Vietati i combattimenti tra cani negli USA

03 febbraio, 2016
 

Grazie all’approvazione di una nuova legge negli Stati Uniti, è stato stabilito che è illegale assistere a combattimenti tra cani o altri animali. Tuttavia, nonostante le molte restrizioni, questo business illegale e brutale al tempo stesso, continua ad essere popolare in buona parte del Nord America.

Una legge per scoraggiare i combattimenti tra cani

La legge, conosciuta come Farm Bill, regola diversi aspetti dell’allevamento e dell’uso degli animali domestici.

E nonostante l’organizzazione di combattimenti tra cani e altri animali fosse già stata dichiarata reato federale, con questa nuova legge si va a colpire anche chi assiste a tali incontri, e chi vi porta minori di 16 anni.

La senatrice dello stato di Washington, Maria Cantwell, è stata la promotrice della legge e ha lavorato senza sosta affinché fosse finalmente approvata. Per questa ragione, ha ricevuto un’onorificenza dalla Humane Society of the United States.

“Se un uomo aspira a una vita corretta, deve astenersi innanzi tutto dal fare del male agli animali”.

-Lev Tolstoj-

Un business illegale in costante aumento

combattimenti

Autore: Mekanoide

 

Tuttavia, nonostante tutte le leggi varate in questo senso, i combattimenti tra cani continuano ad essere un business molto remunerativo, soprattutto negli stati del Sud e dell’Est del Nord America.

Sfortunatamente si tratta di una tendenza in costante aumento, infatti è una pratica divenuta molto popolare tra le bande.  

Questi gruppi sono autentiche confraternite che si muovono in modo ermetico, avvantaggiandosi della telefonia mobile e di internet. In questo modo vengono organizzati combattimenti, e gli scommettitori vengono invitati a partecipare attraverso messaggi cifrati in forum e chat.

Inoltre, il business dei combattimenti tra animali è spesso associato al contrabbando di:

  • Animali esotici e domestici
  • Droghe
  • Armi

Il destino crudele di alcuni cani da attacco

I cani che vengono utilizzati maggiormente per queste attività crudeli e violente, sono solitamente quelli conosciuti come cani da attacco. 

Si tratta di animali forti, atletici e muscolosi, e dal morso potente:

  • Pit Bull Terrier
  • Staffordshire Bull Terrier
  • American Staffordshire
  • Dogo Argentino
  • Fila Brasileiro
  • Tosa Inu
  • Akita Inu
  • Rottweiler

Come vengono addestrati i cani da combattimento

L’addestramento che ricevono questi poveri cani che cadono nella mani di questi criminali è davvero brutale. Vengono rinforzati fisicamente e l’indeboliti emotivamente in vari modi, tutti crudeli. Per esempio:

  • Vengono mantenuti incatenati e affamati
 
  • Vengono costretti a correre sul tapis roulant con altri animali utilizzati come esca
  • Vengono appesi dalla mandibola per rafforzarne il morso

Inoltre, i cani vengono di solito torturati e persino drogati affinché la loro ferocia aumenti a dismisura. Molti “addestratori” gli tagliano le orecchie, affinché i loro contendenti non li mordano, gli affilano i denti affinché infliggano ferite più profonde e gli danno steroidi.

Salvare i sopravvissuti

cani-che-giocano

Autore: Jan Truter

I combattimenti che vengono organizzati sono di solito all’ultimo sangue, e solo un esemplare sopravvive.

Gli animali che riescono a sopravvivere a questi combattimenti vengono successivamente abbattuti dai padroni o abbandonati e maltrattati per strada. E dato che non hanno mai ricevuto nessun tipo di affetto nell’arco della loro vita, diventa molto difficile socializzarli.

Tuttavia, dato che la razza non determina l’aggressività di un cane, molte organizzazioni dedite alla protezione degli animali scommettono che sia possibile fargli condurre una vita totalmente normale con una famiglia che li ama e gli faccia dimenticare il loro terribile passato.

 

Per il rispetto delle leggi

Speriamo che l’esistenza di leggi sempre più specifiche permetta di agire con più efficienza e rigore, per porre fine a questo brutale crimine.

E nonostante sia difficile smantellare reti che agiscono nella clandestinità, dovrebbe esserci zero tolleranza per questo tipo di crimini aberranti nei confronti degli animali, vittime della brutalità di alcuni esseri umani.

Nel frattempo, molti cani innocenti continuano il loro calvario, senza potersi difendere da coloro che dovevano dimostrarsi amici fidati, ma che in realtà sono solo i loro carnefici.