Un coniglio può mangiare le carote?

Un esempio classico del modo in cui i mezzi di comunicazione influiscono sul nostro modo di pensare è l’idea diffusa che i conigli si nutrono esclusivamente di carote. Si dice spesso che un’immagine vale più di mille parole. E la figura del mitico Bugs Bunny, con il suo inseparabile ortaggio arancione, ha dominato il nostro immaginario relativo all’alimentazione di questi animali. Tuttavia, la realtà è ben diversa: la radice di questa pianta non è affatto il cibo preferito dei conigli che, se potessero scegliere, opterebbero per mangiare le foglie della carota.

Nella dieta abituale di un coniglio c’è spazio per le carote?

coniglio

Oltre ad aver chiarito il fatto che le carote non sono tra gli alimenti preferiti dei conigli, sorge un altro dubbio: è bene includere questo ortaggio nella loro dieta? La risposta è sì, ma senza esagerazioni. Si tratta di un alimento molto dolce che, se ingerito in quantità eccessive, potrebbe provocare danni ad alcuni organi interni, quali fegato ed intestino, e che, a lungo termine, potrebbe farli aumentare di peso.

Qual è dunque la dieta corretta per questi animali?

Da buon erbivoro qual è, il vostro coniglio deve essere nutrito esclusivamente con alimenti vegetali, cercando di offrirgli un menu vario ed equilibrato. Qualunque altro tipo di alimento potrebbe provocargli disturbi della digestione. Quindi:

  • La sua dieta quotidiana dovrà essere composta da fieno e mangime, a cui potrete aggiungere diversi tipi di verdure a foglia verde. Potranno essere aggiunti, di tanto in tanto, ortaggi (come le carote) e frutta.
  • La quantità giornaliera di fieno dovrà essere proporzionale alle dimensioni del vostro coniglio. Non lo mangerà tutto in un solo giorno, ma ne utilizzerà una parte per costruire il nido, ad esempio.
  • Il mangime non deve essere mai la sua esclusiva fonte di alimentazione, in quanto non contiene la giusta quantità di fibre di cui ha bisogno. Inoltre, se mettete a disposizione del coniglio un quantità eccessiva di questo alimento, il vostro animale lo consumerà a scapito di altre sostanze nutritive indispensabili per la sua corretta alimentazione.
  • Dovete sapere che l’apparato digerente del coniglio è in grado di “lavorare” tutto il giorno. Per questo motivo deve avere sempre cibo a disposizione.
  • Un aspetto che dovete tenere in considerazione è il fatto che il mangime deve essere composto di erba pressata a forma di pellet (cilindretti di fieno pressato). Non dategli mangimi che contengono cereali.
  • Potete inserire nella sua dieta quotidiana anche i seguenti ortaggi:
  • Indivia
  • Spinaci
  • Crescione
  • Rucola
  • Foglie di barbabietola, carote, ravanelli, vite e gelso

In questo modo apporterete vitamine, calcio ed altri nutrienti essenziali. Inoltre, di tanto in tanto, potrete aggiungere:

  • Zucchine
  • Cetrioli
  • Pere
  • Banane
  • Nespole
  • Mele
  • Carote, naturalmente

Il fieno, oltre ad essere un’importante fonte di fibre, serve per mantenere in salute i denti del vostro animale domestico. Il mangime invece, che è facile da masticare, non contribuisce alla limatura naturale (e indispensabile) della dentatura del coniglio.

Probabilmente non lo sapevate, ma i denti del coniglio, a differenza di quelli del cane, del gatto e degli esseri umani, crescono continuamente, per tutta la sua vita (circa 2-3 mm a settimana). Ecco perché è importante offrirgli cibo come il fieno, per garantirgli la limatura dei denti e prevenire una crescita eccessiva.

Miti da sfatare

conigli-che-mangiano

Ma torniamo all’inizio. Da dove proviene il mito secondo cui al coniglio piace mangiare le carote? Sembrerebbe che il responsabile sia Clark Gable. Nel 1934 interpretò un film intitolato Accadde una notte. Sembra che, in una delle scene del film, questo attore stesse masticando una carota. I fumettisti del personaggio di Bugs Bunny erano molto divertiti e decisero di farne una parodia, disegnando il famoso coniglio con la sua nuova e inseparabile amica.

Quel che è certo è che, se volete che il vostro coniglio segua una dieta sana ed equilibrata, dovete seguire i consigli del veterinario e non lasciarvi influenzare da un mito imposto dal cinema o dalla televisione, anche se potrebbe sembrare divertente. Ricordate: se decidete di nutrire il vostro coniglio solo con le carote, gli provocherete un grave deficit nutrizionale.