I cani e la televisione

I nostri animali domestici sono abituati a vedere la televisione accesa. Anche se possiamo pensare che siano indifferenti a ciò che succede nel piccolo schermo, in realtà non è esattamente così. In un certo modo prestano attenzione ai vari programmi che si susseguono. Vediamo in questo articolo che tipo di relazione esiste tra i cani e la televisione.

È stato dimostrato che i cani possono riconoscere altri animali appartenenti alla loro specie in televisione. Essi hanno un senso dell’olfatto molto sviluppato e, ovviamente, le immagini che non trasmettono alcun odore li sorprendono un po’. Tuttavia, anche queste immagini richiamano la loro attenzione, in particolare se questi animali abbaiano.

Altri animali, altre specie in televisione

fotografa scatta una fotografia a cane fulvo

Non soltanto gli altri cani attireranno l’attenzione dei nostri piccoli amici, ma anche animali appartenenti ad altre specie. In questo senso in alcuni paesi ci sono già dei programmi specifici per cani, dove essi possono ammirare gli “attori” protagonisti dei loro programmi preferiti intenti nell’esercizio di varie attività.

Ciò che abbiamo sentito dire più di una volta, ovvero che i cani vedono solo in bianco e nero, non è esattamente vero. In realtà anche i cani sono capaci di apprezzare la realtà a colori che li circonda, anche se non esattamente come gli esseri umani. La loro gamma cromatica è infatti più ridotta.

Alcuni studi hanno dimostrato che mentre noi possiamo contare su 3 colori primari (rosso, blu e verde), i nostri amici a quattro zampe ne hanno solo 2, il giallo e il blu.

Dunque se il nostro cane vede in televisione un altro cane, in film, serie, ecc., ovviamente lo identificherà visivamente. Se poi il protagonista abbaierà o emetterà qualche altro tipo di suono, il nostro animale si metterà in allerta.

Percezione delle immagini televisive

Gli occhi dei cani possono captare le immagini che vedono molto più velocemente di noi, per questo sono molto più interessati alle televisioni e ai programmi moderni che emettono un maggior numero di fotogrammi al secondo.

Influisce anche la razza del cane e persino la sua personalità. Ad esempio, i segugi spagnoli sono molto più interessati ai colori che alle immagini, dunque si godranno molto meno ciò che vedranno sullo schermo. Al contrario i Terrier reagiscono in modo molto più naturale di fronte alle immagini che mostrano i loro programmi preferiti.

Oltre alle immagini, i ritmi e i suoni, anche la tematica trattata dai programmi televisivi può influire sul fatto che il nostro animale presti più o meno attenzione.

Programmi televisivi per cani

Il canale DogTV è conosciuto per la messa in onda di programmi specificamente indirizzati ai cani, con immagini che sono state create al fine di captare l’attenzione dei nostri piccoli amici e, ovviamente, senza pubblicità. In questo modo quando i cani trascorrono molto tempo da soli in casa, possono contare su un ottimo mezzo di intrattenimento.

Questi programmi non si basano solo sull’emissione di immagini attraenti per i cani, ma anche su molti altri fattori che riguardano l’analisi psicologica e la percezione sensoriale. Dagli abbinamenti di colori fino ai suoni, tutto quanto viene preso in considerazione per l’elaborazione di questi programmi. 

Generalmente si possono distinguere 3 tipi di programmi, quelli che rilassano i nostri amici, quelli che li stimolano e quelli che semplicemente mostrano immagini curiose per loro.

Alcuni addestratori di cani usano la televisione per intrattenere gli animali, installando gli apparecchi alla loro altezza e ottenendo risultati incredibili.

Sensazione di movimento

cane-in-televisione

Per quanto riguarda l’aspetto più tecnico, possiamo dire che l’occhio umano può apprezzare le immagini emesse dallo schermo con una frequenza inferiore a 55Hz, i cani invece con una frequenza maggiore di 75Hz. Per questo motivo, quando guardano la televisione, in realtà ciò che vedono è uno schermo che lampeggia in continuazione, anche se i cani normalmente non apprezzano la sensazione di movimento. Tuttavia, se viene mostrata un’immagine ferma con un cane o un altro animale, ciò catturerà la loro attenzione. 

La maggior parte degli apparecchi televisivi sono collocati all’altezza della vista degli esseri umani, per questo non risulta comodo per i cani guardarli, ed è difficile che la loro attenzione si concentri su di essi. Tuttavia se lo schermo si trovasse all’altezza dei loro occhi e se le immagini mostrassero altri cani, uccelli, ecc., è quasi certo che i cani presterebbero più attenzione alla televisione.