Anche i gatti possono essere fedeli amici

Esistono alcune presunte verità insediatesi nella mente collettiva e non se ne conosce il motivo. Una di queste è quella che indica i felini domestici incapaci di legarsi agli esseri umani allo stesso modo- intenso ed emotivo- dei cani. 

Tuttavia, non sono stati condotti rigorosi studi sul tema in grado di supportare questa affermazione. Per questo motivo, dall’Affinity Foundation, che ha eletto il 2016 l’anno dei gatti, è stata realizzata una ricerca che permette di dimostrare, tra varie cose, che anche i gatti possono essere fedeli amici. 

Confutando i miti sui gatti e il loro rapporto con le persone 

Per realizzare questo studio, i professionisti si sono basati sulla cosiddetta teoria dello scambio, la quale indica che il rapporto umano-animale viene considerato sulla base dell’interazione, del vincolo emotivo e del costo percepito. Dopo aver intervistato 347 persone, tutte aventi un gatto come animale domestico, si è giunti alla conclusione che il rapporto degli umani con questi felini è molto più stretto ed affettuoso di quello che si è soliti credere

gatto-che-dorme-su-gamba-uomo

Grazie ai risultati della ricerca, possiamo affermare che, tra le persone che hanno un gatto come animale domestico:

  • Il 94% prova piacere nell’osservare il suo micio. 
  • Il 92% accarezza l’animale con frequenza. Un 79% lo fa, come minimo, una volta al giorno.  
  • Il 90% parla spesso con il suo animale domestico. Il 75% lo fa tutti i giorni. 
  • L’86% gioca abitualmente con il suo gatto. Il 65% almeno una volta al giorno.  
  • L’86% si compiace di essere il motivo delle fusa del proprio amico peloso. Al 77% piace il suo temperamento indipendente. 

Per fugare i dubbi sul fatto che i gatti possono essere fedeli amici degli umani, la Affinity Foundation ha realizzato una ricerca sulla relazione di questi animali con le persone. Vi riportiamo alcuni risultati.

Per non avere dubbi: anche i gatti possono essere grandi amici 

Tramite questo studio, è stato possibile anche differenziare chiaramente 2 grandi gruppi di padroni. Uno dei due (il 65%) ha un rapporto intenso con il suo animale domestico, sia per quanto riguarda l’interazione con lui sia il vincolo emotivo. Il restante 35% porta avanti un vincolo caratterizzato da un minore coinvolgimento emotivo. 

Anche questo dato contribuisce a sfatare il mito che le persone che hanno gatti non riescono a coinvolgersi emotivamente con questi felini, a differenza di quanto accade con i cani. 

Gli intervistati, inoltre, pensano che il loro gatto: 

  • È una costante fonte di compagnia (83 %).
  • È sempre presente quando hanno bisogno di lui (67 %).
  • Li aiuta a superare momenti difficili (65 %).

Altri dati della ricerca

Dalla ricerca dell’Affinity Foundation, si evince anche che:

  • Di solito sono le donne a sviluppare relazioni più intime con i gatti. 
  • I felini comprati in negozio o giunti in casa come regalo hanno un legame più freddo con i loro padroni, dato misurato sempre dalla prospettiva umana.
  • Le coppie che non hanno figli instaurano un vincolo più intenso con il loro gatto.
  • Prendersi cura di un gatto è un compito semplice (72 %).
  • Convivere con un gatto domestico è un po’ problematico (62 %).
  • L’animale non interferisce con quello che piace fare ai suoi padroni, non ne limita le attività (58 %).
  • Le spese necessarie per mantenere un gatto non sono eccessive (50 %).

Dategli un’opportunità, adottate un gatto

gattini-occhi-azzurri

Sembra non esserci più nessun dubbio sul fatto che anche i gatti possono essere nostri amici fedeli senza doverli paragonare ai cani. 

Quel che è certo è che, se non vi piacciono i gatti, è perché non ne avete mai avuto uno. 

Forse è per questo che il 70% degli italiani che ha goduto qualche volta della dolce compagnia delle fusa di un gatto sceglie nuovamente questo meraviglioso animale come compagno. Un dato non indifferente.  

Non dubitate a condividere la vostra vita con un bel gattino. Non vi pentirete, ve lo assicuriamo.