Perché il gatto non può mangiare troppa frutta e verdura?

· 18 marzo 2017

La frutta e la verdura sono prodotti molto salutari per le persone, ma non altrettanto per i felini. Un pasto corretto è il modo attraverso cui i padroni mostrano l’attenzione che hanno verso i loro animali e le preoccupazioni che hanno nei confronti della loro salute. Scoprite gli alimenti migliori per il vostro gatto.

Se avete un micio, pianificare l’alimentazione migliore significa capire il suo comportamento. Non bisogna cadere nell’errore di dar loro prodotti che potrebbero non avere gli effetti desiderati.

Alimenti per gattifrutta per gatti

Quando i gatti sono allo stato brado, sono animali fortemente carnivori. Dovete sapere che gli alimenti per loro che trovate sugli scaffali dei supermercati, sono stati pensati proprio in funzione di questa loro natura.

Includere nella loro dieta eccessive quantità di frutta e verdura potrebbe generare uno squilibrio dato soprattutto dall’eccesso di vitamine e minerali. L’ortaggio più pericoloso per il vostro animale, è la cipolla.

Alcuni alimenti, come per l’appunto la cipolla, o anche il porro e il cipollotto, contengono tra i vari componenti il tiosolfato. Questo provoca la distruzione dei globuli rossi del micio, dando il via ad una malattia conosciuta come anemia emolitica.

Sintomi dell’intossicazione

I sintomi di un’intossicazione alimentare, o di un’anemia emolitica, causata da alimenti che il vostro gatto non dovrebbe mangiare, possono essere vomito, diarrea, apatia e depressione, inappetenza, febbre, difficoltà respiratorie, strano colore della mucosa e dell’urina, e tanti altri.

Nel caso vi trovaste ad osservare qualcuno di questi sintomi, in seguito all’assunzione da parte del gatto di cipolla o aglio, è importante portarlo con urgenza dal veterinario. Il medico saprà cosa fare, ma ha bisogno di agire in tempo, dato che più il tempo passa più grave diventerà la situazione.

Analisi di frutta e verdura

La frutta e la verdura possono essere usate come “alimento premio” per il gatto. Ricordate però che si tratta di un animale carnivoro, e che per questo bisogna fare attenzione.

Non è raro che i gatti amino la frutta e la verdura. Ad ogni modo, è importante che essa non superi il 10 o il 15% della loro alimentazione quotidiana. Il loro organismo ha bisogno soprattutto di taurina (un aminoacido che si trova nelle proteine di origine animale che li aiuta, tra le altre cose, a mantenere buona la vista).

·       La frutta

Tra i frutti più salutari per il vostro gatto ci sono la mela, la pera, il melone, la pesca, le fragole e perfino il cocomero. Così come succede per le persone, è meglio dar loro frutta di stagione.

I semi della mela, della prugna o di altri frutti contengono una grossa dose di cianuro. Questo potrebbe causare al vostro animale convulsioni e alterazioni del sistema nervoso.

·        Verdure

Le verdure devono sempre essere cotte, prima di essere date al vostro animale, in modo che le digerisca più facilmente. Tra le più consigliate ci sono i piselli, gli asparagi, l’insalata, la zucca, i fagiolini, la carota ed il cetriolo.

Come abbiamo visto, cipolla ed aglio sono gli alimenti più insidiosi per il nostro gatto.

Anche il pomodoro rientra tra gli alimenti pericolosi per il nostro micio, perché contiene un alto livello di acidità, causa di forti dolori allo stomaco dell’animale.

Per quanto riguarda la patata, a causa del suo elevato contenuto di fecola, risulta molto difficile da digerire per il gatto. Per questo è un altro degli alimenti di origine vegetale che dovrebbero essere evitati, causa di problemi allo stomaco.

Anche l’avocado, per i suoi livelli di persina, è nocivo per l’animale. Può arrivare addirittura a metterne in pericolo la vita, oltre che provocare vomito, diarrea ed altri malesseri.

Altri alimenti per il gatto

gatto mentre mangia

Nemmeno il cioccolato è consigliabile per il vostro gatto. Contiene un componente chiamato teobromina, che può intossicare il vostro piccolo amico. Può causargli gravi alterazioni digestive, muscolari, nervose e di carattere cardiaco.

L’alcool, invece, può causare grossi cali di glicemia, di pressione arteriosa e di temperatura corporea.

Le uova crude contengono un enzima chiamato avidina. Somministrarne eccessive quantità al vostro gatto può causare un deficit di biotina (vitamina B), che si traduce nella perdita di pelo.

Per concludere, il pesce crudo, se in quantità eccessive, può generare grossi problemi al gatto. L’ideale è cucinarlo sempre, per distruggere l’enzima chiamato “tiaminasi”, molto comune nel pesce. Questo enzima è causa di perdita di appetito, convulsioni e può perfino portare alla morte del cucciolo.