Gli 8 animali più longevi al mondo

Gli esseri umani, che hanno trasformato l’ambiente a loro vantaggio, grazie allo sviluppo tecnologico e ai progressi della medicina sono riusciti a combattere (e anche debellare) numerose malattie, provocate da batteri, virus o malattie congenite. L’aspettativa di vita è di circa 85 anni. Rispetto ad animali come le zanzare o farfalle, che vivono solo pochi giorni, potrebbero sembrare un’eternità. Tuttavia, per altri animali, sarebbe un vita breve quanto un battito di ciglia. Di seguito andiamo a stilare un elenco degli otto animali più longevi al mondo:

Coccodrillo

I coccodrilli sono rettili semi-acquatici, suddivisi in 14 specie, che comparvero sulla Terra circa 55 milioni di anni fa, quando erano veri e propri dinosauri viventi. La loro dimensione varia notevolmente a seconda della specie e dell’età di ogni individuo, ma i coccodrilli d’acqua salata sono i più grandi, dal momento che possono raggiungere gli 8 metri di lunghezza. La loro aspettativa di vita è simile alla nostra: si aggira intorno agli 80 anni.

Elefante

Gli elefanti sono animali enormi: l’elefante africano è il più grande mammifero terrestre del pianeta. Inoltre, gli viene attribuita una grande intelligenza: il suo cervello pesa circa 5 kg. Sono creature sociali che vivono in gruppi familiari. La loro vita media, come quella del coccodrillo, si aggira intorno agli 80 anni, anche se, secondo alcune stime, in condizioni eccezionali possono raggiungere anche i 90 anni.

Pappagallo Grigio Africano

pappagallo-grigio-africano

Si tratta di un pappagallo proveniente dall’Africa. È diventato molto popolare negli ultimi decenni, in particolare per la sua intelligenza, la sua memoria e la capacità di ripetere le parole. È caratterizzato dal becco nero, dal piumaggio grigio e dalle penne della coda, di colore rosso. Normalmente vive tra i 70 ei 90 anni, anche se sono stati segnalati alcuni casi di esemplari che hanno raggiunto i 100 anni d’età.

Tartaruga delle Galapagos

Si tratta di una tartaruga gigante. Oltre ad essere la specie di tartaruga più grande del mondo, che raggiunge un metro e mezzo di lunghezza, è la più longeva tra gli animali vertebrati terrestri, poiché supera i 100 anni di vita. La tartaruga gigante più longeva in assoluto, o almeno quella di cui abbiamo dati disponibili, ha raggiunto 152 anni.

Riccio rosso

I ricci rossi sono una specie che vive nelle acque poco profonde dell’Oceano Pacifico, di solito a 90 metri dalla superficie. Il nome è dovuto al loro singolare colore. Di solito non vivono più di 30 anni, principalmente a causa della predazione o dei cambiamenti che avvengono nell’ambiente in cui vivono. Tuttavia, sono stati rinvenuti alcuni esemplari che hanno vissuto fino a 200 anni.

Balena della Groenlandia

balena
Questo cetaceo, a rischio estinzione, può raggiungere i 18 metri di lunghezza e pesare fino a 100 tonnellate. Fino a pochi decenni fa, si riteneva che la loro aspettativa di vita fosse 60 anni, ma negli anni ’90 furono rinvenuti alcuni esemplari vivi di queste balene con alcuni resti di arpioni in avorio conficcati nei loro corpi. Il fatto ha portato agli sviluppi di nuovi studi, per determinare la loro reale aspettativa di vita. Attraverso lo studio delle strutture oculari di varie balene della Groenlandia, gli studiosi sono giunti ad affermare che alcuni esemplari avevano vissuto tra i 150 ei 200 anni.

Le spugne vitree

Note come Hyalospongiae, sono spugne che vivono in acque profonde, tra i 200 e i 2.000 metri di profondità. Quelle che vivono in acque gelide, specie in quelle antartiche, a causa delle basse temperature che, inoltre, le rendono molto longeve, mostrano un processo di crescita straordinariamente lento. Alcuni studiosi hanno rinvenuto un esemplare a cui sono stati attribuiti almeno 6000 anni di vita; per questo motivo è stato definito l’animale più longevo mai scoperto sulla terra.

Turritopsis nutricula

È una piccola specie di medusa, proveniente dal Mar dei Caraibi, anche se è diffusa in tutto il mondo. La caratteristica principale di questa medusa è un sistema riproduttivo unico, grazie al quale possono passare da uno stadio di maturità sessuale ad uno di immaturità, evitando il deterioramento delle proprie capacità riproduttive e diventando biologicamente immortali. Questo processo è stato ampiamente osservato e studiato nei laboratori, anche se questo tipo di animali, di solito, cade vittima di predatori o muore a causa di malattie. Tuttavia, in un ambiente privo di queste minacce, potrebbero vivere per sempre.