Un uomo adotta 10 cani anziani ed un maiale per salvarli

25 maggio, 2017

Steve Greig ha voluto realizzare una grande missione: l’adozione di quei cani che tutte le persone rifiutavano perché pensavano che ormai non avessero speranza di vita

L’adozione: un’abitudine in aumento

Adottare gli animali e non acquistarli è un’abitudine che sta toccando sempre di più i cuori dei futuri padroni che pensano di far entrare un animale da compagnia nella loro vita.

Non c’è dubbio sul fatto che adottare sia un impegno sul quale dovremmo riflettere. È necessario affinché lo sfruttamento animale scompaia o, quanto meno, diminuisca.

Tuttavia, ci sono alcuni fattori dell’adozione che non sono ben accetti da molte persone. In molti casi, un cane o un gatto vengono rifiutati perché sono affetti da qualche disabilità, altre volte perché hanno già superato la fase adulta e si pensa non possano più essere educati o che non doneranno lo stesso affetto.

La storia di Steve Greig

Fonte: www.masviral.net

Questa storia è iniziata quando, anni dopo l’inattesa morte del suo cane, Steve ha voluto onorare la vita del suo defunto amico. L’ha fatto adottando il cane “più anziano e meno adottabile” del canile della sua città.

Allora, Greig tornò a casa con un piccolo chihuahua di 12 anni di nome Eeyore. Aveva problemi alle ginocchia ed un soffio al cuore.

Quando gli viene chiesto, Steve afferma che in quel momento si rese conto che quell’azione avrebbe segnato il resto della sua vita. Quando muore un animale, il dolore è così forte che molta gente evita in tutti i modi che si produca di nuovo. Tuttavia, la cosa migliore, secondo Greig, è che un animale può sostituirne un altro.

Prendersi cura dei 10 cani, del maiale e di altri animali più piccoli non è un compito facile. L’attività giornaliera di Greig inizia alle 5 del mattino, quando si alza per preparare la colazione per tutta la ciurma.

Non è facile dare da mangiare a tutti i suoi animali, tra le varie cose perché alcuni di loro hanno bisogno di diete diverse, dunque deve preparare alimenti distinti. Inoltre, è indispensabile che somministri loro alcuni farmaci.

Oltre all’alimentazione, le sue giornate includono anche passeggiate, tempo da dedicare al gioco e diversi trattamenti medici per gli animali malati. Bisogna tenere in considerazione che le cure quotidiane che il nostro animale domestico riceve in gioventù segnano in modo determinante la sua salute nella vecchiaia.

I giochi sono importanti affinché il cane si mantenga in forma, così come lo è prendersi cura della sua salute fisica e mentale.

L’attività fisica per i cani in età avanzata

Le cure quotidiane che un cane riceve quando è ancora cucciolo ed in seguito incideranno profondamente sulla sua vecchiaia. Per questo motivo, le passeggiate giornaliere sono fondamentali per il benessere dell’animale, abitudine che deve essere mantenuta anche quando diventa anziano.

Gli esperti consigliano un minimo di trenta minuti di attività fisica al giorno per un cane anziano. Le lunghe passeggiate sono un modo eccellente per farlo.

Bisogna sapere che l’attività fisica moderata può aiutare il cane anziano a prevenire diverse malattie degenerative. È il caso dell’artrite, che danneggia diverse articolazioni dell’animale.

L’attività fisica, inoltre riduce il rischio che l’animale soffra di sovrappeso durante la vecchiaia.

Anche l’alimentazione che il cane ha ricevuto durante la sua vita svolge un ruolo importante nelle cure da dedicargli quando lo si adotta.

Bisogna considerare che le cure degli animali anziani iniziano già alla nascita. Anche se viene accolto in casa, l’alimentazione e le misure preventive di salute adottate da quando il cane è cucciolo influiranno comunque sulla sua speranza di vita negli ultimi anni.

La dieta del cane, inoltre, deve cambiare in base alla sua età. Tra le varie cose perché il corpo di un cane anziano lavora ad un ritmo minore rispetto a quello di uno giovane. Il suo cibo deve contenere, dunque, un minore apporto energetico, dato che l’attività fisica viene ridotta.

Fonte: www.masviral.net

L’adozione e il cibo preparato

I croccantini e le scatolette per cani anziani sono appositamente pensati per questi. Offrono un alimento povero di calorie e ricche di fibre, che li sazia.

Questi preparati per cani anziani sono spesso ricchi di proteine, al fine di contrastare la perdita di massa muscolare che affligge gli esemplari anziani.

Fonte delle immagini: www.masviral.net