Accogliere in casa il vostro nuovo cane

Avete appena preso un cane? Volete farlo sentire a suo agio in quella che diventerà la sua nuova casa, ma allo stesso tempo evitare che la distrugga? Ecco alcuni consigli e suggerimenti per rendere piacevole e facile l’ambientamento di un cane, sia per l’animale che per il padrone.

Prima del suo arrivo

Prima di accogliere in casa il vostro nuovo cane, cucciolo o adulto che sia, cominciate con il preparare alcune cose. Per prima cosa, preparategli un posto dove possa dormire e tenere i suoi oggetti. L’ideale sarebbe avere un pavimento con le piastrelle, senza tappeti o moquette, per rendere più facile la pulizia.

Se decidete di tenerlo all’esterno, scegliete un posto recintato, riparato dal freddo, dalla pioggia e dal sole e dove potersi eventualmente nascondere se si sente minacciato o spaventato. Tenere il cane in un luogo separato può essere un vantaggio, ma ricordate che ha anche bisogno di giocare e interagire con la famiglia. Quello che diventerà il suo posto, il suo “territorio”, dovrebbe stare in una zona tranquilla della casa, lontana dalla confusione. E ancora in una zona tranquilla devono stare le ciotole per il cibo e l’acqua; meglio se di ceramica o metallo, in quanto la plastica è leggera e si sposta mentre il cane mangia. Dovete procuragli dei giocattoli che possa mordere, graffiare o rompere. Se morde le sue cose, eviterà di mordere le vostre.. ed è un buon modo per passare il tempo e non soffrire la noia quando lo lasciate solo.

Oltre a preparare il suo posto, è necessario rimuovere tutto quello che potrebbe essere pericoloso o fargli del male e tutto quello che volete preservare dalla rottura. Togliete dalla sua portata oggetti di valore, cavi, apparecchi elettrici, prodotti chimici e tutto ciò che non deve mordere. L’ideale sarebbe impedirgli l’accesso alle stanze dove tenete i vestiti, le scarpe e tutto quello che potrebbe aver voglia di mordere,  fino a quando non imparerà a rispettare le vostre cose.

Il primo giorno

nuovo cane-2-1024x682

 

Quando si porta per la prima volta un cucciolo o un cane adulto a casa, ci sono alcune cose da considerare. Prima di tutto farlo ambientare gradualmente; se il cane è adulto è meglio non portarlo direttamente a casa, ma occorre farlo prima sfogare per scrollarsi di dosso l’eccitazione del momento e far si che arrivi alla sua nuova dimora più calmo. Se è cucciolo, dovrà avere più di 45 giorni, e la prima cosa da fare sarà portarlo dal veterinario per sottoporlo ad un controllo generale.

Un’altra cosa importante è trovare subito un nome appropriato e chiamarlo da subito sempre con lo stesso nome. Sono proprio i primi giorni quelli in cui impara a venire quando lo si chiama e ad abituarsi al proprio nome e si confonderà se lo chiamerete con nomi diversi.

Una volta arrivato a casa, è meglio mostrargli subito il suo posto e “confinarlo” lì il primo giorno. Consentitegli di esplorarlo, mostrategli la sua cuccia, i suoi giocattoli, la sua ciotola. Gradualmente apritegli l’accesso a tutta la casa, perché possa abituarsi poco a poco ai nuovi odori e ai nuovi ambienti. Se è molto piccolo è probabile che durante le prime notti si mostri irrequieto e ululi.

Per evitare che senta la mancanza della madre mettetegli una borsa dell’acqua calda nella cuccia e sistemategli vicino un orologio a lancette: il ticchettio gli ricorderà i battiti del cuore della madre e si calmerà. Se avete conservato qualsiasi oggetto che possieda l’odore della madre o della sua prima casa, metteteglielo nella cuccia. L’odore familiare lo farà sentire al sicuro. Per nessun motivo gli dovete consentire, nelle sue prime notti a casa, comportamenti di cui vi pentirete in futuro altrimenti si abituerà e non ci sarà modo di tornare indietro.

Prime necessità

La pappa è un processo delicato nei primi giorni, soprattutto se parliamo di un cucciolo che ha appena smesso di prendere il latte. Questa fase è delicata e potranno insorgere disturbi digestivi. Per facilitargli il transito del cibo, inumiditegli il cibo con acqua fredda. La proporzione sarà approssimativamente una parte di acqua ogni quattro di cibo. Fermo restante che la quantità di cibo da dare al vostro cucciolo va concordata con il veterinario. Anche se vi sembra che dorma troppo, lasciatelo dormire: i cuccioli dormono venti ore al giorno e hanno un udito particolarmente sensibile, si stressano se gli dai fastidio. Inoltre fate attenzione a tutto quello che potrebbe ingerire. I cuccioli da questo punto di vista sono come i bambini, esplorano il mondo attraverso il gusto e si mettono tutto in bocca.

Abitudini

Già dal primo giorno educate il vostro cucciolo con fermezza, oppure prenderà l’abitudine di fare cose che più tardi vi daranno fastidio, come ad esempio salire sul divano. Premiatelo quando usa la sua cuccia, i suoi giocattoli e punite i comportamenti che non vi piacciono. Certo sempre con amore e calma, altrimenti si impaurirà. Seguite sempre la stessa routine: portatelo a passeggio, dategli il cibo e mandatelo a dormire sempre alla stessa ora. Premiatelo quando obbedisce e fategli capire che i padroni siete voi. Abituatelo gradualmente ad obbedire e a fare cose che vi piacciono. Se siete fuori casa, insegnategli a restare nel suo territorio.

Abituatelo ad indossare il collare, meglio con una placca che permette di identificarlo se si perde. Oltre al microchip, che è invece obbligatorio. Il collare non deve essere né troppo largo né troppo stretto. Dovreste riuscire a far passare due dita tra il collare e il collo dell’animale. Inoltre dovrete procurarvi un guinzaglio per portarlo a passeggio, meglio se comodo, lungo e con un moschettone.

nuovo-cane3-785x1024

 

Gli altri inquilini

Se in casa ci sono altri animali da compagnia o altre persone, il nuovo arrivato farà la loro conoscenza in modo graduale, sempre alla presenza della persona di cui ha maggior fiducia. Se ci sono altri animali domestici, farà più fatica ad ambientarsi, per cui è meglio che le presentazioni si realizzino sempre in un territorio neutrale. Dategli la pappa separatamente, fino a quando non diventeranno amici. E’ importante infine, dedicare la stessa dose di attenzione a tutti, in modo che non soffrano di gelosia. Soprattutto siate pazienti, fino a quando il cane non imparerà quello che volete da lui combinerà guai. Dovete dimostrargli che lo amate e dovete giocare con lui; ricordate che sono le prime settimane quelle in cui voi e il vostro cane imparerete a conoscervi e a rispettarvi reciprocamente.

 

 

Categorie: Consigli Tags:
Guarda anche