Un ristorante esclusivo: solo per cani

Un ristorante esclusivo: solo per cani

Ultimo aggiornamento: 08 febbraio, 2017

Il metodo BARF ha l’obiettivo di ricondurre gli animali ad una dieta originaria. Il nome è l’acronimo di “Biologically Appropriate Raw Food” ed è esattamente questo che promuove: alimentazione cruda e adatta ai nostri animali domestici che adesso, in Germania, hanno un ristorante su misura.

Peter-Joachim Gitz-Mombauer è diventato un esperto del metodo BARF per necessità, da quando scoprì che la sua cagnolina è intollerante al cibo per cani, crocchette o lattine. Questo gli ha dato l’idea di aprire una macelleria-ristorante per clienti esclusivi: solo cani. Nel suo locale vengono serviti unicamente cibi crudi e naturalmente riservati agli amici a quattro zampe.

Com’è nata l’idea del ristorante con il metodo BARF?

cane-pastore-tedesco

Durante una visita al canile, Peter ha conosciuto Lili, una cagnolina che gli ha immediatamente rubato il cuore. L’uomo non seppe resistere all’impulso di portarla a casa, ma subito comparvero le prime difficoltà. Lili si ammalava spesso senza un motivo apparente.

Alla fine, un’amica veterinaria consigliò a Peter di alimentare la sua cagnolina con cibi crudi. All’uomo parve un’idea insensata, ma seguì comunque il consiglio. Lili ebbe un improvviso miglioramento. Peter cominciò ad approfondire il metodo BARF e alla fine le sue conoscenze lo hanno spinto a mettere su la sua macelleria-ristorante.

Peter è consapevole del fatto che il metodo BARF ha salvato la vita della sua Lili e si è buttato a capofitto nel progetto, lasciando il suo lavoro di infermiere.

Questa idea è nata parecchi anni fa negli Stati Uniti e da almeno una decina di anni è stata accolta anche in Germania.

Clienti soddisfatti

In genere siamo molto attenti al cibo che diamo ai nostri cani. Nel locale di Peter si sa esattamente quello che servono nella ciotola. Questo fa sentire più tranquilli i clienti che ripagano Peter con la loro fedeltà.

È vantaggiosa la dieta cruda?

Molti sono riluttanti a dare cibi crudi al proprio cane, ma il caso di Lili ha dimostrato che questa dieta può essere molto vantaggiosa. Non solo ha aiutato l’animale a combattere le sue allergie, ma anche a tenerne sotto controllo il peso.

Gli alimenti crudi contengono tutte le sostanze nutritive necessarie agli animali; occorre solo sapere in quali quantità somministrarli e quante volte al giorno.

Peter è totalmente convinto dei benefici della dieta BARF. Attualmente il suo ristorante è unico in tutta la Germania, ma il metodo sta raccogliendo sempre più consensi tra i padroni dei cani.

Come prepara la carne Peter?

Per darci un’idea di come sia il tipo di carne che vende nella sua macelleria, Peter ci ha raccontato come la prepara.

al-ristorante-con-il-cane

“Tutto quello che faccio è cucinare la carne senza sale, additivi o spezie. Sono molti i cani che presentano intolleranze ad alcuni di questi prodotti. La cucino con acqua e l’accompagno a riso, pasta o verdure”.

Inoltre, Peter ha imparato a calcolare le quantità di cibo necessarie ad ogni cane. Un cane di circa 30 chili deve assumere 500 grammi di questo cibo due volte al giorno. Su mezzo chilo, tre etti saranno di carne, uno di verdure e uno di carboidrati.

Per i cani di taglia grande, Peter consiglia di aggiungere un cucchiaino di olio con nutrienti, come olio d’oliva, di girasole, di colza o anche di pesce.

Nonostante i dubbi, sempre più persone in tutto il mondo cominciano ad essere a favore di questo modo di alimentare il cane. Chissà se presto vedremo aprire anche nelle nostre città ristoranti o negozi del genere. E voi, provereste il metodo BARF sul vostro cane?