Il linguaggio canino: siete in grado di capire il vostro cane?

· 21 luglio 2015

Avete notato che tra voi e il vostro cane il linguaggio è un problema e vorreste fare qualcosa per migliorare la comunicazione? Una delle cose più importanti e fondamentali è imparare il suo linguaggio, perché è con esso che il vostro amico vi trasmette i suoi bisogni, il suo stato d’animo e di salute. Per questo motivo, in questo articolo vogliamo darvi qualche consiglio, affinché voi e il vostro cane possiate iniziare a capirvi meglio.

Gli strumenti principali per capire il linguaggio del vostro cane sono sicuramente la convivenza e l’esperienza che ne deriva: sicuramente con il passare degli anni vi sarete abituati alle abitudini del vostro amico a quattro zampe, siano esse frutto del suo istinto o delle caratteristiche specifiche della sua personalità, e di certo saprete persino riconoscere il significato dei suoi differenti modi di abbaiare o di muoversi.

Esistono però degli elementi del linguaggio del vostro cane a cui spesso non fate caso e che invece possono indicarvi dettagli importanti: vediamo dunque di passare in rassegna gli aspetti salienti del linguaggio dei cani.

Comunicare con tutto il corpo

beagle che abbaia

Dovuto al fatto che per noi il mezzo principale per comunicare è la verbalizzazione, a volte facciamo fatica a riconoscere l’importanza che assume il nostro corpo all’interno di questo processo di comunicazione. Gesti, movimenti e persino il modo di vestire: tutto questo è strettamente legato a ciò che comunichiamo, proprio perché anche questi elementi trasmettono un messaggio.

Invece il modo di esprimersi degli animali è, per così dire, un po’ più rudimentale, perciò il linguaggio del corpo assume un ruolo principale all’interno della comunicazione. Nel caso dei cani, essi non usano solo la voce (il latrato, l’abbaio, il guaito, ecc…) ma anche il corpo, che diventa il loro principale strumento di comunicazione.

Eccovi alcuni segnali di comunicazione visibili nei cani:

  • Gesticolazione. Se vi soffermate un momento ad osservare il muso del vostro cane, noterete come il vostro amico a quattro zampe manifesta, attraverso la mimica facciale, un’ampia gamma di sentimenti come, ad esempio, curiosità, allegria o paura. Per farvi un esempio, quando il vostro cane ha paura, le sue pupille hanno tendenza a dilatarsi, mentre invece quando ha voglia di giocare, mostra un leggero sorriso.
  • Le orecchie. Le orecchie de vostro cane possono darvi delle preziose informazioni riguardo a ciò che gli sta passando per la testa. Quando sta prestando attenzione a qualcosa, tende ad alzarle nel tentativo di capire da dove provengano i suoni. Le abbassa, invece, in segno di sottomissione e le tira indietro, mantenendole tese come il resto de corpo, quando è in allerta.
  • La coda. Il cane muove la coda per diversi motivi e lo fa, in generale, per dimostrare lo stato d’animo. Quando è contento oppure impaziente, scodinzolerà rapidamente; se invece ha paura o si sente minacciato, la nasconderà tra le zampe.

La vocalizzazione

cane che sorride

Anche gli abbai del vostro cane possono avere differenti significati: mediante i differenti modi di abbaiare, vi trasmetterà quali sono i suoi bisogni o il suo stato d’animo.

Se ringhia lasciando scoperti i denti e il suo corpo è in tensione, significa che si trova in posizione di attacco e vi sta mettendo in guardia: sarà meglio che vi allontaniate da lui. Se gli abbai sono acuti ed entusiasti e il suo corpo si mantiene rilassato, allora vuol dire che sta provando una grande soddisfazione.

Se abbaia verso la porta, può volerci dire che è arrivato qualcuno, oppure che fuori c’è qualcosa che per il vostro amico rappresenta una minaccia e vi vuole avvertire.

In genere i cani abbaiano usando differenti toni proprio nello stesso modo in cui noi usiamo diversi toni di voce: in questo modo sono in grado di esprimere rabbia, paura o tristezza. Per esempio, un cane che ha paura emetterà dei grugniti irregolari e qualche uggiolio. In cambio, se è contento, farà dei piccoli grugniti in tono basso, lasciando scoperti i denti.

Gli ululati possono essere invece un sintomo di dolore fisico, specialmente se la molestia si presenta repentinamente, come per esempio una colica. Può anche indicare paura e agitazione, soprattutto quando viene accompagnato dal gesto di mettere la coda tra le zampe. Se ulula in modo discontinuo, cambiando tono, e alterna ululati e latrati, il vostro cane sta cercando di attirare la vostra attenzione per avvisarvi che c’è qualcosa di strano o di pericoloso, almeno secondo la sua percezione.

I guaiti possono denotare dolore, fame, freddo o paura, e anche se di solito sono più frequenti nei cuccioli, a volte anche i cani adulti possono guaire per un riflesso incondizionato.

I sospiri possono essere sintomo tanto di piacere come di frustrazione; possono inoltre derivare dalla stanchezza fisica oppure dalla noia.

Avete visto che capire il vostro cane non è poi così difficile? Dovrete solo osservare con attenzione il suo comportamento e capire quali sono le situazioni che danno luogo ai diversi atteggiamenti del vostro cane.