Naso asciutto nei cani: quando preoccuparsi?

Il naso asciutto nei cani non dovrebbe essere motivo di preoccupazione, almeno nella maggior parte dei casi.

Ciò nonostante, se connesso con altri segnali, può essere sintomatico di diverse patologie dall’indice di gravità più o meno alto, e si richiederà dunque una visita talvolta immediata dal veterinario.

Naso asciutto o umido

Nonostante la punta del naso di questi animali sia famosa per la sua umidità, è normale che si secchi in determinati momenti del giorno e di fronte a particolari situazioni. Questo fenomeno può avere luogo quando i cagnolini:

  • Sono esposti al vento e al freddo.
  • Sono esposti al sole per troppo tempo.
  • Permangono in luoghi riscaldati e dove c’è poca ventilazione.

In ognuno di questi casi, sarà sufficiente mantenere il naso del cane ben idratato utilizzando delle creme specifiche che il vostro veterinario vi saprà indicare; assicuratevi inoltre che il cane abbia a disposizione sufficiente acqua così che non si disidrati.

 Naso asciutto nei cani: i segnali d’allarme

naso-cane

Vi sono casi in cui il naso asciutto è accompagnato da altri segnali più preoccupanti che potranno sfociare in malattie acute e gravi.

Se il vostro cane presenta diarrea o vomito, la causa del naso asciutto sarà la disidratazione. Recatevi con urgenza dal veterinario, già che l’animale potrebbe sviluppare malattie a rischio vita come la parvovirosi o il cimurro.

Per questo motivo è di vitale importanza assicurarsi di aggiornare costantemente il calendario vaccinale del vostro animale.

Per quanto riguarda il cimurro, esso si può manifestare in forme differenti, e tra di esse troviamo quella cutanea. In questo caso, l’animale presenterà dermatiti ed un ispessimento della pelle del naso e dei polpastrelli.

Malattie dermatologiche

Tra le patologie della pelle, ve ne sono molte che possono essere causa del naso asciutto nei cani, con formazione di tagli e persino piaghe. Fra queste malattie troviamo:

Lupus eritematoso discoide

Si tratta di un disturbo cutaneo cronico di carattere autoimmune, relativamente benigno e che non causa danni al sistema. I primi segnali clinici si concentrano sul naso e sono:

  • Perdita di pigmento
  • Eritemi (arrossamenti della pelle dovuti all’aumento del sangue contenuto nei capillari)
  • Desquamazione
  • Perdita della normale architettura.

Pemfigo foliaceo

Si tratta della malattia autoimmune più comune in cani e gatti. È causa di lesioni di tipo pustolose, croste e ulcere intorno agli occhi, sul ponte del naso, sulle orecchie, sui polpastrelli e nella regione inguinale.

Il trattamento dovrà essere protratto per tutta la durata della vita dell’animale, e prevede la somministrazione di droghe immunosoppressore.

Il naso asciutto e le malattie opportunistiche

Quando il sistema immunitario è indebolito, è più facile che appaino malattie opportunistiche che hanno come epicentro il naso dell’animale.

È questo il caso dell’aspergillosi, un’infezione micotica causata da una sorta di fungo molto comune in natura.

Esistono due tipi di infezioni causate da questo fungo: quella nasale e quella invasiva.

Aspergillosi nasale

cani

In questo caso l’infezione si diffonde nel naso, nelle fosse nasali e nei seni frontali.

Altri sintomi nell’animale saranno:

  • Starnuti
  • Dolore nasale
  • Perdita di sangue dal naso
  • Perdita dell’appetito
  • Naso visibilmente gonfio
  • Eccessiva mucosità con eventuali tracce di pus o sangue
  • Perdita di pigmento

Tenete a mente che di fronte alle malattie opportunistiche, oltre al trattamento puntuale dovrete cercare di rinforzare le difese del vostro cane attraverso una dieta adeguata e con i giusti integratori vitaminici, che il veterinario vi saprà indicare.

Altri motivi di secchezza del naso nei cani

Fate attenzione ai seguenti dati:

  • Un naso secco e desquamato può essere dovuto ad un’eccessiva esposizione al sole, come abbiamo già detto. In questi casi però, spesso il cane presenterà i sintomi di una scottatura solare, soprattutto se la sua punta del naso è pallida o rosea.

Il cane potrebbe in questi casi sviluppare il cancro alla pelle, per cui è sempre importante che lo proteggiate dalle radiazioni solari.

  • Se al naso asciutto si sommano secrezioni nasali, tosse, starnuti e difficoltà respiratorie, il problema dell’animale sarà sicuramente di carattere respiratorio.
  • Anche le allergie possono essere causa di secchezza del naso. È il caso per esempio di determinati ingredienti che si trovano all’interno del mangime, come il grano, o anche di sostanze chimiche impiegate per la fabbricazione delle ciotole di plastica.

In questi casi si raccomanda il cambio della dieta e l’utilizzo di ciotole per il cibo e per l’acqua fatte di acciaio inossidabile.

A prescindere dal riconoscimento di segnali evidenti che vi indichino una visita urgente dal veterinario, consultate sempre il medico di fronte a qualsiasi dubbio che possiate avere relativo al naso del vostro cane.