Cani vegetariani: tutto ciò che bisogna sapere

Cani vegetariani, tutto ciò che bisogna sapere

Se vi state domandando se possono esistere dei cani vegetariani, ebbene la risposta è affermativa. Nella maggior parte dei casi, quando ciò avviene, è molto probabile che anche il padrone lo sia.

Il cane è un mammifero onnivoro (al contrario dei gatti, che sono strettamente carnivori). Quindi, in generale, veterinari ed esperti in alimentazione animale consigliano di mantenere sempre la carne all’interno di una corretta dieta.

Ad ogni modo, in diversi paesi, sono già da tempo comparse pappe e croccantini di tipo vegetale. Ossia del vero e proprio cibo per cani caratterizzati dall’assoluta mancanza di carne, rossa o bianca che sia.

Se un padrone segue la dieta vegetariana, o vegana, è molto probabile che offra al proprio animale domestico mangimi privi di carne. Un’affermazione resa credibile dai dati statistici che rivelano l’esistenza di un rapporto direttamente proporzionale tra cani e padroni vegetariani.

I cani possono diventare vegetariani?

Cani vegetariani, tutto ciò che bisogna sapere

Alcuni veterinari affermano che, da secoli, i cani hanno sempre consumato carne e non sono adatti ad una dieta vegetariana. Uno degli esperti, lo specialista in alimentazione animale Jose Luis Torres, afferma: “Un padrone può offrire cibo vegetariano al proprio cane. Ma il fatto di poterlo fare non significa che sia corretto farlo“.

Nel caso di scegliere del mangime specifico per cani vegetariani, occorre sempre acquistare prodotti in grado di fornire tutti i principi necessari alla vita dell’animale. Controllate sempre che apportino le giuste quantità di nutrienti, proteine, vitamine, per salvaguardare la salute e il benessere del vostro amico a quattro zampe.

In questo senso, sono interessanti le dichiarazioni dell’Associazione Nazionale dei Fabbricanti di Alimenti per Animali. In un comunicato stampa, si legge: “Da un punto di vista teorico, un cane può seguire una dieta compatibile con la concezione umana di alimentazione vegetariana. Ad ogni modo, occorre che mangimi specifici vengano integrati per sopperire ad esigenze nutrizionali che materie prime di origine vegetale non possono risolvere“.

Chiedete al veterinario

Se volete convertire il vostro animale in un cane vegetariano, è importante che lo facciate seguire da un veterinario. Occorre sempre tenere in considerazione che i cambiamenti di alimentazione possono pregiudicare la salute dei cani. Seguire i consigli e dettami del veterinario, oltre a eseguire dei controlli periodici, vi permetterà di evitare spiacevoli problemi.

Cani vegetariani: consigli utili

  • Come anticipato, se volete che il vostro cane segua una dieta vegetariana, chiedete consiglio a un veterinario. Ogni animale è differente ed esistono esigenze e situazioni specifiche per ogni caso. Non sottovalutate i problemi derivanti da un cambiamento repentino di alimentazione.
  • I cani sono animali carnivori che sono divenuti onnivori a causa dell’intervento dell’uomo. L’evoluzione ha prodotto cambiamenti considerevoli e ognuno di questi dovrà seguire un percorso graduale e sicuro.
  • Così come la dentatura umana è fatta per triturare, sminuzzare e tagliare il cibo, incisivi e canini del cane servono per fare a pezzi, addentare e mordere la carne. I vostri cani non posseggono molari per cui non riuscirebbero a mangiare correttamente alimenti strettamente vegetali.
  • Rispetto all’apparato digestivo, mentre quello umano è adatto al metabolismo di diverse tiplogie di alimenti, quello del cane è specificatamente adatto all’assunzione di carni.

Il nostro sistema digestivo è più lungo e consente il corretto metabolismo dei vegetali, che richiedono più tempo. Al contrario, nei cani questo è più corto, con succhi gastrici notevolmente più potenti di quelli umani e una digestione che ha la durata di circa 10 minuti.

Cani vegetariani: non decidete per il vostro animale

Cani vegetariani, tutto ciò che bisogna sapere

Come avete visto, esistono parecchie cose da considerare sull’argomento. L’aspetto su cui conviene fare maggiormente luce è che i cani non possono scegliere. Diventa quindi responsabilità di voi padroni decidere o meno se il vostro cane deve diventare vegetariano. Lui, sicuramente, non vi chiederà mai di abbandonare la carne o un altro alimento. Soprattutto dato che, scientificamente, è dimostrato che i canidi hanno bisogno dell’80% di proteine animali per crescere e vivere in modo sano.

E’ la loro natura selvaggia a dettare tale legge. Anche se addomesticato, un cane tende a cacciare e mangiare ciò che ha cacciato. I vegetali? Come da secoli passati, li assumerà direttamente attraverso le interiora degli altri animali sue prede. Non si è mai visto un cane addentare con gusto una carota in mezzo ad un orto.

Dunque, un cane vegetariano è sicuramente una forzatura. Qualcosa che va contro la sua indole, le sue caratteristiche fisiologiche e la sua storia. Cambiare la dieta ad un cane, in modo arbitrario e superficiale, è un semplice capriccio umano. Assai pericoloso, inoltre, se realizzato in modo drastico e senza l’adeguata supervisione del veterinario.

Mangimi per cani vegetariani

Questa tipologia di alimenti contiene una gran quantità di fibre, ma poche calorie. Hanno però il vantaggio di essere elaborati a partire da ingredienti biologici. Sono poi indicati per cani che soffrono di allergie o in sovrappeso.

Questi mangimi vegetariani, anche se non contengono carne ne sottoprodotti animali, possono essere sufficienti per mantenere una dieta adeguata, dal momento che includono elementi aggiunti come proteine e vitamine specifiche.