Il boxer: miti da sfatare

I boxer sono stati utilizzata durante tutta l’epoca feudale tedesca come cani da guardia. Vigilavano castelli e feudi, attaccavano orsi, cinghiali e talvolta anche persone. Nel XIX secolo e agli inizi del XX si cominciò ad utilizzare questi animali come cani da combattimento. A causa di questo inglorioso passato, si è radicata la credenza che i boxer siano cani aggressivi. Questo tuttavia non è nient’altro che uno dei tanti miti che aleggiano su questa razza. Oggi vi presentiamo, e sfatiamo, alcune di queste falsità al riguardo dei boxer.

I boxer sono aggressivi

shutterstock_85375333

Il boxer è uno dei cani più docili e fedeli. Questa razza combina tranquillità, placidità ed equilibrio. Inoltre, è dotata di una lealtà non discutibile e una fiducia cieca nei confronti del padrone, e su questo nessuno può mettere parola. Sono tremendamente protettivi. Nei confronti della loro famiglia il boxer è inoffensivo, è tollerante con i bambini e assai giocherellone. Tuttavia con gli sconosciuti, al contrario, è diffidente e sempre all’erta. In caso di pericolo non ci penserà due volte: si piazzerà subito in difesa del suo padrone o del suo gruppo con tutte le sue forze. E questo è ben differente dall’essere aggressivo di natura: infatti non attacca se non provocato.

Il nome deriva dal fatto che sia un cane da combattimento

Molte persone credono che il nome “boxer” derivi dall’abitudine di posizionarsi sulle zampe posteriori e di lanciare “pugni” con quelle anteriori. Questo naturalmente è un mito, perché questi cani usano le zampe anteriori per giocare, per capovolgere la ciotola e per chiedere un po’ di cibo quando affamati.

I boxer bianchi sono molto rari

Questo è un dato incerto. Il 25% dei boxer nasce bianco e di fatto alcuni cani che diedero origine alla razza erano di questo colore. Tuttavia però, dato che lo standard del boxer americano non prevede il colore bianco, spesso gli allevatori li uccidono poco dopo la nascita.

I boxer bianchi sono più inclini a sviluppare problemi di salute rispetto agli altri

cuccioli-boxer

Non ci sono prove cliniche che confermino che il boxer bianco sviluppi più problemi di salute rispetto agli altri boxer, né che siano più deboli.

Tutti i boxer bianchi sono sordi e non li si può addestrare

Anche se la sordità dei boxer bianchi è più frequente, ma non tutti lo sono. I boxer sordi, bianchi o meno, possono essere addestrati con una grande varietà di metodi, tra i tanti: linguaggio dei segni e torce elettriche. Addestrare qualunque tipo di boxer, sordo o meno, richiede tempo e pazienza.

I boxer bianchi sono malvagi

Inutile dire che il colore del pelo di un cane non influenza la sua personalità. I boxer bianchi possiedono la stessa personalità dei loro affini più scuri.

I boxer bianchi sono albini

I boxer bianchi NON sono albini, gli albini non hanno alcun tipo di pigmentazione, risultando per tanto totalmente bianchi e con gli occhi rossi. I boxer bianchi sono semplicemente cani che nascono con il pelo bianco.