5 specie animali a rischio di estinzione a Yellowstone

30 Settembre 2019
Grazie a Yellowstone, molte specie sono in grado di aumentare il numero di esemplari della propria popolazione. In questo enorme parco godono di un habitat protetto che offre loro cibo e rifugio.

I parchi naturali sono degli spazi protetti molto importanti per gli animali, perché all’interno dei loro limiti possono insediarsi e riprodursi senza la minaccia costituita dalla presenza dell’uomo. Vi invitiamo a scoprire quali sono le specie animali a rischio di estinzione a Yellowstone.

Le specie animali a rischio di estinzione a Yellowstone

Fondato nel 1872, il parco naturale di Yellowstone è il primo che può vantare questa definizione. Occupa un’estensione superiore a 8.000 chilometri quadrati ed è situato negli Stati Uniti d’America. Più specificamente, la maggior parte del suo territorio appartiene agli stati del Wyoming, dell’Idaho e del Montana.

Questo parco naturale non è stato creato esclusivamente per proteggere gli animali e le piante, perché presenta anche importanti fenomeni geologici. Grazie alla sua grande estensione, all’interno dei suoi confini sono compresi numerosi ecosistemi. Per la maggior parte è costituito da boschi, ma contiene anche praterie, paludi, laghi, ecc.

Yellowstone ospita ogni anno migliaia di turisti: la protezione di questo parco stabilisce a quali zone è possibile accedere; ne esistono alcune nelle quali non è possibile entrare a bordo di veicoli. La prova del buon funzionamento di questo piano di protezione è fornita dal fatto che nel parco la vita funziona normalmente e non è danneggiata dall’attività umana.

Naturalmente, all’interno dei confini del parco è proibita la caccia. Gli animali che vivono all’interno dei suoi limiti non sono costretti ad affrontare la minaccia rappresentata dall’essere umano. I suoi abitanti, infatti, si insediano e si riproducono con tranquillità.

Lupo grigio

Uno dei casi più noti di animali a rischio di estinzione a Yellowstone è quello del lupo grigio (nella fotografia in apertura di questo articolo), che decine di anni fa era scomparso da questa zona del continente a causa della caccia. Nel corso degli anni Novanta ne sono stati introdotti diversi branchi all’interno del parco: questi si sono riprodotti, hanno migrato, hanno formato nuovi branchi…

Al giorno d’oggi, la popolazione del lupo grigio nel parco di Yellowstone gode di ottima salute. Inoltre, è stato possibile studiare in dettaglio il modo in cui crescono i branchi, come si relazionano tra loro e quali effetti provoca una specie che viene introdotta nella catena alimentare di un ecosistema.

Furetto dai piedi neri

Un caso simile è quello del furetto dai piedi neri. Nel 1980 si riteneva che fosse completamente estinto, ma, a sorpresa, ne comparve un esemplare in una zona vicina al parco. Un programma di riproduzione in cattività e la successiva liberazione hanno reso possibile il fatto che oggi a Yellowstone vivanopiù di 1.000 esemplari di furetto dai piedi neri.

Orso grizzly

Tuttavia, il re di Yellowstone è l‘orso grizzly. Questa è un’altra delle specie animali a rischio di estinzione a Yellowstone e che, proprio grazie al parco, si sta salvando. Si calcola che alcuni secoli fa ce ne fossero quasi 50.000 esemplari. Anche se al giorno d’oggi ne sono presenti circa 2.500 in America del Nord, il loro numero continua ad aumentare, grazie alla protezione garantita dal parco.

l'orso grizzly è il re del parco naturale di Yellowstone

Aquila calva

L’uccello nazionale degli Stati Uniti sopravvive grazie a questo parco naturale. Durante gli ultimi decenni, i pesticidi, che uccidevano le sue prede, hanno indebolito la sua popolazione. Tuttavia, all’interno dei confini di Yellowstone, possono nutrirsi e riprodursi normalmente, avendo a disposizione cibo a sufficienza e rifugi adeguati.

Yellowstone permette la sopravvivenza dell'aquila calva

Anche se l’aquila calva non è più considerata una specie a rischio di estinzione e viene ormai catalogata come “minacciata”, la sua attività viene controllata da vicino, perché la sua popolazione non sta aumentando così in fretta quanto ci si attendeva.

Bisonte, uno dei simboli di Yellowstone

I bisonti vivevano occupando tutta l’America del Nord (si calcola che ne esistessero più di 10 milioni di esemplari), ma, con l’arrivo degli inglesi, negli ultimi secoli la loro popolazione si è ridotta al punto da far ritenere impensabile riuscire a recuperarla senza che si estingua.

Yellowstone ospita un gran numero di esemplari di bisonte

Oggi, a Yellowstone vive il branco di bisonti più grande del pianeta. Sono stati reintrodotti in seguito a un progetto mirato alla loro riproduzione in cattività e si calcola che all’interno del parco ne vivano circa 300.00 esemplari.

Oltre a quelle citate, esistono altre specie animali a rischio di estinzione a Yellowstone: il cigno trombettiere, il castoro, la lince canadese e l’alce fanno tutti parte degli animali protetti all’interno di questo parco.

Gli spazi naturali protetti sono un mezzo indispensabile per la sopravvivenza degli animali a rischio di estinzione. Inoltre, offrono l’opportunità di monitorare e studiare queste specie, senza disturbarle né mantenerle in cattività.

Yellowstone rappresenta un magnifico esempio dello scopo e della conservazione di questo genere di spazi. La varietà dei suoi ecosistemi, la sua protezione della fauna e della flora e la sua geografia lo rendono un luogo unico nel pianeta e un esempio da seguire.