Gatto visita ogni giorno la tomba del suo padrone

Gatto visita ogni giorno la tomba del suo padrone

Ultimo aggiornamento: 11 agosto, 2016

La storia di Toldo è l’ennesimo esempio di amore e lealtà che gli animali ci dimostrano, un amore che neppure la morte è in grado di dissolvere. Vi piacerebbe sapere cosa ha fatto questo gatto così eccezionale? Ebbene, visita ogni giorno la tomba del suo padrone.

La storia Toldo, il gatto che visita la tomba del suo padrone

gatto-ritrovato-a-natale

Toldo era un gatto molto felice, che viveva a Montagnana (provincia di Pistoia), insieme a Renzo e alla sua famiglia. Nonostante amasse tutti coloro che vivevano con lui, chi lo conosce afferma che aveva una particolare predilezione proprio per Renzo.

Andavano insieme dappertutto e Renzo era chi dedicava al gatto le maggiori cure. Per questo non stupisce che alla morte dell’uomo, Toldo fu il primo a seguire il feretro, cosa che non sorprese né la vedova né le persone del luogo.

Dopo che il suo padrone venne sepolto, Toldo cominciò a fargli visita ogni giorno, per portargli dei regali. Tali regali consistevano in cose che il gatto poteva procurarsi facilmente in strada, come fiori, rami, fogli, ecc. Era il suo modo tutto particolare di comunicare al suo padrone che lo amava e che gli mancava molto.

La nuova padrona di Toldo

Toldo passò alle cure della vedova di Renzo, che viveva con la loro figlia. Queste, che visitavano tutti i giorni la tomba dell’amato padre e marito, trovarono già il primo giorno un rametto di acacia e non ebbero mai dubbi che l’autore dei regali fosse l’amato gatto.

Vicini e amici di famiglia sono stati testimoni oculari delle visite giornaliere che Toldo, gatto leale, fa alla tomba del suo padrone. 

L’amore che il gatto provava per Renzo era qualcosa che tutti, familiari e amici, conoscevano bene. Una prova in più che l’affetto degli animali non conosce alcun ostacolo.

Questo fatto è stato dimostrato da molti altri animali che hanno realizzato imprese impensabili per amor dei loro padroni. Ricordiamone alcune insieme.

Altre storie commoventi

  • Bobby. Bobby era il cane di John Gray, un poliziotto scozzese. Gray morì di tubercolosi e Bobby, che accompagnò il feretro durante il funerale, rimase sulla tomba del suo compagno per quattordici anni, fino alla sua morte. Una lealtà che dura una vita, in tutti i sensi.
  • Fido. Questo cagnolino ha una storia simile a quella di Hachicko. Accompagnava tutti i giorni Luigi, il suo padrone, alla stazione. Nel corso della Seconda Guerra Mondiale, Luigi venne reclutato e dovette partire per la Russia. Fido rimase alla stazione ad aspettarlo per anni.
  • Collie. Questa è la storia di Collie, un cane argentino. Quando il padrone venne seppellito, rimase a vigilare la sua tomba. Nonostante i familiari volessero portarlo a casa, Collie trovava il modo di fuggire e ritornare alla tomba, arrivando anche a nascondersi nel cimitero per non farsi trovare. Rimase vicino al suo padrone per 9 anni, fino alla sua morte.
cane tomba

Questi sono solo alcuni esempi di animali che, come Toldo, hanno mostrato un livello estremo di amore e lealtà verso i loro padroni. Ci sono molte altre storie che abbiamo condiviso nel nostro blog e che vi farà molto piacere leggere.

Non importa se si tratta di cani o gatti, conigli o criceti: gli animali ci colmano sempre di buoni sentimenti, qualcosa che dovrebbe spingerci a trattarli con lo stesso affetto, amore e rispetto che loro riservano a noi.

Sappiamo che queste non sono le uniche storie di animali leali e piani d’amore. Ne conoscete altre? Condividetele con noi per onorare questi piccoli grandi animali.

Fonte dell’immagine in evidenza: www.abc.es