cattività.

In questo articolo, parleremo del primo esemplare di cusco orsino di Sulawesi, che nascerà in cattività.

Il cusco orsino di Sulawesi, un marsupiale dal nome poco chiaro

La sua pelliccia densa e scura, simile a quella di un orso, ha fatto sì che questo marsupiale venga battezzato con questo nome. Originario dell’Indonesia, questo animale trascorre le sue giornate saltando tra i rami delle foreste pluviali dell’isola di Sulawesi, vicino al Borneo.

Un esemplare adulto di questa specie misura circa 61 centimetri e pesa tra i 7 e i 10 chili. In modo simile al bradipo, il cusco orsino di Sulawesi o Ailurops ursinus usa i suoi lunghi artigli per muoversi attraverso la giungla dell’Indonesia.

Ailurops ursinus

Come molti altri marsupiali, la femmina del cusco orsino di Sulawesi dà alla luce un solo cucciolo scarsamente sviluppato, che rimarrà nel marsupio della madre per circa otto mesi. Da questo momento, si ritiene che sia in grado di sopravvivere da solo.

La dieta di questo marsupiale indonesiano si basa su foglie, fiori e frutta non troppo matura. I loro movimenti sono relativamente lenti a causa della bassa quantità di nutrienti presenti nella loro dieta, che li espone anche al bracconaggio.

Una popolazione che continua a ridursi

La lista rossa delle specie minacciate dell’IUCN cataloga il cusco orsino di Sulawesi come una specie vulnerabile. Si stima che la sua popolazione sia diminuita del 95% tra il 1979 e il 1994 a causa della caccia e della deforestazione.

Cusco orsino specie vulnerabile

La caratteristica più vulnerabile di questa specie sono i suoi movimenti lenti. Come già spiegato in precedenza, la piccola quantità di nutrienti ingeriti non consente al cusco orsino di Sulawesi di muoversi rapidamente attraverso la giungla, il che lo rende un bersaglio facile per i cacciatori, che apprezzano questa specie soprattutto per la carne.

L’agricoltura, così come il mercato nero degli animali domestici esotici, hanno colpito enormemente la popolazione del cusco orsino. In Europa, in questo momento, ne rimangono solo sei esemplari.

La nascita di un esemplare sorprende lo staff dello zoo di Wroclaw, in Polonia

Nel giugno 2018, un dipendente dello zoo polacco di Wraclaw ha scoperto una piccola coda che sporgeva dal marsupio di una femmina di cusco orsino di Sulawesi.

Sembra che il cucciolo avesse circa sei mesi, ma le piccole dimensioni che aveva alla nascita lo hanno reso praticamente invisibile.

Anche se non ha ancora un nome, né è stato possibile sapere se si tratta di un maschio o di una femmina, questo cucciolo è un raggio di speranza per la sopravvivenza di questa specie marsupiale.